Expedition 63 Mission Log

Stratovulcano Ksudach, Russia.

1 Mi Piace

Oggi è avvenuto anche il cambio di comando fra Cassidy e Ryzikov.

7 Mi Piace

Ma dai? Mica lo sapevo, fico!

6 Mi Piace

Il passaggio del comando nella diretta NASA.

5 Mi Piace
4 Mi Piace

Ieri, durante la Cerimonia del cambio del Comandante, Chris Cassidy ha detto che la “chiave della ISS” non esisteva ancora quando nel 2013 prese parte alla sua prima missione a bordo del laboratorio orbitante. Vi pongo una domanda degna di AstronautiQUIZ: quando e chi è stato il primo comandante a ricevere la chiave in dono? Stasera (verso le 19:45) la risposta, anzi il video!

4 Mi Piace

Ultimi tweet di Ivan, che ce ne ha regalati veramente tanti.

4 Mi Piace

Ed ormai siamo agli ultimi tweet anche per Chris.

4 Mi Piace

Riporto qui tradotto il commento di Ivan Vagner al suo post Instagram. Si tratta di una lettera commovente dedicata alla madre, ma è anche riferita a tutti noi (abitanti della Terra):

10 Mi Piace

Come promesso la risposta. Il primo comandante a ricevere la chiave è stato Randolph Bresnik il 1° settembre 2017, al termine della Expedition 52! In questo video si vede bene il momento in cui Fëdor Jurcichin inaugura la nuova tradizione e da allora la chiave è passata di mano in mano ad altri 10 comandanti.

4 Mi Piace

Ni.
È il titolo di una canzone di Ozzy, e Ozzy l’aveva dedicato alla moglie chiamandola affettuosamente mama (come dire la mamma dei suoi figli).
Nel suo tweet in russo infatti non parla di mamma, ma dice semplicemente “Questo è tutto, è tempo di tornare” e in quello in inglese è messo fra virgolette.

Qui il tweet in russo

E qui quello in inglese.

(Down to Earth è un altro album di Ozzy).

Ergo: penso si sia semplicemente rivolto a tutti noi.

7 Mi Piace

Risolto micatanto.
Si è rotto di nuovo.

3 Mi Piace
1 Mi Piace

In mancanza di immagini live…

3 Mi Piace

C’è stato un ritardo nella chiusura dei portelli? Non stavo seguendo.

1 Mi Piace

Cosa non si farebbe per la scienza?! La mattina del ritorno a casa Chris Cassidy ha raccolto abbastanza sangue da riempire 7 provette. Ma non sono sufficienti! Dovrà, vista l’ora penso che l’abbia già fatto, fare ancora un prelievo poche ore prima dei lasciare la Stazione. In totale saranno 8 le provette da analizzare sulla Terra, subito dopo l’atterraggio, perché è importante capire quanto è cambiato il suo organismo in 6 mesi nello spazio.

2 Mi Piace

In perfetto orario @PherosNike. L’unico intoppo è stato un problema nella trasmissione del segnale video delle telecamere interne.

3 Mi Piace

Debriefing post volo per Anatolij Ivanišin e Ivan Vagner.

3 Mi Piace

Nel frattempo Ivan sta facendo “riposo forzato”, facente parte del processo di riabilitazione dopo la permanenza nello spazio. Solitamente i cosmonauti passsano questa seconda fase in centri benessero o facendo attività

1 Mi Piace

Per la cronaca si trova a Sochi.

1 Mi Piace