Modifiche all'Ares V

E mentre aspettiamo il 23 maggio per vedere quali saranno i cambiamenti che dovrà subire l’Orion e l’Ares I, nel frattempo sta già cambiando l’Ares V: più alto di 2 metri e più pesante di quasi 3 tonnellate con capacità di payload un po’ più bassa. Inoltre il tempo di permanenza in orbita di parcheggio terrestre del 3° stadio viene ridotto da 90 giorni a 14 giorni, con un piano di missione che prevede il lancio dell’equipaggio il giorno dopo il lancio dell’Ares V. Insomma grandi cambiamenti all’orizzonte.

http://www.nasaspaceflight.com/content/?cid=5086

Interessante la notizia che per i voli lunari si prevede di lanciare l’Ares V il giorno precedente Ares I, e con la capacità di permanenza in orbita di 14 giorni a causa del “boil off” ci saranno 3 finestre di lancio distanziate di 4 giorni.

E’ ancora tutto sulla carta ma, secondo me, c’è già da rimanere perplessi:

  • Peso Totale: +2789 kg
  • Carico Utile: -2100 kg
  • Modulo Lunare: -2200 kg
  • Propellente Stadio “Core”: +4436 kg
  • Giorni in LEO massimi: da 90 a 14 (poi il propellente “scade”)
  • Opportunità di Lancio di Orion: solo 3 (poi si butta tutto?)

Aspettando il destino di Ares I, non mi sembrano partiti col piede giusto neppure per Ares V.

Brutte notizie signori, ma proprio brutte brutte…
Insomma, più o meno tutti si affrettano a spalare le prime badilate di terra sulla tomba dello Shuttle, ragionando sul suo fallimento, e davanti abbiamo questo futuro, boh…
Vedo sempre più vicino il giorno in cui il partito dei “navettisti” intonerà il coro del “ve l’avevo detto” ai fautori dei secchi di bulloni.
La vedo male.

Non dire “gatto” se non l’hai nel “secchio”…pardon,nel sacco. :wink:

Anche su ARES-V si comincia a tornare indietro… il carico utile che scende di ben 2200 chilogrammi!!! mentre il peso del tutto aumenta? Ma i calcoli alla NASA li sanno fare o no? Mi viene questo atroce dubbio… chiedo un favore ai più compententi di questo argomento nel Forum… è davvero così difficile “azzeccare” peso, prestazioni e carico utile di un “nuovo” vettore? Dico “nuovo” fra virgolette perchè i motori sono già stati utilizzati… (J-2 e SRBS)… :scream:

Anche su ARES-V si comincia a tornare indietro... il carico utile che scende di ben 2200 chilogrammi!!! mentre il peso del tutto aumenta? Ma i calcoli alla NASA li sanno fare o no? Mi viene questo atroce dubbio... chiedo un favore ai più compententi di questo argomento nel Forum... è davvero così difficile "azzeccare" peso, prestazioni e carico utile di un "nuovo" vettore? Dico "nuovo" fra virgolette perchè i motori sono già stati utilizzati... (J-2 e SRBS)... :scream:
E' evidente che,almeno i calcoli alla NASA li sappiano fare.Quindi? Io credo che il problema da una parte sia il voler aggiustare un vestito vecchio per una nuova occasione,dall'altro i finanziamenti certo non al livello del programma Apollo (e neanche dello Shuttle).

A meno che, quando hanno presentato inizialmente le prestazioni dei nuovi mezzi della Vision, non avessero svolto solamente un avamprogetto preliminare. Se non sbaglio hanno discusso (ma posso benissimo sbagliarmi!) la SRR (System Requirements Review), dove si analizzano i requisiti di sistema necessari, da implementare. Il risultato definitivo, e l’elenco preciso delle prestazioni, si avrà al termine della fase di design (CDR). Nel frattempo è tutta un’implementazione continua di somme e sottrazioni! Non saprei: ok, due tonnellate circa dal payload di Ares V non sono relativamente poche, però quelle aggiunte alla massa finale (circa tre tonn) non mi paiono troppo eccessive!
Tali modifiche sono dovute spesso anche alla scelta di soluzione tecnologica adottata nei vari sistemi, oppure semplicemente, al budget a disposizione! Non posso progettare un sottosistema all’avanguardia o che venga realizzato con processi industriali innovativi, se poi non ho i soldi per la produzione!
Ripeto, non credo che buttino dei numeri a caso e spannometricamente cercano di progettare nuovi lanciatori!
Sarebbe interessante scoprire quanto siano variate masse e prestazioni di altri programmi spaziali, dal loro nascere al loro ingresso invita operativa! Immagino che anche un avamprogetto come il moonlight (Archi aiutami/picchiami tu!) se implementato, presenti delle variazioni, più o meno notevoli a seconda delle soluzioni progettuali adottate!
Anche se non mi convince molto, come già detto ampiamente da tutti noi in queste pagine, stiamo a vedé! :smiley:
In quanto a variazioni di programma e prestazioni, ricordiamoci il buon (è proprio il caso di dirlo!) vecchio Columbus, nato per quello scenario che ben conosciamo… e che non vedremo mai!

