In revisione il test Ares I-Y


#1

Al termine di una delle riunioni programmatiche del programma Ares lo scorso 30 ottobre il management ha concordato nel rivalutare lo svolgimento del prossimo test in volo del nuovo lanciatore, denominato Ares I-Y.
La motivazione principale è perchè il test ricadrebbe troppo avanti nello sviluppo del lanciatore per poter essere realmente utile nello sviluppo e vantaggioso in termini di risultati.
Originariamente Ares I-Y doveva essere svolto entro il 2012 come test suborbitale del lanciatore utilizzando un primo stadio completo con 5 segmenti con un upper stage reale ma senza J-2X, un modulo di comando funzionale e un mockup di modulo di servizio con un LAS reale per un test di abort in alta quota.
La proposta era già stata ipotizzata lo scorso autunno rimpiazzando il test con uno simile ma anticipato e ridenominato “Ares I-X Prime” in modo da riuscire a far volare il lanciatore completo entro il 2014 e ottenere i risultati ottenibili con Ares I-Y attraverso altri test programmati.
Attualmente con l’ormai prossima Preliminary Design Review dell’intero programma e la maturazione di molti dei sistemi coinvolti la scelta di abbandonare Ares I-Y, svolto a soli 12 mesi dal primo volo operativo del lanciatore, pare concretizzarsi verso una revisione del programma di test.
In particolare il test di abort ad alta quota del LAS, previsto durante Ares I-Y, può essere svolto a White Sands insieme agli altri già programmati fra il 2012 e 2013 ed eventualmente sul volo Orion I.

La rimozione del test Ares I-Y porta nell’immediato all’eliminazione di tutta la mole di lavoro specifica per i requisiti unici di questo volo e non realative allo sviluppo del vettore completo in quanto è una configurazione comunque non completa.
L’attuale configurazione prevista per quel test, a detta di Jeff Hanley il Constellation Program Manager, è semplicemente troppo diversa dalla configurazione completa del vettore per poter essere utilizzabile nel processo di certificazione.
Attualmente Ares I-Y rimane programmato per Marzo 2014, un anno prima del primo volo con equipaggio, Orion 2, del vettore completo previsto per il 2015.

Oltre alla rimozione completa del test rimane sul tavolo l’altra opzione di effettuare Ares I-X Prime per il 2012-13 con obiettivi diversi.


#2

Grazie albyz sono informazioni proprio utili su cui facevo riflessioni, quindi riassumendo tenuto conto che è in bilico ancora la sopravvivenza di ares I fino al suo completo sviluppo e operatività, ci sta portando verso una soluzione che aggiri lo step di I-Y cosi come preventivato per integrare i test direttamente su quello che già veniva ipotizzato come ulteriore prova di volo cioè X-prime giusto? spero di aver inteso bene…
se cosi fosse si sta dando fondo alle soluzioni geniali che sempre sopravvengono quando si fa qualcosa in cui si è gia in ritardo sulla tabella di marcia è si è sforato con il badget…
da quanto ho capito, nonostante la Casa Bianca avesse gia dovuto prendere decisioni in merito alla revisione del programma constellation (e quindi la fine o meno di ares-I) ancora non si ha notizia alcuna… ma la nasa si sta portando avanti con le decisioni per soluzioni a medio termine…
spero solo a questo punto…il Presidente Obama confidi sulle capacità della Nasa e dia fiducia anche alla fase di sviluppo di questo vettore, che comunque gia iniziata, ritengo sia tuttora valida per il futuro prossimo delle attività in LEO e extra LEO.


