Nuovo inizio per Mars Odyssey [0903-UNM]


#1

La sonda Mars Odyssey ha eseguito ieri con pieno successo una procedura controllata di spegnimento e riavvio completo, dopo circa 5 anni di attivita’ ininterrotta.
In questo modo gli ingegneri hanno inteso ripulire i banchi di memoria dai piccoli difetti accumulatisi dall’ultimo reboot. Inoltre si e’ cosi’ riacquisita certezza della piena operativita’ dei sistemi di recovery della sonda, definiti in gergo “lato B”.

Nel marzo 2006, infatti, un componente del lato B deputato alla gestione della distribuzione dell’energia si era guastato, generando incertezza sulla piena operativita’ del computer, dei sensori di navigazione e della radio inseriti nel B side; questo, per fortuna, non e’ mai stato chiamato in causa negli 8 anni abbondanti di attivita’ osservativa di Mars Odyssey.
I tecnici speravano proprio di riuscire a correggere il guasto tramite il riavvio, e cosi’ e’ stato.

Ora la squadra di controllo sta eseguendo una riattivazione graduale di tutti i sistemi della sonda, e le osservazioni scientifiche dovrebbero riprendere entro la prossima settimana.


#2

Tiriamo un sospirone di sollievo e prepariamoci ad una nuova messe di emozionanti immagini e scoperte!!!
:clap: :clap: :clap:


#3

Hai proprio ragione. Io perdo 3 chili ogni volta che devo spianare e reinstallare un pc (e cerco di non farlo MAI) e questi fanno un reboot “non indispensabile” su Marte… :fearful: :fearful: :fearful:


#4

Una bella “piallata” al computer ogni tanto ci sta…soprattutto windows…
Certo su Marte è un po’ più complicato… :clap:


#5

Ottimo, speriamo che MO ritorni alle sue capacità nominali e piena ridondanza del software, con un bel “lavaggio del cervello” :stuck_out_tongue_winking_eye:


#6

Beh almeno lì sono sicuri di non dover inserire il codice di attivazione e avere un collegamento di rete per validarlo… :stuck_out_tongue_winking_eye:


#7

Ma come?!?!? :nerd:
Usano un sistema operativo craccato? :stuck_out_tongue_winking_eye: Lo sanno a Redmond? :wink:


#8

Anch’io avevo di queste crisi quando mi toccava fare una cosa simile ed è uno dei motivi per cui a un certo punto sono passato a Mac dove, essendo il sistema molto più stabile, l’eventualità di una simile operazione è molto più remota! :ok_hand: