Memorial Museum of Cosmonautics, Mosca. Visita del 6 Aprile. Fotoreport.


#1

Ciao a Tutti.

Venerdì 6 Aprile ho avuto modo di visitare il Memorial Museum of Cosmonautics di Mosca.
Si trova a 50 metri dall’uscita della stazione metro VDNH (se pensate di visitare Mosca ecludete qualsiasi altro mezzo di trasporto, la metro è economica ed efficiente e vi porta ovunque in città). Ingresso 200 Rubli (5 Euro), se volete fare foto sono altri 200 Rubli.
A chi interessa, potete scaricare le foto che ho fatto da questo link: http://oron.com/i3znxvcfiba0
Oppure visibili qui: http://www.flickr.com/photos/78899533@N02/sets/72157629791282745/
Purtroppo la macchinetta era in prestito e lo schermo LCD non funzionava bene, per cui non avevo modo di controllare il risultato. Inoltre in alcune zone non è ammesso l’uso del Flash e l’illuminazione del locale è finalizzata all’effetto complessivo ma non alle riprese. Infine la sequenza non rispetta l’ordine di esposizione perchè ho dovuto uscire a comprare le batterie che la macchinetta sembrava prosciugare come un’idrovora.

Il museo è ciò che il nome suggerisce, un museo alla memoria, quindi è ricco di repliche, fotografie e maquette ma di materiale originale non ce n’è poi molto.
C’è una Vostok ma non è chiaro in quale missione sia stata usata (l’interno non sembra essere stato investito dal getto dei razzi di espulsione del sedile, per cui probabilmente è una versione di test). Inoltre sono presenti due moduli di rientro Soyuz, di cui uno appartenente alla Soyuz 37 di VICTOR GORBATKO & TUÂN PHAM verso la stazione Salyut 6 del 1980, e uno non ben definito utilizzato per un diorama di atterraggio nella foresta. Visto dal vero pare impossibile che tre persone possano starci dentro.
Un pezzo interessante sembra essere la tuta per l’EVA di Leonov ma in condizioni un po’ troppo buone perchè si tratti dell’originale, così come la tenda gonfiabile. Ci sono poi tutta una serie di abiti e oggetti appartenuti a Korolev e a Glushko affiancati da fotografie in cui sono ripresi con indosso i suddetti abiti (carino).
Forse l’articolo di maggior valore è la tuta spaziale di Collins utilizzata nella missione Apollo 11.
Per il resto c’è un po’ di tutto: modelli a scala naturale di varie sonde e modelli in scala ridotta di vettori, tute spaziali usate e non, un modello a scala naturale del modulo orbitale agganciato ad un modulo di rientro della Soyuz ecc…

Complessivamente una visita piacevole e con un gusto retrò che non lascia indifferente, specie a chi è sensibile al valore storico.
Usciti dal museo girate a sinistra e sempre dritto fino all’ingresso dell’area VDNH. Fatevi un chilometro a piedi ed arrivate ad un razzo Vostok 1:1 in esposizione permanente (da vedere).

Renato


#2

Invidia ai massimi livelli :angry:


#3

E si invidia, invidia e ancora invidia!


#4

Grazie del report!


#5

Foto bellissime!!
Grazie di averle condivise con noi. :smile:


#6

Grazie mille!
Se mai avrai il tempo, magari facci un album su flickr con una breve didascalia per ogni foto (per chi non mastica il cirillico :slight_smile: )


#7

Voila:

http://www.flickr.com/photos/78899533@N02/sets/72157629791282745/

Come si fa a ruotare le foto su Flickr?

Le ho riordinate in sequenza espositiva all’interno del museo. Nel file .rar ci sono anche un paio di clips che ho girato nella piazza rossa tentando di trovare le lapidi di Gagarin, Komarov e Korolev (con super zoom e mano poco ferma).

Commenti e contributi sono più che graditi.

Ciao.

Renato


#8

Grazie Renato, sei stato efficientissimo!

C’è un bottone in alto a sinistra sopra alla foto: AZIONI > RUOTA


#9

Grazie.

Adesso dovrebbero essere a posto.


#10

Complimenti, bellissime foto


#11

Belle foto, ho anche lasciato qualche messaggio (scusa la citazione di Guccini e Bonvi.)

Fino alle ultime foto non avevo mai compreso che per lanciare le Vostok le appendevano… Solo i Russi…


#12

Al momento del lancio il razzo rimaneva appeso ai cosiddetti “Ball Joints”, i giunti di connessione fra Strap on Booster e Il vettore centrale.
I supporti al decollo si aprivano a petalo.
Altra discussione meriterebbe la sequenza di distacco dei strap on booster. Magari aprirò un topic in un’altra sezione ma mi piacerebbe fare una piccola animazione 3D. Mi piacerebbe anche avere un milione di euro…

Ciao

Renato


#13

Fai pure l’animazione… nessuno si lamenterà :wink:
Per il milione di euro… prova con una colletta :stuck_out_tongue_winking_eye: