La velocità nello spazio


#1

Buongiorno a tutti,
ho un quesito che mi assilla da questa mattina e credo sia dovuto alla mia scarsa conoscenza della fisica, mi scuso quindi se mi esprimerò in un linguaggio elementare e se il mio quesito può apparire stupido a chi conosce realmente la fisica, ma in fondo sono qui per imparare no? :flushed:

Parto dal classico esempio dell’auto ai 130 Km/h in autostrada, la velocità è definita prendendo come riferimento l’ambiente circostante, ma se supero un camion che va ai 100 Km/h la mia velocità relativa al camion è di 30 Km/h. Quindi la mia velocità dipende dal piano di riferimento sul quale la calcolo. Se sto seduto sono fermo rispetto a ciò che mi circonda ma in realtà mi sto muovendo in quanto la terra ruota su se stessa e attorno al sole ecc…

Se spostiamo tutto questo nello spazio, come faccio a misurare la velocità di un oggetto? Qual’è il piano di riferimento da prendere in esame considerando che tutto si muove?

Vi ringrazio in anticipo per la risposta, spero che nessuno la prenda a male e al massimo si faccia 2 risate :grin:


#2

avevo avuto lo stesso dubbio qualche anno fa…

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=16034.0


#3

Si, la velocità è relativa al punto di riferimento che si prende.
Nel caso dello spazio, è relativa al pozzo gravitazionale che prendi in considerazione. Nel nostro caso i pozzi sono tre: la Terra, il Sole e la Via Lattea.
Un satellite che si muove verso la Luna è ancora nel pozzo gravitazionale della Terra e la velocità relativa è in riferimento alla terra; se voli verso Marte il pozzo è quello del Sole, finché non scendi in quello di Marte; se volessi andare su Proxima Centauri devi prendere il pozzo della Via Lattea come riferimento.
A voler fare i precisini, dovresti sempre prendere come riferimento principale la Via Lattea, ma ottieni come risultato di complicare i calcoli per nulla. Per esempio puoi usare la relatività per calcolare l’orbita di Giove, ma complichi i calcoli per nulla, quando puoi usare la meccanica newtoniana, visto che gli effetti della relatività per Giove sono ininfluenti.
Ad essere ancora più precisini, anche la Via Lattea si muove, quindi occorre un quarto punto di riferimento, e tuttavia, sommando tutte queste velocità, siamo ancora ben al di sotto della velocità della luce.
Questo però è un concetto importante per il Primo Principio della Dinamica: un corpo rimane in stato di quiete o di moto rettilineo uniforme se nulla interviene a modificare il suo stato. Nella realtà quiete e moto rettilineo uniforme sono impossibili, ma definiscono lo spazio ideale in cui si muovono tutte le forze.


#4

Quando si è all’interno del sistema solare a volte si prende il centro del Sole come riferimento, altre volte il baricentro del sistema solare, il quale a volte si trova addirittura all’esterno del Sole. Per restare “omogenei” alle parole di Ares, molte volte si preferisce usare come riferimento il pozzo gravitazionale dell’intero sistema solare.


#5

Grazie mille per le risposte, siete stati chiarissimi.


#6

Quindi, da ora in poi, quando vi chiederanno a quanto siete andati come velocità massima con la vostra auto, potrete rispondere 1.152.000 km/h, rispetto al centro della galassia


#7

Pensa che multa!


#8

Esatto, speriamo non lo venga a sapere il vigile :grinning: