NASA cerca facchini lunari

Prendendo una media fra il minimo e il max, Vulcan normale sarebbe al limite/tagliato fuori visto che bisogna aggiungere anche il peso del Payload Adapter

Il peso del PAF è escluso dalla massa utile.
Il Vulcan 562 è in grado di portare 6700 kg in GEO (difatti per quei 300 kg è necessaria la versione Heavy, in grado di ricoprire tutte le orbite USAF) . Quindi estraendo la performance in TLI (-0.99 km2/s2) si parla di circa 10600 kg immessi verso la Luna. Con il carico previsto di circa 4400 kg si parla di 6200 kg lasciati per la navicella in se. Si tratta di quasi il doppio del peso di un Cygnus a secco. Un margine direi piu che sufficiente considerato che un Cygnus lunarizzato sarebbe comodamente dentro questi 6200 kg di dry mass.
Discorso più complesso se la Sierra Nevada decidesse di fare un Dream Chaser con un TPS in grado di reggere un rientro lunare. Sarebbe troppo pesante.

Piccola nota anche io: so di essere un rompino, non voglio fare il saccente, ma chiamiamo le cose con il loro giusto nome. Il razzo si chiamerà “New Glenn” non “New Gleen”. Glenn in onore di John Glenn, “gleen” è un verbo inglese arcaico che può voler dire “brillare” o “scintillare” a seconda di come la si usa. Cambia completamente il concetto.

1 Mi Piace

Come già hanno fatto con New Shepard in onore di Alan Shepard :grinning:

Il primo rifornitore lunare è Space X, con la Dragon XL lanciata su Falcon Heavy.

7 Mi Piace

Posso dire che non me l’aspettavo?
Avrei scommesso sulla Cygnus modificata per il Docking, ma probabilmente il costo e l’aver già dimostrato un docking con la ISS (anche se NGIS ha dimostrato un docking in GEO) hanno permesso a SpaceX di vincere.
Per quanto riguarda il costo, sarebbe interessante sapere quale razzo avevano proposto per la Cygnus, resta comunque che la SpaceX può immediatamente utilizzare il proprio Falcon Heavy mentre NGIS non avrà OmegA nelle sue versioni più preformanti per ancora qualche anno.

Si sa già in cosa consisterà questa Dragon XL?

1 Mi Piace

Dal render si possono già intuire molte cose:

La parte di fronte dedicata al docking praticamente identica alla Dragon 2, con Docking port, sensori e 4 motori Draco.
Pannelli solari rubati alla Dragon 1, chissà che non usino qualche avanzo.
Pod di motori Draco alla Apollo o, se vogliamo, alla RV-105 RCS Thruster Block
Dall’annuncio della NASA si sa anche che potrà portare cargo non pressurizzato, quindi probabilmente avrà sul retro una sezione tipo trunk della Dragon ma senza ogiva protettiva in quanto non necessaria.
Sempre dalla foto, il diametro sembra lo stesso del secondo stadio del Falcon. Questo potrebbe facilitare operazioni di test di carico in quanto potrebbero riutilizzare alcuni strumenti per il Falcon e magari potrebbero utilizzare alcuni strumenti comuni al Falcon per produrla

3 Mi Piace

Attenzione space X non sarà l’unico supplier di servizi. Solo il primo. Mi aspetto un contratto NGIS tra non molto.

Esattamente, Northrop proporrà quasi sicuramente un altra variante del Cygnus allungato, manca solo da sviluppare un docking automatico (cosa che invece SpaceX molto probabilmente riprenderà dalla Crew Dragon. Inoltre molto interessanti le 5 ton di carico verso il gateway. Non sappiamo ancora la massa a vuoto della navetta, ma a pieno carico avrà bisogno di un Falcon Heavy expandable (almeno il center core) perché il carico verso TLI del Falcon Heavy Reusable è molto risicato.

E invece:

Mark Wiese, deep space logistics manager at NASA’s Kennedy Space Center in Florida, said the agency considered selecting more than one cargo transportation provider for the Gateway, but eventually settled on picking a single contractor. NASA could open up the Gateway Logistics Services contract to more companies in the future, but there is no specific timetable to do so, he said.

https://spaceflightnow.com/2020/03/27/nasa-picks-spacex-to-deliver-cargo-to-gateway-station-in-lunar-orbit/

Molto interessante…

Mi sembra di capire che vogliano andare al risparmio fino al primo atterraggio sulla luna dove il gateway non sarà richiesto per concentrarsi appunto sul sistema di atterraggio, mentre per le fasi successive potranno dare contratti aggiuntivi.

sul gateway non c’è presenza umana permanente

per cui a mio avviso hanno ritenuto che non serve doppio fornitore cargo (ora triplo) e doppio fornitore manned

1 Mi Piace