Iscriversi a 30 anni

Salve, ho 30 anni e da qualche anno ho ripreso gli studi, lasciati prima di conseguire un diploma. Con il diploma serale ho scoperto la passione per il mondo della fisica e dell’ambiente spaziale in particolare, ma mi chiedevo (e vi chiedo) pareri riguardo ad una scelta del genere a quest’età. Mi rendo conto che non è semplice conseguire una laurea in ingegneria aerospaziale a questa età, se poi consideriamo che se tutto va bene otterrei una magistrale a 35 anni mi chiedo seriamente se ne valga la pena. Quindi vorrei chiedervi pareri e/o esperienze che possano darmi una misura di cosa sia opportuno fare. Io tendo ad essere ambizioso, ma non voglio finire a quasi 40 anni senza prospettive, nè tagliarmi le gambe “accontentandomi” di una triennale che mi lasci nello stesso modo.
Grazie

Benvenuto Arturo. In questi casi io cito sempre l’esempio di Paolo Nespoli, che ha iniziato a studiare per conseguire una laurea più o meno alla tua età e ha avuto una bella carriera nel settore spaziale.

2 Mi Piace

Puoi fare a 40 anni quello che fai a 20, ne ho conosciuti tanti. Certo, se hai famiglia e un lavoro è un po’ più difficile, ma lo è anche se hai 20 anni famiglia e lavoro. L’età sostanzialmente non fa nessuna differenza (almeno in molte nazioni all’estero, ogni tanto in Italia vedo qualche offerta di lavoro con limiti di età), anzi porti più esperienza di un 20enne.

2 Mi Piace

Ciao Amoroso, grazie. C’è da dire che Paolo Nespoli era comunque qualcuno già prima, che io sappia la laurea l’ha presa per entrare nel mondo spaziale come astronauta. Io non ambisco a tanto, mi sento già fortunato ad aver trovato qualcosa che mi appassioni così tanto. Ma non ti nascondo che mi spaventa e un pò mi preoccupa trovarmi a ricominciare da così lontano. La mia più grande preoccupazione rimane quella di fare questo percorso per ritrovarmi ancora più fuori dal mondo

Ma in effetti queste turbe mentali mi sono venute cominciando a chiedere un pò in giro la situazione, perché uscito dalle scuole serali avevo una carica enorme! Per molti anni ho fatto un sacco di lavori ma mi sono sempre sentito insoddisfatto, ho sempre cercato qualcosa che mi appassionasse e che mi facesse sentire voglia di andare a lavoro, piuttosto che come un ricatto per poter avere uno stipendio. Penso sinceramente di averlo trovato, ma molte persone mi hanno messo in guardia dalle difficoltà che un’età così alta porta in percorsi di specializzazione. Insomma, non dico che mi hanno fatto cambiare idea, ma certamente il pensiero di finire questo percorso formativo per trovarmi poi tagliato fuori a causa dell’età è desolante. Quindi grazie

e quali sarebbero?

Beh mi hanno fatto diversi esempi, da garanzia giovani al fatto che contratti di apprendistato si fanno sotto una certa età, al fatto che in generale le aziende cercano di formare il personale e che per loro questo è un investimento e che di conseguenza a parità di requisiti sceglierebbero uno con 10 anni meno di me. Insomma, cose che non so come verificare se non chiedendo a chi già vive in questo mondo

Io non so se devi per forza rimanere in Italia, e di preciso non so più com’è la situazione lì (soprattutto non ho idea di cosa sia garanzia giovani), ma i contratti di apprendistato per neolaureati considerano gli anni dalla laurea in generale, non dalla nascita. Le aziende sanno che non resterai a vita da loro, soprattutto in quelle con richiesta di professionalità specializzata c’è un ricambio elevato, quindi se hai 20 anni o 40 è lo stesso.

Ti faccio un esempio che postai su questo forum alla fine dell’anno scorso:


se guardi i requisiti c’è:

  • a student in the final year of a Master’s degree at a university or equivalent institute, or have just graduated. Candidates are required to have completed their Master’s degree by the time they start work at ESA
  • a citizen of one of the following ESA Member States: --elenco stati tra cui l’Italia–

quindi ci rientreresti come un bambino di 20 anni.
Poi se ti posso dire la mia esperienza nel settore IT anziché aerospaziale, io ho fatto corsi finalizzati all’inserimento nel mondo del lavoro e ho avuto studenti anche di 44 anni che ho piazzato a fine corso senza problemi. L’unica differenza che ho notato tra i miei studenti giovani e diversamente giovani, è che i primi avevano combinato ancora poco nella loro vita, quindi erano più versatili, i secondi magari avevano già qualcosa che li vincolava a non potersi muovere o a dedicare meno tempo allo studio (figli, lavoro, genitori da accudire).

Dall’altro lato della campana ti dico anche che nessuno ti garantisce nulla, può anche essere che a fine Università tua ci sarà un crollo di interesse globale nel settore spaziale (che nessuno in questo forum si augura), abbiamo visto quest’anno che il mondo può cambiare improvvisamente. Quindi tutte le scelte che fai hanno un rischio di fallire. L’importante è essere informato dei rischi e accettarli o meno.

3 Mi Piace

Posso accettare di fallire in una graduatoria o in una selezione, sta nell’ordine delle cose ed è giusto così. La cosa che mi ha spaventato è il sentirmi precluso un futuro solo perché ho scoperto a 30 anni cosa voglio fare nella vita. Quindi ti ringrazio tantissimo, perché se davvero l’età è un fattore trascurabile allora mi sento molto meglio. Nonostante gli errori di valutazione commessi negli anni, l’idea di poter combinare qualcosa di buono professionalmente parlando è davvero rincuorante. Comunque no, i miei genitori per fortuna lavorano entrambi e sono in salute, a parte una relazione agli esordi che non penso sia vincolante, quindi ben vengano offerte da ogni dove!

Per varie vicissitudini personali ho iniziato a lavorare nel settore aeronautico oltre i 30 anni (come primo vero lavoro in campo ingegneristico) e adesso qualche anno dopo lavoro nel settore Spaziale.
Volendo se hai fortuna basta anche la triennale per lavorare nel settore, certo la cosa non e’ facile ma possibile. Purtroppo molte industrie Spaziali hanno interessi nel campo aeronautico e quello che ci aspetta nei prossimi anni non e’ noto!
Il mercato si e’ contratto parecchio in un solo mese e mezzo, dalla sera alla mattina, circa meta’ del business si e’ volatilizzato. La cosa non e’ confortante. Per il resto una laurea anche triennale in ingegneria aerospaziale e’ sempre un buon investimento (in Italia culturale, fuori dai nostri confini anche economico)

2 Mi Piace

Io non so davvero cosa potrò fare, non so se avrò la fortuna di potermi permettere una magistrale dovendo comunque lavorare per poter studiare e, in generale, vivere. Ecco, un altro aspetto interessante sarà vedere se e come riuscire ad ottenere una laurea specialistica, magari cominciando a lavorare con la triennale. Dopotutto vivo vicino Roma, ho la fortuna di avere l’Avio a pochi km! Se anche solo riuscissi ad entrare per uno stage sarebbe un sogno!