NASA: rimosso il capo dell’esplorazione umana

Infatti non ho dubbi sulle capacità tecniche di ESA e dell’industria europea in generale.
Tu parli di attuali capacità economiche, e io non vedo i fondi necessari a sviluppare e (soprattutto) gestire un programma spaziale europeo.
Oltretutto non vedo nemmeno una volontà politica a farlo.

2 Mi Piace

Ah, Hermes… * sospiro profondo *
Ho sempre avuto un debole per gli spazioplani (soprattutto quelli più piccoli come Hermes o Dyna Soar). Spero che almeno un giorno vedremo una versione manned del Dream Chaser.

1 Mi Piace

Che in realtà nasceva per trasporto astronauti ed è stato dirottato a cargo quando Sierra Nevada non venne scelta tra le ditte private, se ben ricordo.

3 Mi Piace

La cosa è molto più complessa di quel che sembra:

Bor-4 (dimostratore in scala ridotta dello spazioplano monoposto Spiral OS)
HL-20 PLS (Horizontal Landing - 20 realizzato dal Langley come copia carbone pantografata del Bor-4 per il taxi servicing, fino a 10 astronauti, della Freedom)
DreamChaser (copia aggiornata dello HL-20 realizzata da SpaceDev)
DreamChaser CCDev (copia aggiornata dell HL-20 realizzata da Sierra Nevada dopo che la SpacDev è fallita)
DreamChaser CRS-2 (versione unmanned da cargo per il servicing della ISS dopo che la versione manned non era riuscita a qualificarsi nel programma CCDev).

Per saperne di più ci vuole un thread a parte (ammesso che non esistà già su FA).

2 Mi Piace

Direi che c’è solo l’imbarazzo della scelta :smiley:
https://www.forumastronautico.it/search?q=dream%20chaser

1 Mi Piace

Si è appena dimesso: (verrà sostituito dal suo vice Bowersox )





Intaccherà DM-2?
4 Mi Piace

Se la mail ai dipendenti NASA sara’ confermata, il nuovo Assistente Amministratore ad interim sara’ l’ex astronauta Ken Bowersox.

1 Mi Piace

No. Le dimissioni di un manager, anche di alto livello, a giochi ormai fatti non cambieranno nulla sulla partenza di una missione tanto attesa.

1 Mi Piace

Bowersox aveva tra l’altro sostituito Gerstenmaier in attesa dell’insediamento di Loverro.

L’articolo di Spaceflightnow:
https://spaceflightnow.com/2020/05/19/nasas-chief-of-human-spaceflight-resigns-on-cusp-of-critical-crew-launch/

Sembra di capire che sia qualcosa relativo al contratto del lander lunari…

Non mi sorprenderebbe se l’avessero fatto dimettere per motivi politici (Nessun contratto per Boeing, rendendo non indispensabile SLS Block 1B)

Ho provato a leggere articoli e tweet di “gente” del settore ma si trovano solo congetture di cui nemmeno so valutare la plausibilità. A parte tutto, penso che chiarire i motivi di una scelta così drastica in un momento così delicato avrebbe fatto bene a tutti, NASA in primis, quali che fossero i suddetti motivi. Così invece si lascia libero il campo a una marea di speculazioni e veleni.

2 Mi Piace

Se è stato rimosso per motivi politici, difficilmente si avrà mai una spiegazione chiara sul motivo…

Il drama continua…
Onestamente non saprei quali spiegazioni prendere per un addio cosi improvviso, poco prima di un lancio cosi importante per la NASA.

Nella lettera di dimissioni sostiene di aver scelto di correre un rischio, e che evidentemente non haportato ai risultati voluti perché dice di “aver fatto un errore con quella scelta e di essere il solo a dover affrontarne le conseguenze”.

Imho, il mistake è stato far volare Starliner.

O magari è legato a questo

Insomma o l’hanno mandato via perché ha favorito Boeing (lanciando il Boe-OFT) o perché l’ha penalizzata (scartando il suo lander)?

:thinking:

Molto ci dirà il suo prossimo incarico :wink:

Ecco il testo completo del messaggio inviato da Loverro ai dipendenti NASA.
Sottolineo che a diffonderlo non e’ NASA, ma una giornalista del sito di news Axios, Miriam Kramer.

La stessa Kramer ha raccolto le dichiarazioni di Loverro, che pur senza entrare nei dettagli della motivazione delle sue dimissioni, ha voluto specificare:

  • che le sue dimissioni non sono legate con l’imminente missione DM-2
  • che ha fiducia al 100% nel successo di DM-2
  • che non ha risentimenti riguardo alla situazione che si e’ venuta a creare
  • che ha corso un rischio delle cui conseguenze era pienamente consapevole, a suo tempo.

Dunque, le ragioni delle dimissioni ad oggi non sono state chiarite, e questo ha portato all’emergere di varie ipotesi.

Il Washington Post, ad esempio, ha riportato che la dipartita di Loverro sia legata ad aver violato delle regole nel processo di assegnazione dei contratti per gli studi dei prossimi lander lunari.

Traducendo un virgolettato dal Washington Post:

Ho corso un rischio tempo fa, perche’ ho ritenuto che fosse necessario al compimento della nostra missione. Ora, trascorso un certo periodo, mi e’ chiaro che ho fatto un errore con quella scelta, di cui io solo devo patire le conseguenze.
Non ha nulla a che fare con il Commercial Crew. E’ legato al dover procedere celermente con il programma Artemis, e non mi sento di addentrarmi in ulteriori dettagli.

Per me le domande fondamentali ancora aperte sono:

  • qual e’ il rischio specifico occorso?
  • il risultato sperato, e’ stato raggiunto o no?
  • quali sono, se ve ne sono, le implicazioni di questa scelta sulla sicurezza degli astronauti?
  • qual e’ il significato preciso di aver “violato le regole”? Si tratta in altre parole di aver forzato una specifica interpretazione di direttive interne, o di un comportamento passabile di conseguenze legali?

NASA e’ un ente pubblico e le azioni dei suoi funzionari sono investigabili, e vanno rese pubbliche nella massima trasparenza di fronte ad una richiesta FOIA. Spero che qualche giornalista la inoltri perche’ le dietrologie e i sospetti sono una pillola avvelenata di cui il programma lunare davvero non ha bisogno.

6 Mi Piace

Ottimo punto. Sara’ interessante leggere le carte quando il report sara’ pubblicato.

Fino ad allora sarebbe fantastico se evitassimo di supportare questo o quel vaporware basandoci solo sulle nostre simpatie/antipatie/reazioni di pancia…

2 Mi Piace