Falcon 9 - Iridium Next 7 (56-65)

falcon-9

#1

Il prossimo lancio di SpaceX sarà da Vandenberg e riguarderà 10 satelliti Iridium Next. Il volo, che è stato ufficialmente annunciato da Iridium lo scorso 15 giugno, partirà venerdì 20 luglio, quano in italia saranno le 14.12 (finestra istantanea).

Si tratterà della settima missione Iridium Next, riguardante 10 satelliti, che saranno collocati inizialmente in un’orbita polare di 625 km con 86.66° di inclinazione, e poi portati nell’orbita operativa a 778 km e 86.4° di inclinazione, occupando il piano orbitale n. 5 dei 6 previsti. (Tutti i 66 Iridium Next operativi sono disposti su orbite con la medesima altezza e inclinazione, ma suddivisi in 6 gruppi da 11, ciascuno su un diverso piano orbitale - se non è chiaro immaginatevi 6 orbite alla stessa quota che sorvolino 6 diversi meridiani terrestri).

Dopo questo volo, se tutto va bene, ci saranno già 65 Iridium Next in circolazione. :smile:

Il poster in realtà è fuorviante, perché il Falcon 9 sarà in versione Block 5, nuovo ovviamente. I bene informati indicano che il primo stadio avrà il seriale B1048. Quello che è certo che sarà ricuperato sulla piattaforma JRTI, che è rimasta inoperosa per un bel po’ di tempo. Sono troppo pigro per fare il conto dei giorni, ma è dal 9 ottobre del 2017 (Iridium Next 3) che non vediamo un recupero dalla costa occidentale. La ragione principale è che nei precedenti voli da Vandenberg si sono impiegati booster usati (Block 3 e 4) e non serviva recuperarli, ma con i block 5 sarà tutto un altro riuso… :sunglasses:

Naturalmente Mr. Steven avrà un’altra chance per acchiappare il fairing.

L’integrazione dei satelliti procede bene, se già dieci giorni fa il CEO di Iririum poteva twittare che tutti e 10 erano ormai installati sul dispenser.

Comunicato Iridium: http://investor.iridium.com/news-releases/news-release-details/iridium-7-target-launch-date-announced-0


[2018-10-08] Falcon 9 Block 5 | SAOCOM 1A
#2

Non c’entra con questo volo, ma da Vandenberg a fine anno o inizio anno prossimo potremmo vedere anche un recupero su Landing Zone.

https://spaceflightnow.com/2018/07/06/spacex-could-try-to-land-rocket-in-california-later-this-year/


#3

Finalmente!


#4

Il record di inoperosità per JRTI è di 162 giorni (fra gennaio e giugno dello scorso anno) e sarà certamente battuto.


#5

Iridium ci informa che il lancio è stato aggiornato a mercoledì 25 luglio alle ore (italiane) 13.39.26 perché “SpaceX ha bisogno di più tempo per preparare il razzo”.

http://investor.iridium.com/news-releases/news-release-details/iridium-announces-updated-dates-iridium-7-launch-and-second-0


#6

Il razzo… O Mr. Steven? :smiley: Le stanno cambiando i bracci portarete a tempo di record, si presume per poterla usare in questa circostanza. Solo pochi giorni fa avevano smontato i precedenti.


#7

I nuovi impressionanti bracci di Mr. Steven. (Foto copyrightizzate nell’articolo di Teslarati)


#8

Alla faccia…l’estensione della superficie della rete che andranno ad installare è incredibile.


#9

Ma…
Nessuno ha pensato a cosa potrebbe succedere nel caso i fairing “centrassero” la cabina della nave?


#10

Dalle foto sembra che questa nuova struttura copra in parte anche la cabina…


#11

Boh, proprio del tutto coperta non sembra, comunque è vero che il fairing ha un paracadute, quindi presumo che la sua velocità di discesa dovrebbe essere limitata.


#12

Quanto pesa un fairing? C’è modo di determinarlo?


#13

Se la nave procede nella stessa direzione del fairing in planata e viene raggiunta da dietro direi che i rischi di impatto con la plancia sono ridotti, al massimo se va lungo finisce sulla prua od in mare…

Anche perché in caso di rischi concreti avrebbero provveduto a proteggere la sovrastruttura…


#14

Ciascun guscio dovrebbe pesare poco meno di una tonnellata.


http://www.spacelaunchreport.com/falcon9ft.html


#15

Mr. Steven prima e dopo la cura :slight_smile: (Credit SpaceX)

Altre foto su Instagram:


#16

Zitti, zitti, mentre tutti pensavano al lancio sulla costa Est o a Mr Steven, gli uomini di SpaceX hanno portato a termine anche lo static fire del booster B1048.


#17

Spero per l’equipaggio che abbiano previsto un sistema di ripiegamento dei bracci, sai che dondolio con quelle sporgenze?


#18

Si sono ripiegabili; lo si vede ingrandendo la foto “after” di Rob, c’é un sistema di cavi e carrucole, diventano praticamente 2 alberi.

A me invece interesserebbe capire come fanno ad eliminare il pericolo di rollio oltre limite, se il booster atterra di lato. Probabilmente i fairing sono assai leggeri.


#19

Così ad orecchio mi sembra impossibile ribaltare quell’affare, l’attrito idrodinamico dei due bracci che dovessero toccare l’acqua con uno sbraccio tale renderebbe il tutto molto difficile. Credo che in ogni caso la rete sia sganciabile nel caso un oggetto pesante ci si incastri in prossimità del bordo trascinando tutto verso il fondo.


#20

Razzo verticale e meteo 90% Go.