L’Australia avrà una sua agenzia spaziale


#1

#2

Che dire?Un grande salto in avanti…ah già, in tema di salti giocano in casa :slight_smile:


#3

Ahahahah. :smiley: :smiley:


#4

E con la solita anti-formalità australiana nei giorni scorsi il governo australiano aveva fatto girare su Twitter un possibile nome per la nuova agenzia: Australian Research & Space Exploration Agency, ovvero ARSE :stuck_out_tongue_winking_eye:
(per chi non lo sapesse “arse” è un modo abbastanza educato per dire “sedere”)
Ovviamente era uno scherzo… almeno credo… :slight_smile:


#5

Hanno intenzione di “farsi” anche un sito di lancio (o magari già lo hanno?)?
Son belli lontani dall’equatore…


#6

Una volta esisteva il sito di Woomera, da cui lanciavano gli inglesi negli anni 60 e 70. Non so se sia ancora attivo. Comunque non credo che il nord dell’Australia sia molto più lontano della Florida dall’equatore…


#7

A Woomera vedo ancora una cittadina ed un aereoporto, direi in mezzo al deserto australiano, ed è a 35° S. Il nord è a 12-15° S, mentre la Florida è a 26° N
Data tutta l’estensione di terra che hanno, se volessero fare un sito di lancio non penso avrebbero troppi problemi!

edit: all’ingresso del paese c’è un tourist info con un razzo,


#8

Hai ragione, mi ero fatto un mappamondo mentale con l’Australia molto più a sud… invece è per quasi metà al di sopra del tropico del Capricorno, mentre il KSC è a malapena su quello del Cancro


#9

Segnalo un panel live a breve dell’agenzia spaziale australiana e le principali aziende del settore.

https://www.tmro.tv/live/

AstronauticAgenda


#10

Sarà interessante vedere quanto sarà il budget di questa agenzia spaziale e la mission :smiley:


#11

Peccato non abbiano fatto un Agenzia spaziale comune con UK,Canada e Nuova Zelanda.


#12

Perché mai avrebbero dovuto farlo?

OT: Mi ricorda un fumetto che ho che si chiama “Ministero dello spazio”… dove sono gli inglesi che vincono la corsa allo spazio…


#13

Sono quattro Paesi del Commonwealth con forti legami storici e culturali, e hanno lo stesso capo dello Stato: la Regina Elisabetta.
Un unico programma spaziale condiviso e magari un unica agenzia spaziale avrebbero forse molto più senso che andare ognuno per conto propio


#14

Qualcuno è riuscito a seguire il panel? Hanno qualche novità?

AstronauticAgenda


#15

Pare che oggi sia diventata operativa.


#16

“L’agenzia spaziale è già in discussione con gli Stati Uniti, sul piano della NASA per un gateway lunare”, ha detto. [il capo della Agenzia Spaziale Australia].

Cosa possano apportare oltre i soldi lo ignoro … ma servono anche quelli

Ho cercato conferma nel sito ufficiale, ma esistono solo delle pagine ospitate nel ministero dell’industria e della scienza.


#17

E’ uscito il pdf che spiega la mission e le priorità dell’Agenzia Spaziale Australiana.

image


#18

Ho avuto solo adesso la possibilità di leggerlo. Direi che hanno le idee molto chiare, tanto di cappello!
Tra l’altro ho scoperto che una gran parte dell’Australia è sotto la loro giurisdizione, e non mancano di citarla nel caso si rivelasse utile per qualche installazione relativa allo spazio.
Ho anche notato che mettono parecchia enfasi nel sottolineare gli scopi civili dell’Agenzia.


#19

Ammetto che mi ero perso questa discussione, ma vagabonando su Twitter mi sono imbattuto nell’account ufficiale dell’agenzia, molto interessante il fatto che stiano mirando allo spazio. Allego il video-presentazione, che risale a dicembre :slight_smile:

È anche possibile iscriversi alla newsletter da questo link, io l’ho già fatto, tanto per rimanere aggiornato. Ho anche ricevuto la prima comunicazione, niente di sensazionale da segnalare se non che noto che la neo-nata agenzia sta dimostrando una buona volontà di farsi conoscere dal pubblico.

Altra cosa che potrebbe essere interessante: domani alle 19 locali alla University of Southern Australia, il capo dell’agenzia spaziale australiana Megan Clark introdurrà una discussione/tavola rotonda, Opportunities in Australia’s Space Industry. Cito dalla mail: “Discussion will include a sustainable space sector including recent initiatives, what future opportunities there are and how we can build upon the wide range of space-related capability that currently exists”. Purtroppo non penso si potrà seguire live ma sarebbe interessante sentir parlare Meghan Clark, almeno io sono curioso perché non saprei bene cosa aspettarmi da questa realtà nascente. Ora mi leggo il pdf che ha postato @PherosNike e magari qualche risposta la trovo :slight_smile:


#20

E io mi iscrivo alla newsletter! Grazie