Expedition 64 Mission Log

Tra le cose che non abbiamo (ancora) documentato in questo thread c’è il reboost della ISS avvenuto due giorni fa. Il 12 marzo, alle 20.30 (CET) i motori della Progress MS-14 si sono accesi per 114,2 secondi. L’effetto è stato l’innalzamento della altitudine media dell’orbita di 0,45 km, per un totale di 419,7 km.

Come si vede da grafico di Heavens Above, si è trattato del secondo reboost del 2021:

Secondo Roscosmos, che ha dato la notizia, l’innalzamento è stato effettuato in vista dell’arrivo della Sojuz MS-18 nell’aprile prossimo.

https://www.roscosmos.ru/30284/

7 Mi Piace

Tornando al record di Noguchi, il precedente detentore era Sergej Krikalev che effettuò la sua ottava e ultima EVA 4.928 giorni dopo la precedente. Per una incredibile combinazione, questa sua ultima EVA venne effettuata il 18 agosto 2005, cioè appena 16 giorni dopo (fu l’EVA seguente) dell’ultima EVA di Noguchi prima di quella del 5 marzo scorso.

2 Mi Piace

Una bella immagine del Venting avvenuto durante la ultima EVA73

Credit NASA/Victor Glover

9 Mi Piace
4 Mi Piace

Giorno 25:

A quanto pare i 4 vasetti contengono diverse varietà di basilico oggetto di studio, ad esempio le piante presenti nell’ambiente di crescita a sinistra in questa foto, sono originarie della Malesia.

Il periodo di crescita di 4 settimane dovrebbe essersi concluso. Ecco quale aspetto ha il basilico visto dall’alto.

4 Mi Piace

Oggi la MS-17 cambia posto, da Rassvet a Poisk

Durante lo swap, a bordo ci saranno Sergej Ryžikov, Sergej Kud’-Sverčkov e Kathleen Rubins (nel caso in cui ci fossero problemi al redocking, non avrebbero poi una capsula con cui rientrare)

Il precedente scambio di boccaporti per una sojuz fu il 26 agosto 2019, quando la MS-13 si portò sempre al modulo Poisk ma partendo da Zvezda.
A bordo c’erano Svortsov, Parmitano e Morgan.

Non ne sono certo, ma credo che questo scambio di posto venga fatto per agevolare il superfast docking della MS-18 (in partenza il 9 aprile)

9 Mi Piace

Nell’attesa della ricollocazione odierna della Sojuz MS-17, il distacco è previsto per 2021-03-19T16:43:00Z, snoccioliamo insieme qualche curiosità e statistica:

  • Il modulo Rassvet è per la terza volta teatro di arrivo/partenza di un redocking di una Sojuz. Nei due precedenti ha sempre fatto coppia con Zvezda, quindi la ricollocazione di oggi è la prima della tratta Rassvet-Poisk (o viceversa)
  • Nel panorama della Stazione Spaziale Internazionale, la Sojuz MS-17 è la sedicesima Sojuz ad essere ricollocata su 19 redocking totali (incluso questo)
  • Per quanto concerne il tempo impiegato per la ricollocazione, la Sojuz TM-31 (equipaggio Jurij Gidzenko, Sergej Krikalëv e William Shepherd) è stata quella più lenta con i suoi 31 minuti, mentre la più veloce è stata la Sojuz TM-32 (equipaggio Vladimir Dežurov, Michail Tjurin e Frank Culbertson) che ha coperto la tratta Zarja-Pirs in soli 16 minuti

Il motivo è un altro, permettere ai prossimi equipaggi l’utilizzo di Poisk come camera di equilibrio per le passeggiate spaziali. Per questioni di sicurezza, qualsiasi veicolo per equipaggio deve essere sempre accessibile in caso di emergenza.

6 Mi Piace

Non ho capito. :pensive:
Adesso la MS-17 si aggancia a Poisk, quindi sarà occupato.
Dici, le prossime EVA dopo il suo undocking del 17 aprile?

Affermativo @PherosNike . Nel breve periodo non ci sono in programma uscite dal segmento russo. Tutto è rimandato a maggio/giugno quando Novickij e Dubrov sostituiranno il regolare di flusso su Zarja (quello capriccioso della EVA russa di novembre), ispezioneranno dall’esterno Zvezda per vedere tracce della perdita, si occuperanno della dismissione di Pirs e l’arrivo di Nauka.

E’ più sicuro ricollocare adesso la Sojuz MS-17 che è giunta a fine missione, quindi un rientro d’emergenza oggi non sarebbe un grosso problema, anziché farlo fare alla Sojuz MS-18 nei prossimi mesi, con l’intera Expedition davanti.

4 Mi Piace

Bella immagine della Sojus MS-17 che si nasconde dietro ai pannelli di Cygnus durante il flyaround di oggi.

5 Mi Piace

Siamo a metà giro (la distanza è approssimata)

4 Mi Piace

Allineati con MRM-2 (distanza approssimata).

Notare che i pannelli solari non si sono mossi. Durante il riposizionamento, i SARJ (le articolazioni rotanti del truss) sono bloccate.


image.png

4 Mi Piace

Bello questo passaggio sul terminatore con thruster in azione.

7 Mi Piace

La configurazione attuale, dopo il riposizionamento della MS-17

8 Mi Piace

@Mike non lo ha specificato, ma grazie a lui da oggi abbiamo l’integrazione della telemetria in tempo reale con DOUG!

6 Mi Piace

Un timelapse del redocking.

5 Mi Piace

Quindi avete anche l’orario del redocking al secondo?

L’orario del docking è più o meno quando è cambiato il parametro “Mini Research Module (MRM) 2 Docking Port Engaged” su questa pagina

So, GMT 78/17:12:3

5 Mi Piace

Nell’attesa dei tempi tecnici per poter rientrare nella Stazione, Sergej Kud’-Sverčkov ha preso una macchina fotografica e ha scattato una fotografia della sua Sojuz della parte sinistra dell’avamposto. Riuscite a riconoscere AMS-02?

4 Mi Piace

Un pezzettino del passaggio di pochi minuti fa (mi sono svegliato un po’ tardi, come sempre):

7 Mi Piace