In dicembre il ritorno al volo di Cygnus con l’Atlas 5

atlas-v
cygnus
#1
#2

Presumibilmente avranno optato per un secondo volo con la ULA onde evitare ulteriori ritardi dovuti ai nuovi motori che adotteranno. Senza alcun dubbio effettueranno un paio di voli di prova prima di utilizzare il loro vettore per lanciare un Cygnus.

Riguardo la nuova versione del Cygnus, viste le foto, devo dire che è davvero bello ed impressionante.

#3

Si, lo penso anch’io.

Non credo. Non mi sembra siano previsti voli di Antares senza Cygnus a bordo.

#4

Rischiare un’altro Cygnus con un vettore che ha dei nuovi motori mai collaudati su qued’ultimo? Personalmente mi sembra un azzardo però…lasciamo le decisioni a loro.

#5

In generale la NASA cerca di non essere il primo utilizzatore dopo un incidente, è lo stesso che stanno facendo (o cercando di fare) con SpaceX. Però ci deve essere la possibilità, in questo caso Orbital dovrebbe avere un cliente commerciale pronto al lancio. E se ciò non fosse possibile allora la NASA si prenderà il rischio…

Quello che non mi è chiaro in questo caso è chi paga la differenza di prezzo tra i due lanciatori: se ne fa carico NASA o invece è Orbital che ci deve mettere la differenza (visto che la “colpa” è la loro)?

#6

Uhmm credo che essendo un contratto di “servizi” sia tutto a carico di Orbital… Penso che l’oggetto del contratto sia il trasporto sulla ISS di un determinato quantitativo di materiale, estremizzando “non importa come”…

#7

Antares che io sappia, non ha mai volato senza Cygnus, anche prima di essere certificato no?

#8

Penso che il surplus delle spese sia a carico di Orbital. Perché la NASA dovrebbe sobbarcarsi di una spesa extra se il problema è stato del vettore della Orbita.?

Giusto quanto scritto sopra, il vettore non ha mai volato senza Cygnus. Magari faranno un volo di prova senza carico utile, però una tale soluzione comporterebbe ulteriori costi.