Licenziamenti in arrivo per SpaceX


#21

A meno che non si preferisca riassumere invece che trasferire i dipendenti come suggeriva qualcuno… Non sono d’accordo sulle motivazioni ipotizzati.
Servono sicuramente meno Merlin ma c’è bisogno di fare il ramp-up dei Raptor…
Se si producono meno booster ma si producono più upper-stage la differenza è minima (e la produzione è già in gran parte condivisa).
Le Dragon 1 sono a fine carriera ma le Dragon 2 hanno ancora molti anni davanti (e molti nuovi esemplari da costituire)…

Comunque stiamo parlando di un’azienda ormai veramente grossa, secondo me è comunque comprensione che dopo 4 o 5 anni di assunzioni senza sosta si faccia una scrematura.
Ovviamente con le “nostre” regole sul lavoro non sarebbe così facile.


#22

Ecco appunto, gli ultimi 2 tweet di Berger sono abbastanza chiari, ed è più o meno il pensiero che ho espresso nel mio primo post.

E sottoscrivo l’osservazione di bigshot qui sopra, relativa al fatto che negli ultimi anni SpaceX è cresciuta tantissimo e quindi prima o dopo una “scrematura” della forza-lavoro è anche fisiologica.

Non vorrei addentrarmi in rischiosi discorsi socio-economici, ma come avevo accennato prima sappiamo bene che in America le industrie/società sono tutto fuorchè “opere pie”, a differerenza dell’Europa dove per molti dovrebbero operare quasi come delle Onlus.
Diciamo che a mio personale avviso la proverbiale via di mezzo, come spesso accade, sarebbe la cosa migliore.
E scusate il piccolo off-topic.


#23

Beh nel Nord Europa si licenzia liberamente come negli USA. Direi che la pratica riguarda più il nostro Paese o quella che viene chiamata in modo dispregiativo il Sud Europa.


#24

Cio che pare invece credo sia. I prezzi nella next gen di razzi saranno tutti più bassi rispetto all attuale e mirano tutti a effettuare lanci doppi grazie agli enormi fairing a disposizione. Saranno competitivi. Tutti questi razzi hanno già pasaato la loro CDR. Ariane 6 e Vulcan hanno già hardware in costruzione. NG ha la fabbrica pronta (anche se poco trapela). OmegA ha ha il test del primo e del secondo stadio in programma per quest anno. In particolare OmegA mi sembra un razzo dal grande potenziale. Booster di nuova concezione composito. In particolare la formula che mi interessa é il fatto in casa. La Orbital ATK (si so che non si chiama cosi but still), produrrà ogni pezzo del vettore in casa, fairing inclusi. Gli unici pezzi esterni sono i 2 RL-10C. Questa formula abbatte i costi di un bel po’. La concorrenza arriva…


#25

Su Teslarati (voce ufficiosa di tutto quello che è legato a Elon Musk, da SpaceX a Telsa), si discute sui metodi poco ‘umani’ di licenziare le persone tramite e-mail obbligandole a lasciare il posto di lavoro entro la giornata…
Purtroppo a me è successo nel 2009 (dopo 21 anni nella stessa azienda, nella quale avevo fatto un’ottima carriera) con una raccomandata mentre ero al lavoro e quindi, almeno in questo, l’Italia si può “vantare” di essere al pari degli USA. :rage:


#26

Anche questa è una consuetudine piuttosto “tipica” dell’America, ovvero il licenziamento senza tanti preavvisi ed il fatto di dover “smammare” in giornata.


#27

Da me te lo dicono il giorno dopo.
Non il licenziamento, ma il cambio di mansioni. A questo livello ancora non ci siamo arrivati, ma date tempo al tempo…
Sulla moralità si potrebbe aprire un forum specifico, però sarebbe meglio un poco di bon-ton.
Ma pare che l’approccio degli apparati dirigenziali moderni sia quello di avere sempre meno rapporti con il personale, quindi quanto sopra si spiega.
Il sistema USA è valido se vivi in uno stato che offre ampie possibilità, ma in un sistema Italia con tantissima offerta a basso costo, dove se hai una laurea in materie umanistiche non puoi andare a pulire i gabinetti perché ti dicono che sei demansionato…
Mi auguro che quel 10% e più trovi alla svelta un lavoro di pari livello e magari più soddisfacente.


#28

Quel che non capisco, ma davvero, non ironicamente, è come si faccia ad avere una continuità di lavoro, di prodotto, di know-how aziendale con una gestione del personale di questo genere. Nel mio piccolo, ogni volta che devo formare un dipendente ci metto da uno a due anni, e se questi se ne va prima di qualche altro anno mi crea un danno notevole. Una forza lavoro motivata e addestrata è (per me) il primo asset dell’azienda, specialmente se tecnologica (non parliamo di scaricatori ai mercati generali). Ma vedo che evidentemente le mie idee non sono applicabili a queste scale :wink:


#29

sarebbe utile sapere in che mansioni erano impiegati. ci sono settori, ad esempio le lavorazioni meccaniche, in cui se ti serve un fresatore o un tornitore lo trovi sul mercato. anche per dire un modellatore fem o cfd. più difficile se cerchi un capo progetto di un motore da razzo…ma sospetto che quelli li tengano


#30

Girovagando su reddit si parla da gente che si occupava delle supply lines e gente che guidava. Si parla anche di ingegneri. É difficile fare un quadro completo riguardo le percentuali.


#31

Con il tempo un azienda che si ingrandisce tende ad assumere personale in surplus per attività marginali, ma il 10%… possibile.
Ne deduco che:
1 il loro lavoro era marginale;
2 il loro lavoro è in qualche modo esaurito, non serve più;
3 il loro lavoro cadrà sulle spalle di altri;
4 le prime tre voci assieme.

Il mondo del lavoro tende ad essere un attività per asceti: o lavori o vivi.
Un giorno nel curriculum dovremo dimostrare d’essere votati alla castità. :grin:


#32

E più va avanti lo shutdown e più si aggiunge casini.
Tethers ha chiuso ieri il 20% di forza lavoro.


#33

Si taglia anche in Tesla


#34

E cosa c’entra con SpaceX?
P.s sono investitore Tesla, vorrei vedere come sono connesse le cose secondo te


#35

Modalità e percentuali sembrano molto simili a quelle di SpaceX. Con la differenza che Tesla è quotata in borsa e il mercato sembra non aver gradito.


#36

Modalità diverse e percentuali diverse. Settore commerciale diverso, motivi diversi. Ripeto, cosa ci incastra con SpaceX. Senno potremmo parlare anche delle assunzioni di The Boring Company e Neuralink se il filo conduttore è Musk


#37

Ma almeno qua siamo in Bar Spazio? Off topic, ecc ecc. Dai Majo, sìi clemente! :wink:


#38

Ok, point taken