NASA vuole potenziare la rete di comunicazione con Marte


#1

#2

Interessante, Simone, ottimo.

Si avvicina il giorno in cui potremo telefonare su Marte.
Pronto, tutto bene? Butta giù la pasta che sto arrivando.
Cosa? Non c’é l’acqua?
Insomma, alla fine diventerà così anche là. :stuck_out_tongue:


#3

Quindi fa ora ad arrivare la fibra su Marte prima che da me. [emoji36]


#4

Ma anche su Marte i call center ci distruggeranno le oo con le offerte adsl? :-/ Almeno lì…un pò di pace…


#5

Molto astuto si rivela, chi prevede e si cautela. Come sempre i proverbi popolari sono quelli più affidabili.

Iniziare a programmare per il futuro prossimo è, senza alcun dubbio, la miglior soluzione in vista delle prossime missioni che si svolgeranno su Marte e nelle sue orbite.


#6

Tra l’altro credo che,al di là dei voli manned questa rete potenziata sarà molto utile anche per sonde e lander automatici.
Ma ne potranno usufruire anche sonde Europee,Giapponesi ed eventualmente Russe?


#7

Direi di sì, visto che al momento uno dei satelliti della rete è europeo.


#8
Tra le altre peculiarità dovrà avere [...] capacità di comunicazione a banda larga, anche attraverso sistemi ottici anzichè le classiche onde radio

mmm, sembra che qualcuno oltreoceano guardi con interesse agli sviluppi di EDRS :slight_smile:


#9

Se ricordo bene MSL doveva contare su un orbiter con relay ottico (marte -> terra!).
Se ne parlava quando i MER nei primi mesi monopolizzavano il DSN :slight_smile:


#10

Come direbbe isapinza:

MER = Mars Exploration Rover(s)
DSN = Deep Space Network

…solo per allargare la platea dei lettori :stuck_out_tongue_winking_eye:

(Che MSL sia Curiosity lo darei per scontato).


#11

La distanza non è un problema, anzi. A quanto pare la comunicazione Laser permette di trasmettere con molta meno potenza a parità di banda.

Il poblema secondo me potrebbe essere il Sole: visto che si usa la luce per trasmettere, se il Sole è in linea con i due telescopi, sostanzialmente acceca e impedisce le comunicazioni. Nel caso di relay LEO-GEO-Terra il problema è quasi trascurabile, perchè il satellite in LEO si muove molto velocemente e quindi il tempo in cui la congiungente LEO-GEO è in linea con il Sole è molto breve.
Nel caso di relay Marte-Geo-Terra invece probabilmente ci sarebbero alcune settimane nell’anno in cui l’allineamento Marte-Terra-Sole rende le comunicazioni ottiche impossibili…
A quel punto ci vorrebbero uno o due nodi del sistema nell’orbita eliocentrica della Terra, 3 mesi avanti e 3 mesi indietro, in modo da far passare il raggio Laser “intorno” al Sole

In ambito ISS, MSL sta per Material Science Laboratory, un rack europeo che studia i materiali :stuck_out_tongue_winking_eye:


#12

Niente di più facile, basta sfruttare la curva dello spazio creata dal sole stesso…
:nerd:


#13

Anche radio, il Sole è molto rumoroso. Poi, anche se le parabole sono verniciate con vernice opaca, le antenne sono nel fuoco ottico della parabola (o Cassegrain che sia), e non è carino puntarle dritte contro il Sole.