#3

In base al rapporto stilato dalla commissione Augustin, non mi sembra proprio che diano fiducia all’ARES I; di conseguenza, se il Presidente Obama ascolterà la sua commissione, opetrà per qualcosa di meglio e più prestigioso.
Non dimentichiamo che stiamo parlando della NASA, la più grande e forte agenzia spaziale mondiale; se vogliono rimanere dei LEADER devono avere fondi e mezzi adeguati. :ok_hand:


#4

“Migliore” e “più prestigioso” non sono parametri molto tecnici o oggettivi…
In ogni caso la Augustine ha mancato di dare indicazioni su una delle richiesta esplicitamente formulate dalla Casa Bianca e per la quale la commissione era stata creata, ovvero cercare un piano realizzabile con il tetto di budget attuale. La Augustine ha dato risposte solo per la prima richiesta, quella relativa a cercare piani alternativi con aumento di budget e ha stabilito che certamente il Constellation attuale non è realizzabile con l’attuale spesa prevista, ma ha anche dichiarato che tutti gli altri scenari sono irrealizzabili senza un aumento di fondi… e non è così matematico che il report finale possa essere preso fermamente in considerazione quando l’alternativa cercata (un programma realizzabile con i finanziamenti attuali) non è stata individuata…


#5

concordo con albyz, manca di un prospetto di alternative al programma ares I che attualmente è in svolgimento, non credo che la commissione abbia svolto appieno il suo compito assegnato, certo, ha comunque approfondito la fattibilità di continuare con gli obbiettivi previsti il programma ARES I ma convenendo che neanche le altre possibilità di terzi che si sono fatti avanti, non sono convenienti/fattibili con lo stesso badget, ci si è ridotti a dichiarare che i soldi non ce ne sono…quindi…un mero lavoro secondo me questa commissione.


#6

Anche secondo me il punto fermo della commissione è stato: Questi finanziamenti non sono sufficienti per nessuna opzione!
Per tutto il resto ha lasciato aperto un po’ tutto anche se in effetti a “calcato” un po’ la mano su Ares I che è molto, ma molto in bilico (opinione mia in base a quanto letto ovviamente). Di contro Ares I è l’unica opzione che attualmente procede e che ha già fatto un volo di test (per quanto poco significativo lo si voglia considerare, è sempre uno step del programma), mentre le altre opzioni sono al palo e promettono solo sulla carta, ed anche in questo caso la commissione è stata abbastanza chiara: promettono bene ma non c’è nulla di sicuro ne sui tempi e ne sui costi delle alternative


#7

non so perchè ma la situazione mi ricorda tanto questa vignetta di dilbert:

http://web.tiscali.it/joepack/Img/20030316.gif

joe


#8

:stuck_out_tongue_winking_eye:


#9

:stuck_out_tongue_winking_eye: :stuck_out_tongue_winking_eye: :stuck_out_tongue_winking_eye: :stuck_out_tongue_winking_eye:
Sarà una vignetta ma non è andata molto lontano dalla realtà…anche alla Nasa lo dicevano da un po’ che non bastano i soldi…


#10

La commissione ha fatto appieno il suo lavoro! Con il budget attuale non si fa assolutamente nienet; se bisogna fare qualcosa e tenere la supremazia nello spazo, bisogna aumentare i fondi e realizzare un vettore in grado di soddisfare le attuali necessità ed esigenze. L’ARES I non soddisfa e non da supremazia!


#11

Ah si? E quale piano avrebbe individuato mantenendo il budget attuale? Era una delle richieste della Casa Bianca… non lo ha fatto non perchè non ha voluto (forse), ma perchè non ne ha trovati… fatto sta che non ha dato una delle risposte richieste.

L'ARES I non soddisfa e non da supremazia!

Mi piacerebbe capire che concetto hai di “supremazia” e in cosa Ares I differisce sotto questo aspetto dalle varie alternative EELV, COTS, Jupiter, HLV… visto che tutti i piani pensati per questi ultimi sono dei forti ridimensionamenti rispetto al programma lunare attuale… previsto per Ares I/V… bah…


#12

Senza voler offendere in alcun modo le case costruttrici “citate”, non si può dimostrare supremazia andando in giro con una 500; lo si fa utilizzando qualcosa come X5 ecc.
Per il resto, leggiti un poco l’articolo apparso su ORIONE del corrente mese o quello scritto su COELUM del mese scorso. :ok_hand:


#13

Eh?! Semplicemente nosense…
Case costruttrici? Supremazia?! 500?! Boh…

Per il resto, leggiti un poco l'articolo apparso su ORIONE del corrente mese o quello scritto su COELUM del mese scorso. :ok_hand:

Letti, ma preferisco fonti di prima mano e il meno riportate possibili, anche se gli autori sono eccellenti come in questo caso :wink:

Continui a basare le tue “idee” su preconcetti e idee personali…
Riesci a “simpatizzare” per mezzi che ridimensionerebbero l’attuale programma e contemporaneamente parlare di “maggiore supremazia” (concetto alquanto strano e soggettivo direi…) riguardo i relativi programmi… bah…


#14

Una domanda, dall’alto della mia ignoranza, non costerebbe di meno lanciare l’Orion, in orbita LEO, con un EELV e concentrare le risorse sullo sviluppo del Ares V, o il gioco non varrebbe la candela perché manretizzare un EELV costerebbe di più che completare lo sviluppo del Ares I?


#15

Ti riporto direttamente le parole tratte dal rapporto finale della Augustine:
"While launch of the Orion on the Delta IV HLV was found to be technically feasible, it requires some modification of the current launcher, and was comparable in cost and schedule to simply continuing with the development of the Ares I. "

(l’Atlas V H è stato scartato in una fase precedente per mancanza di prestazioni).


#16

Da assoluto incompetente e utente non troppo addentro in questi problemi, lancio una provocazione:

ARES IV? Con boster o senza?

http://it.wikipedia.org/wiki/Ares_IV


#17

Quello che era chiamato Ares IV oggi rientra nella possibilità di utilizzo dell’Ares V Lite per trasporto di equipaggio oppure nei cosiddetti HLV Shuttle Derived.


#18

io pensavo al Falcon 9 heavy


#19

Non mi baso su miei preconcetti e idee personali, sono molto più realistico.
Non simpatizzo per nessun concetto, ad esclusione di quelli che sarebbero sicuramente più idonei; ormai certi che non rivedremo la Luna a breve e che la ISS andrà oltre la data prevista, rimane logico pensare che l’ARES I non sarebbe idoneo a soddisfare le esigenze attuali e future. Per quanto concerne l’ARES V, pur se con rammarico, vedo la sua realizzazione molto, ma molto lontana (forse). E’ quindi logico pensare che si debba optare per un vettore che faccia largo uso delle strutture e dei componenti dello Shuttle, integrato (purtroppo) con la capsula Orion.

Aspettiamo e vedremo cosa decideranno!


#20

“Sicuramente più idonei” per chi? Perchè pare che la Augustine non abbia scelto o consigliato nessun mezzo in particolare, quindi il “sicuramente più idonei” fa parte di quei preconcetti e idee personali di cui sopra?

... rimane logico pensare che l'ARES I non sarebbe idoneo a soddisfare le esigenze attuali e future.

Quali sarebbero le esigenze attuali e future che Ares I non soddisferebbe e gli altri mezzi invece si? Parliamo di fatti e di dati, porta dei numeri se sei così certo di quanto affermi, mi scoccia ripetermi, ma TUTTI i programmi ipotizzati per gli altri vettori sarebbero dei forti e concreti ridimensionamenti dell’attuale programma che vede coinvolti Ares I e V per mancanza di prestazioni.

... integrato (purtroppo) con la capsula Orion.

Condivido il “purtroppo” sull’eventuale utilizzo di un HLV con Orion… una eccellente capsula con un obiettivo e un profilo di missione definito montata su un lanciatore “rappezzato” per la quale non è stata studiata e per il quale nutrirei forti dubbi sull’utilità (oltre ad esserci dati concreti sulle enormi riduzioni di potenzialità rispetto alla coppia Ares I/V)… sarebbe solo l’ennesima inutile pezza…