Primo volo di test per il veicolo New Shepard di Blue Origin

Zitti zitti, quatti quatti, quelli di Blue Origin proseguono nello sviluppo del loro veicolo suborbitale New Shepard .
Il 29 Aprile , dalla loro base in Texas, è stato effettuato il lancio senza equipaggio, del veicolo, che ha raggiunto la quota di 93.500 metri ed una velocità di punta pari a Mach 3.
La capsula è atterrata regolarmente con i suoi paracadute, mentre il recupero dello stadio propulsivo non è riuscito, a causa di una perdita di pressione nel sistema idraulico, (che strana coincidenza con il primo tentativo di SpaceX).

piu informazioni sul sito di Spacenew sito di Spacenews

Video del lancio.

Per il momento dico che è bruttissima però…diamo tempo al tempo!

Credo che l’estetica del design sia grosso modo quella definitiva.

Sembra una di quelle realizzazioni un po’ sgraziate che generavo con il giochino “Space Agency” sul cellulare…

:stuck_out_tongue_winking_eye: :stuck_out_tongue_winking_eye: :stuck_out_tongue_winking_eye:
Maliziosi…
E come dovrebbe avvenire il recupero del primo stadio? Atterra da solo?

Ma esistera davvero un mercato per il volo suborbitale,con un volume tale da mantenere tutta “la baracca” e far guadagnare agli investitori?

parrebbe di si
solo questo lancio di prova costa dei bei soldini e dietro non c’è la scienza che paga , ne il militare
a dir la verità in BO un po di soldi dalla scienza vorrebbero prenderli

Articolo: https://www.astronautinews.it/2015/05/04/primo-volo-di-prova-per-il-new-shepard-di-blue-origins/