Francobollo celebrativo Voskhod 2.

Guardate come i russi disegnavano la Voskhod nel francobollo celebrativo per la missione Voskhod 2, dove Leonov effettuò la prima EVA.

Fa molto “dalla terra alla luna”.

E’ consistente con l’immagine pubblica delle capsule Vostok che veniva presentata dalla autorità sovietiche.

Paolo Amoroso

E’ molto semplice: la Vostok (3K) e le Voskhod (3KD-V) condividevano un “antenato” comune (1K-1KP) con i satelliti da ricognizione (alias spionaggio) classe Zenit 2 (2K) e Zenit 4 (4K).

I russi furono letteralmente costretti a “taroccare” le immagini pubbliche relative a questi veicoli, almeno fino al 1967, per impedire agli occidentali di farsi un’idea dell’aspetto dei loro satelliti da ricognizione.

Questa mistificazione è alla base da un lato di tutta una speculazione (a volte estremamente fantasiosa) sul possibile aspetto dei primi veicoli spaziali russi, dall’altro di molte delle leggende legate ai cosidetti “Lost Cosmonauts” e alle loro “Lost Spacecrafts”.

Giusto per chiarire il tutto allego una slide, con i miei disegni, che esplica la “linea evolutiva” dalle capsule Vostok fino alle attuali Foton…

Grazie a tutti!