NASA 2021 e le politiche che influenzano l'amministrazione futura

Vorrei aprire questo thread per raccogliere gli eventi e le dichiarazioni relativi alla prossima amministrazione NASA, senza commenti che possono comunque essere fatti in uno dei tanti thread in bar spazio.

I punti fondamentali (IMHO) sono 3:

  • il budget 2021;
  • le assegnazioni di commissioni e sottocommissioni alla camera e al senato;
  • il prossimo amministratore NASA.

Budget 2021

Partendo dal primo, c’è stata una proposta della Camera e una del Senato sul finanziamento della NASA per il 2021 e non c’è ancora un accordo. I dettagli li stiamo discutendo in Astronauti sulla Luna nel 2024 o su Marte nel 2033? ovvero budget NASA 2021 La situazione al momento è che la NASA è in CR, continuous resolution, vuol dire che visto che il budget non è stato deciso e l’anno fiscale è già iniziato (1 ottobre), si continua sulle linee del budget del 2020. La CR in corso è questa:
https://www.congress.gov/bill/116th-congress/house-bill/8337
e scade l’11 dicembre. Entro quella data andrà approvato il budget, approvata una nuova CR oppure andranno chiusi tutti gli uffici federali (è già successo, non è una tragedia).

Commissioni e sottocommissioni

Questa è una questione che passa spesso dietro le quinte, ma fondamentalmente le commissioni decidono molto. È da loro che passano tutte le decisioni prima di essere discusse al Congresso. Una situazione con poche discordie avviene quando le commissioni e sottocommissioni vengono assegnate tutte a politici dello stesso partito. Fino al 2020 erano le seguenti, come riportato da planetary society:

House of Representatives
Rep. Kendra Horn (D-OK-05) Chair, Space Subcommittee Defeated by Stephanie Bice ®
Rep. Nita Lowey (D-NY-17) Chair, Appropriations Committee Retired
Rep. Jose Serrano (D-NY-15) Chair, CJS Appropriations Subcommittee Retired
Rep. Martha Roby (R-AL-02) CJS Appropriations Subcommittee Retired
Rep. Tom Graves (R-GA-14) CJS Appropriations Subcommittee Retired
Senate
Sen. Tom Udall (D-NV) Aviation and Space Subcommittee Retired
Sen. Cory Gardner (R-CO) Aviation and Space Subcommittee Defeated by John Hickenlooper (D)
Sen. Lamar Alexander (R-TN) CJS Appropriations Subcommittee Retired

Che sono un mix di repubblicani e democratici, perché i repubblicani avevano la maggioranza in Senato e i democratici alla Camera. Dal 2021 il Senato potrebbe passare ai democratici, dipende solo dal risultato delle elezioni in Georgia (il cui conteggio ancora è al 99%). Se vengono assegnati entrambi i senatori ai democratici, anche il Senato sarà a maggioranza democratica e avrà probabilmente tutte le sottocommissioni aerospaziali.

Amministratore NASA

Jim Bridenstine, l’attuale amministratore NASA, ha deciso che lascerà l’impegno appena Biden prenderà il suo posto da presidente. Se ne parla qui: Bridenstine lascia?
Non c’è ancora nessuna indicazione su chi possa essere il prossimo.

4 Mi Piace

Nuovo articolo di Giacomo Zanardi pubblicato su AstronautiNEWS.it

2 Mi Piace

come riportato da planetary society

L’articolo a cui si fa riferimento.

dipende solo dal risultato delle elezioni in Georgia (il cui conteggio ancora è al 99%).

Se non ho capito male, i due senatori della Georgia non dipendono da questo conteggio ma da un ballottaggio che si terrà il 5 di gennaio.

Segnalo anche un articolo sul NASA transition team di Biden:

1 Mi Piace

Biden ha mandato un team di esperti per lavorare sul futuro della NASA. Dall’articolo riportato sotto sembra che ci sarà più spazio per le attività commerciali e per le attività relative alle scienze della Terra.

Sono emerse altre cose secondarie, si continuerà a lavorare da casa alternando al lavoro in sede anche dopo la fine della pandemia, per aumentare la produttività. Questa è una cosa di cui da una decina d’anni sono un promotore, sono molto contento di questa scelta della NASA.

Inoltre, i 3 contractor del lander lunare sono stati invitati a proseguire nel loro lavoro e rispettare le scadenze.

4 Mi Piace

Ecco qualche cifra del bilancio NASA 2021.

Sovrafinanziate alcune missioni marziane, come Mars Sample Return (263 milioni, 30 in più della richiesta) e programma Mars Exploration in generale (570 milioni, 41,5 più della richiesta.

Rilassata anche la regola che vedeva l’uso obbligatorio di SLS per la missione Europa Clipper. Dovrà essere disponibile (beh, grazie :P) e che si riveli adatto strutturalmente alla sonda. Altrimenti si va a gara d’appalto aperta.

