Planetary Science and Astrobiology Decadal Survey 2023-2032

La NASA si è messa in moto e ha ascoltato le raccomandazioni dell’Accademia.
Sta iniziando a studiare la missione su Urano, che ricordiamo era suggerita in due versioni, quella raccomandata con inizio della fase di sviluppo nel 2024 e budget maggiore e quella normale con inizio nel 2028 e budget minore, la partenza sarà comunque dopo il 2030.

Subito emerge il primo problema: il finanziamento previsto dal Congresso è minore addirittura della linea normale.

Per quanto riguarda Mars Sample Return, invece, non sembrano esserci problemi. C’è un piccolo screzio su altre missioni, secondo la NASA il Decadal non dovrebbe suggerire destinazioni, ma concentrarsi esclusivamente su quale sono le domande a cui bisogna lavorare per cercare risposte.

2 Mi Piace

A sostegno di Encelado c’è uno studio (in realtà ormai iniziano a essere tanti) che dice che basterebbe raccogliere 0,1 millilitri di acqua dai geyser di Encelado per rispondere alla domanda se c’è vita o meno all’interno.
Il tema principale sulle attività biologiche del piccolo satellite è sempre legato alla produzione di energia dalla sintesi di idrogeno e anidride carbonica, comune sulla Terra ad opera dei metanobatteri, che non hanno nemmeno bisogno di ossigeno allo stato gassoso per sopravvivere, ne di luce. Sono batteri ma comunque a uno stato evolutivo avanzato, sono eucarioti, su Encelado la vita potrebbe essere meno strutturata.
Un articolo in italiano di INAF.

2 Mi Piace

Tra il 25 e il 27 luglio 2023 si terrà un meeting per discutere delle possibili scoperte scientifiche interdisciplinari che potranno essere fatte con questa missione. Non so se sarà anche trasmesso via Zoom, ma sicuramente avremo news.

1 Mi Piace