La Cina costruirà una stazione spaziale?

Secondo un articolo apparso su Space Travel la Cina costruirà una stazione spaziale propria dopo il lancio della Shenzhou 7.
Dato che la Shenzhou sette sarà lanciata nel settembre del 2008 con tre astronauti a bordo sono iniziate le selezioni per trovare questi astronauti!
Il razzo sarà pronto alla fine di quest’anno.
A differenza di quelli della Shenzhou VI gli astronauti andranno fuori dal modulo per effettuare una camminata spaziale, alcune operazioni ed installeranno degli equipaggiamenti. Tutto questo come addestramento per costruire la stazione spaziale.
Le parole sono di Song Zhengyu, deputy director-designer of carrier rocket F of March II and research fellow of the first institute of the China Aerospace Science & Technology Corp (CASTC).

Source: Xinhua News Agency
liberamente tradutto da “Space Travel”

Qui c’è un’articolo sull’argomento uscito qualche giorno fa:

China To Build A Space Station After Shenzhou 7

by Staff Writers
Beijing (XNA) Apr 27, 2006
China will launch Shenzhou VII with three astronauts in September 2008, after the Beijing Olympic Games, said Song Zhengyu, deputy director-designer of carrier rocket F of March II and research fellow of the first institute of the China Aerospace Science & Technology Corp (CASTC).

The preparation work goes smoothly, with the rocket to be ready at the end of this year. The selection and training of the three astronauts is getting under way.

Different form Shenzhou VI, the astronauts of Shenzhou VII will step out of the module for a space walk, operation, tightening up screws, and installment of equipment, with the aim to get ready for the building of a space station.

After the launch of Shenzhou VII, a space station with 20 tons will be built, Song said, adding that Shenzhou VII will also be launched at Jiuquan Satellite Launch Center in Jiuquan, northweat China’s Gansu Province.

Source: Xinhua News Agency

http://www.spacedaily.com/reports/China_To_Build_A_Space_Station_After_Shenzhou_7.html

La stazione dovrebbe essere formata da una shenzou modificata,lanciata senza equipaggio.La ministazione verrà raggiunta da altre shenzou. La prima,o le prime due shenzou in visita al termine della permanenza lasceranno attraccato il propio modulo orbitale (per un totale di un altro/altri due moduli aggiunti a stazione finita).Il primo avanposto Cinese in orbita,sarà piccolo,ma (tutto lascia pensare) estremamente funzionale ed efficente.E’ probabile che i Cinesi non perseguiranno missioni di lunghissima durata,ma resteranno su dai 28 ai 60 giorni.Non dimentichiamo infatti che questa prima stazione è un prototipo sperimentale atto a testare tecnologie e soluzioni ingegneristiche.Per quel che riguarda l’EVA,i Cinesi hanno tre possibilità: implementare una Sokol ,utilizzare una Orlan costruita su licenza o realizzare autonomamente una propia tuta extraveicolare.Ritengo che la soluzione più semplice,razionale,economica ed in linea con la filosofia del programma spaziale Cinese sia la seconda.Vedremo dunque una Orlan modificata (e chissà,forse migliorata).Non credo a nuove “corse allo spazio”.La Cina di oggi non è nè quella di trent’anni fa,e neanche la vecchia Unione Sovietica. Non è improbabile che i Cinesi divengano i migliori partner spaziali degli Stati Uniti (guadagnandoci anche un bel pò di milioni di dollari).

Per quel che riguarda l'EVA,i Cinesi hanno tre possibilità: implementare una Sokol ,utilizzare una Orlan costruita su licenza o realizzare autonomamente una propia tuta extraveicolare.Ritengo che la soluzione più semplice,razionale,economica ed in linea con la filosofia del programma spaziale Cinese sia la seconda.Vedremo dunque una Orlan modificata (e chissà,forse migliorata).Non credo a nuove "corse allo spazio".

Concordo. Credo sicuramente in un Orlan M, probabilmente modificata. Sono efficienti e performanti ma soprattutto sono già disponibili. Partire da una Sokol sarebbe controproducente, troppi soldi per implementazione, sviluppo e test; partire con la progettazione di un nuovo apparato sinceramente ora la vedo un ipotesi un pò troppo lontana. Probabilmente i test eseguiti e le performances ottenute con le prime eva impiegando una Orlan, daranno le indicazioni giuste ai tecnici cinesi su come muoversi e che scelte fare nel progettare il loro primo apparato pressurizzato per attività extra-veicolari, alla luce anche di quello che vorranno fare nello spazio.