Nuove scoperte di Curiosity


#1

NASA ha appena annunciato che Curiosity ha fatto due scoperte - molecole organiche in rocce sedimentarie di 3 miliardi di anni e variazioni stagionali nei livelli di metano nell’atmosfera - potenzialmente compatibili con la presenza della vita, in passato, sul pianeta rosso. I paper relativi saranno pubblicati domani (08/06).


#2

Video


#3

Molto bene che si continui a identificare molecole su Marte!
Trovo opportuno ricordare (specialmente per chi è a digiuno di astrochimica :wink: ) che di molecole organiche nello spazio ne sono state trovate molte e cioè queste: https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_interstellar_and_circumstellar_molecules.
I questa lista manca il tiofene (potrebbe avere una traccia spettroscopica non facilmente identificabile) però ci sono il benzene, la naftalina, l’antracene (vari idrocarburi policiclici aromatici).

Anche il cherogene citato nel filmato è stato già trovato nello spazio, e non ha origine biologica (https://it.wikipedia.org/wiki/Cherogene#Materiale_extraterrestre).
Ricordo anche (ognitanto qualcuno se lo dimentica!) che le molecole organiche non sono necessariamente prodotte da esseri viventi.

Comunque è intrigante che si formino cose molto simili al carbone e al petrolio nello spazio interstellare… questo facilita molto l’inizio della vita, anche su Marte.


#4

Ecco il nostro articolo:


#5

grazie, soprattutto la seconda parte dell’articolo dove spiega le due possibili fonti ipotizzate del metano in atmosfera marziana è interessantissima e mi è stata molto utile


#6

L’ho letto tutto d’un fiato. Grazie. Bellissimo


#7

Estremamente interessante come sempre