La Cina è ormai pronta alla missione Shenzhou 10

https://www.astronautinews.it/2012/10/02/la-cina-e-ormai-pronta-alla-missione-shenzhou-10/

Il ragionamento dell’articolo non fa una piega però, viste le missioni precedenti e l’esperienza accumulata dagli equipaggi e dai tecnici a terra, chi può dire che per questa missione non intendano provare un approcio e un aggancio con la stazione spaziale al buoi? Effettuare queste operazioni, durante il transito della stazione nella parte non illuminata dell’orbita, porterebbe l’equipaggio ad aumentare il loro “bagaglio” di esperienze, è perfezionare una tecnica ancora non testata durante le loro missioni.

Come non darti ragione.
L’articolo raccoglie indiscrezioni e ragionamenti su quanto la Cina potrebbe proporre prossimamente.

Purtroppo per noi i cinesi sono sempre piuttosto abbottonati e non rilasciano mai troppe dichiarazioni ufficiali…

Anche Flightglobal conferma quanto riferito dall’articolo di Marco.

Comunque sia, questa nuova procedura di approcio alla loro base orbitante “dice” chiaramente le loro intenzioni di testare manovre che, in un prossimo futuro, potrebbero essere utilizzate per un approcio con la ISS. Spero vivamente che la NASA superi le sue “barriere” e che apra i “cancelli” per una possibile missione congiunta con la Cina.

ma invece con i russi la si vede possibile? il know how mi pare l abbiano preso da loro, oltre al fatto che a differenza della nasa non hanno nessuna capsula nuova o simili in vista, o è troppo fantapolitica come ipotesi?

Per approcciare la ISS ovviamente ci vuole il consenso di tutti i partner, mentre per una futura collaborazione per altri avamposti o altre missioni non escluderei niente…mi sembra chiaro che i russi non abbiano intenzione di sviluppare autonomamente progetti particolarmente ambiziosi, anche se ogni tanto qualcuno rilascia interviste che evocano stazioni spaziali russe sulla Luna, su Marte arte o chissà dove…al momento mi pare l’idea sia quella di continuare con il minor sforzo possibile, ossia cercando di sfruttare al massimo ciò che è stato fatto in epoca sovietica, in pratica.
Per cui in un dopo-ISS forse troveranno utile una partnership con la Cina…ma bisognerà vedere su quale terreno si giocherà il primo passo dell’astronautica: piccole stazioni in LEO? Grossa stazione internazionale in L2 o sulla superficie lunare? Missioni manned verso asteroidi o persino Marte?
Non so i cinesi fino a che punto vorranno spingersi…