Persi i contatti con satellite giapponese in attività per tsunami

Oggi il Giappone ha comunicato di aver perso i contatti con un proprio satellite della famiglia ALOS, Advanced Land Observing Satellite.

Gli ingegneri del Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA) hanno segnalato che il satellite ha subito una brusca interruzione dell’alimentazione mentre era impegnato in una missione di mappatura della costa dilaniata dal terremoto e dallo tsunami.

Il satellite, a cui è stato dato il nome di Daichi, è stato spostato dalla sua normale operatività ad una a basso carico intorno alle 7:30 ora locale quando ha iniziato a manifestare problemi legati alla produzione di energia elettrica.
I tecnici di JAXA non sono ancora stati in grado di dare una spiegazione agli incovenienti registrati dal satellite, ed il trascorrere del tempo non aiuta ad incrementare le speranze di un suo recupero.

Daichi, costruito da NEC-Toshiba Space Systems e progettato per una vita utile di almeno tre anni, è stato lanciato nel gennaio 2006 con un razzo H-2A.
Sul satellite sono installati tre sensori: uno di mappatura stereoscopica con lo scopo di effettuare rilevazioni di precisione dei rilievi, un radiometro ed un radar di tipo phased-array per le osservazioni ed il monitoraggio del paesaggio.

Fonte: JAXA