I 50 anni di Apollo 8


#1

In generale gli anniversari mi mettono malinconia (quando non mi annoiano), però un cinquantennale non si può trascurare del tutto.

Allora, come celebrare i 50 anni di Apollo 8?

Per chi ha una dose spropositata di tempo a disposizione un buon modo potrebbe essere riascoltarsi le registrazioni di TUTTA la missione (comunicazioni tra astronauti e terra con la narrazione del PAO) montate insieme a filmati d’epoca o ad animazioni che illustrano le varie fasi del volo. E’ un lavoro amatoriale, non nuovissimo (e quindi non HD), ma ben fatto.

https://www.youtube.com/playlist?list=PLC1yaZz2qeGogsUbODzdA0-iJ8Qtb6kEB

Si tratta di una playlist di “soli” 42 video di durata varia (ma in media attorno all’ora). Non ci sono i sottitoli, ma le trascrizioni (che possono rendere più facile seguire i colloqui, non sempre registrati in modo chiaro) sono disponibili in vari luoghi, per esempio qui.

Non siete pronti per la maratona? Una più veloce alternativa resta sempre la Timeline realizzata da Attivissimo, con vari collaboratori ben noti da queste parti.

https://apollo8timeline.blogspot.com/

Buon Apollo 8 a tutti. :wink:


#2

Ah, naturalmente, un altro modo per ripercorrere la missione, sempre sulla base delle registrazioni dei dialoghi di bordo e dei commenti del Public Affairs Officer - questa volta integrati con tutte le spiegazioni e la documentazione del caso - è la lettura del The Apollo 8 Flight Journal curato da David Woods e Frank O’Brien.

L’ultima edizione, risalente all’aprile 2017, si trova qui:

https://history.nasa.gov/afj/ap08fj/index.html


#3

I tre protagonisti oggi, o meglio lo scorso ottobre.

https://twitter.com/ruimtevaart/status/1075795695037239297?s=21


#4

Ci aggiungo il link al mio post dell’articolo di Time per i 50 anni. Nell’articolo di Time si trova la medesima foto qui sopra.


#5

tempus fugit…


#6

Un altro modo per celebrare l’anniversario può essere ascoltare il racconto della missione, per bocca degli stessi tre membri dell’equipaggio. In rete (in attesa di quelli più recenti) si trovano vari video di loro conferenze in occasione del quarantennale. E’ un piacere starli a sentire, anche per la loro simpatia e per la complicità conservata attraverso i decenni.

Questa è una registrazione del 13 novembre 2008, quando Borman, Lovell, e Anders furono ospiti del Smithsonian National Air and Space Museum. A presentarli, dopo l’introduzione del direttore del Museo John Dailey, è nientemeno che il Senatore John Glenn.

Di seguito un incontro del 23 aprile 2009 presso la Lyndon B. Johnson Library and Museum. Qui, tra gli altri, ad introdurli c’è anche la figlia del Presidente, Lynda Johnson Robb.


#7

Testimonianze più recenti dei protagonisti (almeno, di Borman e Anders) si possono ascoltare negli episodi del podcast NASA “Houston We Have a Podcast”, dedicati ad Apollo 8. Per ora è uscita la prima parte:

Per chi preferisce leggere, qui c’è la trascrizione completa:


#8

Ovviamente un 50° anniversario diventa facilmente una “fiera del riciclo”. Ad esempio la NASA (Goddard) ne ha approfittato per ripubblicare su Youtube, questa volta in 4k, il video di 5 anni fa che ricostruisce come i tre astronauti si accorsero, alla terza orbita, del sorgere della Terra sull’orizzonte lunare e scattarono quella suggestiva immagine nota come Earthrise.

Un must per chi non l’ha mai visto (e anche per gli altri si rivede volentieri).

La versione del 45° era qui: https://www.youtube.com/watch?v=dE-vOscpiNc


#9

Un altro interessante, e per me inedito, aneddoto dietro la missione Apollo 8: le telecamere 37 e 39 per vedere il lancio dal basso…


#10

Abbiamo citato (sopra) un podcast, non possiamo perciò esimerci dal ricordare che anche Nonno Apollo di AstronautiCAST ha dedicato una delle puntate della sua rubrica ad Apollo 8. L’episodio (del 2013) è disponibile qui:

Normalmente il bravo @amoroso si sofferma su episodi meno noti e anniversari più “ricercati”, ma di fronte ad Apollo 8 non si può dire di no. Comunque è una buona occasione per andarsi ad ascoltare anche le altre “storie” di cui ben 80 (2012-2015) sono già state ripubblicate qui:

https://www.astronauticast.it/category/le-storie-di-nonno-apollo/


#11

L’11 dicembre scorso, presso la National Cathedral di Washington, si è svolto un evento intitolato “The Spirit of Apollo”, organizzato dallo Smithsonian’s National Air and Space Museum per celebrare i 50 anni di Apollo 8.

Lo segnalo, perché ha visto la partecipazione di un Jim Lovell (90 anni!) in ottima forma.

Il video della manifestazione, piuttosto americana, che unisce astronauti, predicatori e momenti musicali è disponibile su youtube (dura poco più di un’ora).

Ecco il programma degli interventi:

  • Randy Hollerith, Decano della Washington National Cathedral

  • Ellen R. Stofan, Direttore del National Air and Space Museum

  • “The Firmament” - Registrazioni dall’archivio NASA con il Coro della Washington National

  • Michael B. Curry Presidente della Episcopal Church (è lo stesso che ha predicato al matrimonio del principe Harry e di Meghan Markle).

  • Astronaut Reflections, Breve documentario su Apollo 8 a cura di TIME

  • James F. Bridenstine, Amministratore NASA

  • James A. Lovell, Command Module Pilot di Apollo 8

  • Earthrise, riflessione registrata di Sir David Attenborough

L’intervento di Lovell è a 53:32.


#12

Dopo aver trascorso il Natale con la famiglia come non ricordare al meglio la missione Apollo 8 riguardando i vecchi DVD della Spacecraft Film?

p.s. non vuole essere uno spot pubblicitario! Anche perché credo non si trovino più… :anguished:


#13

In offerta a soli $ 24,99…

http://spacehistory.tv/blog/?product=apollo-8-leaving-the-cradle


#14

Ah, ok, avevo fatto una rapida ricerca ma avevo trovato un sito Spacecraft Film non più aggiornato dal 2012… :wink:


#15

Interessante disquisizione sui motivi che portarono al cambio di obiettivo della missione Apollo 8. Fu veramente la paura che i russi potessero arrivare prima in orbita lunare a spingere la NASA a rischiare con Apollo 8, oppure solo i ritardi del modulo lunare? E la CIA influenzò la scelta della NASA ?

http://www.thespacereview.com/article/3617/1

Interessante, fra l’altro, la copertina di Newsweek non utilizzata nel caso di un esito nefasto di Apollo 8 e che sembra uscita direttamente da un brutto universo parallelo.