Perchè l'azoto nelle gomme è una bufala?

Ma nello shuttle lo scorparto dove vengono riposti i carrelli con le relative ruote è pressurizzato in orbita?
Se non è pressurizzato le gomme come fanno a non scoppiare?

No, non è pressurizzato… in fondo c’è al massimo un’atm di differenza… :wink:

Beh, un’atmosfera tra a terra e in orbita, ma non tra interno ruota ed esterno vuoto :wink:
…comunque visto che reggono l’atterraggio dello shuttle, che probabilmente le “stressa” parecchio, possono sopportare sicuramente “un’ulteriore atmosfera percepita” di pressione interna in più nel vuoto cosmico!

Si certo!
Un “delta” di 1atm :wink:

Infatti credo che il problema maggiore possano essere le temperature, anche se essendo all’interno dell’orbiter una certa protezione ci deve essere.

Sulla questione dei pneumatici vorrei aggiungere che l’aria comune che respiriamo è formata dal 78% di Azoto, quindi quando li gonfiamo ad aria, già li gonfiamo ad azoto… :wink:
http://it.wikipedia.org/wiki/Aria

Colpito e affondato! :wink:
Pensa a chi dice che ti gonfia le ruote con il 78% di azoto!!! :stuck_out_tongue_winking_eye:

Bravo Andreamoore, ricordaci di cosa è fatta l’aria, così i concorrenti dei quiz televisivi non sbagliano. :grin:
Allora lo shuttle ha 2 atmosfere nei pneumatici, immaginavo fossero di più, giorni fà ho gonfiato le mie ruote a 2,5 perché si afflosciano in fretta.

:stuck_out_tongue_winking_eye: :stuck_out_tongue_winking_eye: :stuck_out_tongue_winking_eye:
In effetti leggendo di sfuggita l’argomento quando era ancora OT, avevo fatto le stesse considerzioni: essendo un gas non si sottrarrà alle leggi fisiche che governano l’aria, almeno a grandi linee…
Poi ho lasciato perdere… ma ora che siamo IT! :wink:

Ah io le gonfio con l’Argon,solo gas nobili per la mia moto! :stuck_out_tongue_winking_eye:

Farsi ribattere il cerchione?

Comunque sia io che lo Shuttle usiamo solo Michelin!

Se lo gonfi col radon non devi neanche accedere i fari!

Durante il liceo ho lavorato, tra le altre cose, in un’officina meccanica in cui si preparavano (anche) auto per competizioni minori e dell’azoto ne ho sentito parlare tanto…

a parte le teorie palesemente improbabili, vi riporto quelle motivazioni più “fondate” (se così si può dire) che possono portare a scegliere l’azoto:

-l’assenza di umidità salvaguarda le cinture dei pneumatici (qualcuno dice che evita la ruggine sul cerchio ma francamente non ho MAI visto il canale di un cerchio arruginito). in ogni caso la maggior parte dei gommisti deumidificano l’aria prima di usarla per i gonfiaggi

-la carcassa dei pneumatici è più permeabile all’ossigeno rispetto che all’azoto, per cui una minima perdita di pressione nei gonfiaggi ad aria atmosferica avviene per la traspirazione di O2…se anche fosse vero vi lascio comunque immaginare quanto ossigeno può passare

-non prende fuoco (ma se l’auto prende fuoco può attingere ossigeno dall’atmosfera circostante, non vedo che differenza possa fare qualche litro di aria in più nelle gomme)

Che poi nelle competizioni si utilizzi l’azoto questo è un altro paio di maniche…il discorso delle temperature è valido, ma se facciamo i tamarri in città portiamo le gomme a 40/50°C, le gomme di F1 con le termocoperte PARTONO a 100°…tanto per avere un’idea delle ENORMI differenze sulle temperature di esercizio