Secondo me il problema alla NASA è che hanno sempre un eccesso di informazioni da rilasciare, nel senso che di solito, misure, prestazioni ecc. vengono rilasciati a progetto concluso e non i dati di avanprogetto che è ovvio che possano variare perchè è ovvio che i dati rilasciati dopo un anno dall’inizio del programma non siano molto veritieri… E’ ormai consolidato il “vizio” di rilasciare subito tutte le specifiche di un nuovo progetto, soprattutto se così grande, non appena inizia la fase di sviluppo, ed è normale che molti valori cambino durante le fasi avanzate di progettazione, ma ogni variazione (che sarà certamente in meno, perchè i requisiti sono sempre ultra-stringenti) verrà visto dalla gente come un non saper fare i calcoli o un’incapacità di sviluppo…
Questa è l’idea che mi sono fatto, ed è l’esempio che anche un eccesso di informazioni può essere deleterio per chi progetta…

Non vorrei entrare a sproposito nella discussione, ma sono sicuro che abbiate già affrontato il problema del futuro che è in realtà un salto indietro di 40 anni.
Anzi, grazie se mi segnalate i topic “topici” :wink:

Comunque trovo pazzeschi questi aggiustamenti in peggio per un programma che nasce già limitato, anche solo considerando l’assurdità di 2 lanci separati, alla luce della difficoltà congenita nel rispettare i tempi di decollo (per cause naturali e non)…

Ehmm per i topic “topici” ti consiglio di sfogliare la sezione dedicata al programma Constellation/Orion che c’è molto… per il resto… la vedo un po’ diversamente da te soprattutto sulla critica dei due lanci separati piuttosto che un unico lancio “all in one”, che secondo me è una delle poche innovazioni realmente positive del programma…

Non sono certo una buona cosa, tutte queste modifiche, questo vuole dire che ci sono dei problemi e si stà cercando di rimediare nel miglior modo possibile.
Certo che, se vanno avanti di questo passo, si rischia di non riuscire più a farlo uscire dal VAB.
Con questi aumenti di peso, bisognerà provvedere a migliorare anche il super crawler previsto e molti altri sistemi.
Sinceramente, per l’ARES V , mi dispiace un poco, ma questo programma CEV sembra una barca che fa acqua da tutte le parti; speriamo che non affondi!

Per i topic mi sto aggiornando… ci vuole solo un po’ di tempo… chiedevo solo se c’era una discussione particolare… :wink:

Comunque vedremo quando avranno finito di correggere il tiro dove andremo a finire…
Però penso che non stiamo andando nella direzione giusta, complice la mancanza di fondi! :cry:

Però penso che non stiamo andando nella direzione giusta, complice la mancanza di fondi! :cry:

I fondi grossomodo ci sono. Il problema e’ che i costi come sempre sono stati sottostimati. E il concetto del “pay as you go” pare che sia gia’ stato dimenticato

Per i topic mi sto aggiornando... ci vuole solo un po' di tempo... chiedevo solo se c'era una discussione particolare... :wink:

La più recente dovrebbe essere questa:

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=3588

Parte da un aspetto particolare del progetto Orion/Constellation ma poi si trasforma in una approfondita analisi/dibattito.

Altro thread “corposo” sull’argomento:

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=3101

Buona lettura, se non l’hai già fatta!

Grazie Fabio. :smiley:

Non vorrei entrare a sproposito nella discussione, ma sono sicuro che abbiate già affrontato il problema del futuro che è in realtà un salto indietro di 40 anni. Anzi, grazie se mi segnalate i topic "topici" :wink:

Comunque trovo pazzeschi questi aggiustamenti in peggio per un programma che nasce già limitato, anche solo considerando l’assurdità di 2 lanci separati, alla luce della difficoltà congenita nel rispettare i tempi di decollo (per cause naturali e non)…

Come ben sanno tutti gli amici del Forum io sono un rappresentante del partito “AntiCEV” e sono contento di vedere un altro appassionato che ha “capito veramente” a cosa ci porterà (si noi visto che l’ESA sembra non voler decidere sul futuro manned…) questo programma della NASA… :rage:

... a cosa ci porterà (si noi visto che l'ESA sembra non voler decidere sul futuro manned...) questo programma della NASA... :rage:

L’ESA ha già deciso, si va a braccetto con la Russia, magari da Kourou, e forse presto con la nuova Soyuz circumlunare… poi si vedrà, ma non mettiamo altra carne al fuoco… in un thread che non c’entra un tubo… :grinning: