Intervista esclusiva all’astronauta Fred Haise


#1

#2

Complimenti a Paolo per la doppia intervista a un personaggio di tale calibro :clap: :clap: :clap:
Leggo bene che è del 2009? Come hai potuto tenercela nascosta per più di 6 anni? :astonished:

Un particolare: anche Haise, come altri, si è ritirato di fronte alla prospettiva di una missione “non eccitante”. Non capirò mai gli astronauti riguardo a questo aspetto…


#3

Beh non è che sia andato a fare lo sguattero, l’occasione di diventare un top manager di un’azienda del genere non capita tutti i giorni, si rischia che il treno non passi più per quella stazione…

Intervista interessantissima comunque! :clap:
Interessanti le “deviazioni” tra il film e la realtà, e non sapevo che Lovell avesse fatto un cammeo nel film!


#4

Sì, pur non parlando lo si vede molto bene.

Tra l’altro in una sua intervista Lovell ha confessato che Ron Howard gli aveva proposto (vista l’età all’epoca del film), di dargli i gradi di ammiraglio, ma Lovell si rifiutò dicendo: “Mi sono congedato da Capitano, datemi i gradi di Capitano.

EDIT: mi sono dimenticato. Un ringraziamento a Paolo per l’interessantissima intervista.


#5

Capitano di Vascello che corrisponde al grado di Colonnello nell’esercito.

Ringrazio tutti per gli apprezzamenti e mi scuso di aver pubblicato le interviste dopo così tanti anni ma la ragione l’avevo spiegata nell’incipit della prima intervista.


#6

Un’intervista ricca di dettagli che non conoscevo, per esempio sul freddo nel CM o l’assegnazione di Haise al comando dell’originaria missione STS-3.


#7

ottima testimonianza di un periodo prossimo ma già storico


#8

veramente interessante, l’ho letta d’un fiato!!!