5 Mi Piace

E magari che raggiunga anche l’orbita terrestre… :wink:

Che quindi relegherebbe SLS alla sola Artemis

Come si sospettava per i landers non si e’ arrivati al miliardo.
Sono curioso di vedere cosa decideranno a Febbraio (visti i fondi sempre piu’ limitati): se fsranno un all in su una sola soluzione per almeno provare ad atterrare nel 2025 (il 2024 ormai e’ fantascienza) o spalmare le risorse su tutti e 3 i progetti allungando i tempi di sviluppo. C’e’ sempre chiaramente la possibile via di mezzo di sceglierne due :sunglasses:

Nel budget è anche specificato nel linguaggio che entro 180 giorni dall’entrata in vigore del budget, la NASA deve chiarire un manifesto dei voli cargo del Block 1B (che a questa tornata di budget ha avuto supporto in lungo a largo, complice anche la CDR finale). Questo manifesto che andrebbe a coprire uno spazio temporale fino al 2030, prende in considerazione missioni scientifiche come Europa Lander e Orbiter di Urano/Nettuno. Quindi missioni scientifiche ad altissimo profilo.

Ricordo come Europa Clipper abbia ricevuto ampio supporto dal congresso proprio in virtu di essere un payload per SLS. Potrebbe essere un modo per ottenere un altra missione scientifica ad altro profilo. In sostanza dipende tutto dalla cadenza dei lanci Artemis e dalla produzione di Core Stage. Spetterà alla NASA decidere per Clipper. Per voli futuri invece si vedrà.

1 Mi Piace

Un articolo dettagliato di planetary society che evidenzia il dettaglio voce per voce del budget 2021, in confronto con il budget 2020 e con le proposte 2021 da parte di presidente, camera e congresso (guardate la seconda tabella dell’articolo, non la prima).


Inoltre nell’articolo è linkato un foglio di lavoro con l’analisi del budget nella storia della NASA, con le varie percentuali di spesa rispetto al budget generale:
2 Mi Piace

Finalmente invece ho trovato il documento originale, eccolo qua:


la parte relativa alla NASA inizia da pagina 114 a pagina 126.

Non è stato facile trovare il documento, e ho scoperto che ancora non è definitivo, ma c’è un periodo di 7 giorni dedicato ai revisori, che hanno il compito di pulirlo da tutti gli errori grammaticali prima di mandarlo al presidente per la firma. Se notate, infatti, nel PDF ci sono tante notazioni a penna.

3 Mi Piace

Da ieri parte ufficialmente il nuovo Congresso, il 117°, ci sono un po’ di scartoffie da sbrigare quindi per un po’ tutte le decisioni relative allo spazio saranno posticipate.

3 Mi Piace

Non sapevo bene in che topic infilarmi, ma… sulle priorità dell’amministrazione Biden-Harris, in campo spaziale, segnalo questo evento di Politico Live, che ho pescato dalla loro newsletter Politico Space: Ready to Launch: Space Policy in the Biden era.

#POLITICOSPACE EVENT ALERT: What does the Biden presidency mean for military space programs and policy? Join me and Bryan Bender on Wednesday, Jan. 27 at 1 p.m. ET for a POLITICO Live conversation on space policy and national security in the Biden era. Register here.

Ready to Launch - Space Policy in the Biden Era (splashthat.com)

2021-01-27T18:00:00Z

Quindi sì, è necessario registrarsi.

2 Mi Piace

Serrano viene sostituito da Cartwright a capo della sottocommissione CJS, quella di cui la NASA fa parte. Questa è una buona notizia, come dicevo nel primo post al secondo punto, avere il capo della sottocommissione dello stesso partito della maggioranza evita i litigi Serrano-Trump che abbiamo visto in passato.
Cartwright sostiene l’importanza del programma Artemis, tutttavia reputa la data 2024 per un atterraggio con equipaggio sulla superficie troppo forzata.

3 Mi Piace

Come fare a dargli torto?

Soprattutto atterrare sulla Luna senza passare dal Gateway ha senso per tutti, tranne che per la NASA…

1 Mi Piace

Credo che sia disponibile per tutti ora:

Hanno parlato molto di Space Force, hanno accennato alla gestione del traffico spaziale e minimizzare i detriti, ma non ho capito se intendono che sarà un compito della Space Force o di qualcun altro, si sono chiesti se può esserci un utilizzo militare di SLS (spoiler: no, costa troppo. Il FH, New Glenn o il Vulcan costerebbero meno), si sono anche chiesti se la Space Force debba avere un ruolo più ampio nella crescita della space economy, come la marina del 19mo secolo, ad esempio avendo la responsabilità di proteggere le varie costellazioni commerciali tipo gli Starlink (qui c’è chi dice sì, c’è chi dice no).

Una cosa interessante: il GPS dicono essere una tecnologia green, perché diminuisce dal 15% al 20% le emissioni annuali legate al trasporto (immagino rendendo più efficienti i tragitti, senza che la gente si perda per strada).

6 Mi Piace