La sonda Dawn si avvicina a Cerere


#1

https://www.astronautinews.it/2017/10/31/la-sonda-dawn-si-avvicina-a-cerere/


#2

la sonda DAWN ha raggiunto l’orbita con parametri 430 km x 4.690 km x 74,6° (periapside x apoapside x inclinazione) intorno a Cerere con lo scopo di raggiungere, nei prossimi mesi, un’orbita a soli 35 km di distanza dal pianeta nano


#3

Le orbite precedenti (XMO5 e XMO6):

… e la XMO7! (l’ellisse più interno)

Finora la quota più bassa raggiunta è stat di 385 km.
A 35 km di quota la telecamera avrà una risoluzione di 3.3m/pixel invece dei precedenti 35.
http://win98.altervista.org/telescopio.html

Foto di Occator da 385 km di quota:



#4

In trepidante attesa di nuovi dettagli.


#5

Feed twitter Dawn
Sito ufficiale Dawn

Blog di Emily:

Altro tizio :slight_smile: che scrive usualmente di Dawn:

(in fondo alla sua pagina ci cono i suoi ultimi articoli)


#6

Motori a ioni spenti.
Per sempre.

https://twitter.com/NASA_Dawn/status/1012468549321818112

Dawn ha raggiunto la sua orbita finale, la eXhaggerated… volevo dire , eXtended Mission Orbit n. 7 (XMO7), che periodicamente la porta a un perigeo di soli 35 km.
E’ già la 7a volta che estendono la missione, ma ormai il carburante rimasto (idrazina) nei motori di assetto (RCS) è davvero poco: probabilmente non durerà più di un paio di mesi (al 31 maggio, dei 45 litri iniziali ne erano rimasti 7), dopodichè, essendo anche tutte le ruote di inerzia ormai guaste, Dawn non potrà più ruotare per puntare le antenne verso terra o i motori a ioni nella direzione giusta, e quindi diventerà di fatto ingovernabile e inutilizzabile; Dawn diventerà un “monumento alla sciernza aerospaziale” parcheggiato per sempre lì, senza nessun attrito atmosferico a tirarla giù.

Non può essere fatta atterrare o schiantare su Ceres per via del “trattato di protezione ambientale intergalattica” o come si chiama…

Ogni orbita dura poco più di un giorno, il perigeo è intorno ai 50°-60° di latitudine e si sposta verso sud di 2° ad ogni orbita.

Dawn era stata lanciata nel 2007.

Elenco immagini più recenti:
https://dawn.jpl.nasa.gov/multimedia/images/ceres.html?view=list_view


#7

Per ora non si può fare di meglio, in mancanza di altre immagini, però già così è intrigante!

(servono occhialini rosso-blu)


#8

A me sembra che 7 litri di idrazina siano tanti, non pochi. Ma non ho idea del consumo per il controllo di assetto. In ogni caso Dawn ha già dato davvero tanto!


#9

Effettivamente non sarebbero pochi 7 litri di idrazina, ma con tutte le reaction weels fuori uso ogni manovra di assetto va fatta con i trusters, per cui…


#10

Arriva anche per Dawn la triste notizia… :cry: Idrazina finita.


#11

Ahimè… un’altra gloriosa sonda che se ne va


#12

Nooo… due spettacolari missioni che terminano quasi in simultanea! :sleepy:

Ora vogliamo un lander su Vesta e Cerere! Le immagini di Dawn ci hanno fatto venire l’acquolina in bocca.


#13

Anche Jim saluta Dawn.


#14

nel giro di niente abbiamo perso Dawn e Kepler. E con un piede nella tomba abbiamo Opportunity. Non è un bel periodo per gli amanti dei probe spaziali. Di questo passo monteranno gli infarti. Il mio cuore deve ancora riprendersi da Cassini. :slightly_frowning_face: :pensive:


#15

Come no?! Hayabusa2 è su Ryugu!! OSIRIS-REx sta arrivando su Bennu! InSight sta per atterrare su Marte! Parker Solar Probe e BepiColombo sono appena partiti!! Mannaggia se è un bel periodo. Semplicemente succedono molte cose, per due sonde che lavorano una si spegne.


#16

Ovvio ovvio. Non intendevo che è un periodo grigio per l esplorazione robotica. Alludevo al fatto che dopo tanti anni che una sonda opera nello spazio, quasi ti ci affezioni, ti abitui alla sua presenza. Le sue immagini diventano cosa quotidiana. Alzarsi poi un giorno per venire a sapere che quella sonda che per anni hai seguito è andata per sempre… beh. Persino gli stessi controllori ci rimangono male anche se sanno cje è ovvio. Mi viene in mente quello che successe con Spirit


#17

di certo il fattore emotivo è difficile poterlo escludere