Lavorare per le grandi agenzie spaziali: NASA ed ESA

One word of caution riguardo il fullbright. Il tipo di visto che ottieni per entrare in USA con questo programma si chiama J-1, e quando il salario viene pagato da fondi governativi (USA o Italia) ed in altre categorie specialisiche, ti viene appioppata la “regola dei due anni”. La 2YHRR (two years home residency rule) stabilishe che alla fine del programma devi rientrare nel paese di origine e risiedervi per almeno due anni. Tutte le persone che ho conosciuto con il fullbright avevano la 2YHRR, e non ci sono santi che tengano, non e’ possibile ottenere un waiver. Il visto J-1 dura nominalmente tre anni, e puo’ essere rinnovato per altri tre, ma dopo questi 3 (o 6) anni devi rientrare. Nemmeno se ti sposi con una americana ti permettono di rimanere.

Attenzione quindi a partecipare ad un bando fullbright nel caso ritenete possibile che decidiate di restare in USA.

Paolo

Rover solo una cosa: in un topic dicevi dell’importanza dell’inglese…
ma a che livello intendi? (voglio dire a che ordine di grandezza toefl, o che livello di certificati di cambridge)

Rover solo una cosa: in un topic dicevi dell'importanza dell'inglese... ma a che livello intendi? (voglio dire a che ordine di grandezza toefl, o che livello di certificati di cambridge)

Io avevo il FCE quando ho iniziato a lavorare in USA. L’unico test che il governo USA ha fatto circa la conoscenza del mio inglese e’ stato al momento della intervista per la cittadinanza. Ho dovuto scrivere su un foglio di carta “the car is green”. Ad ogni modo realizzerai ben presto che il tuo inglese sara’ sempre meglio della marea di asiatici che troverai (non e’ un commento razzista, qui il SoCal sono circa il 20% ed il loro inglese e’ terribile!). E rimarrai sorpreso la prima volta che troverai un errore di spelling nella e-mail del tuo supervisor.

Avrai difficolta’ a sostenere una conversazione di carattere generico (mancanza di vocaboli ed espressioni gergali) ma a livello professionale non credo che ci siano grossi problemi.

Paolo

grazie per i tuoi sempre preziosi consigli…
stavo temendo la scure del proficiency a mettere a nudo le mie lacune! :wink:

stavo temendo la scure del proficiency a mettere a nudo le mie lacune! ;-)

“Noio volevon savuar…” – Totò

Paolo Amoroso

…l’indrìsss…:smiley:

  • ma da dove venite voi, dalla val brembana?

che spettacolo…