Prodotti inutili

Apro questa discussione totalmente OT, ma con qualcuno mi devo sfogare! :wink:

Nella marea di oggetti inutili che ci vogliono propinare, ce ne sono un paio che attualmente mi stupiscono per il loro successo di vendite…

Il primo è l’EasyOff così pubblicizzato anche da Amadeus nel suo programma quotidiano.
E’ un apparecchio che dovrebbe spegnere completamente un televisore (anche la spia dello standby) per mezzo dello stesso telecomando del TV.
Dovrebbe essere ecologico perchè risparmiamo energia.
E sicuro perchè ci svincola dalla rete elettrica.
Costa 39,99 euro e dicono faccia risparmiare anche 100 euro l’anno.

Facciamo due conti?
Un led dello standby consuma 1W circa (con il suo circuito).
Fanno 24Wh al giorno (trascuro le ore in cui il TV è acceso e quindi il led spento).
In un anno sono 8760 Wh annui e quindi 8,76 kWh.
A 25 centesimi per kWh il costo annuo è di 2,19 euro all’anno…
Ma siamo pazzi?
Qual è il costo ambientale della produzione e poi dello smaltimento di questo oggetto?
E quanto consuma questo apparecchio per restare in standby (però senza led).
Protezione da cortocircuiti? Ma è solo un apparecchio in più che si può guastare.
Togliere corrente anche a VHS, decoder?
E gli orologi che si azzerano e le memorie che spariscono se non alimentate dove le mettiamo?
Se vogliamo risparmiare i 2 euro all’anno, spegnamo il TV dall’interruttore, ma prepariamoci a guasti più frequenti a questi interruttori, non dimensionati per un azionamento quotidiano…

Altro gioiello della tecnica moderna è il GoDuster, regalatoci da mia suocera per Natale ( #-o ).
E’ una sorta di piumino rotante elettrico con 3 spazzole di diversa lunghezza che funziona con 4 pile stilo.
Ottimo per sparare tutta la polvere ovunque!
Anche lo spray che si può spruzzare sopra, una volta asciugato peggiora solo la situazione.
Un oggetto di un’inutilità rara…
Il prezzo? Una bazzecola: 49,99 euro + spedizione se acquistato in TV.
Online negli USA costa 14,95 dollari…
Se avete altri esempi di tecnoinutilità… :wink: :bi:

Mi piace molto questo post, e capisco anche l’obiezione a questo easyoff.
Pero’ vorrei chiederti: non sei stato un po’ ottimista nel valutare il consumo di un tv spento? In fondo, a parte la luce led, dev’esserci qualcos’altro sotto tensione, un qualcosa che sia pronto a ricevere il segnale di accensione trasmesso dal telecomando. O sbaglio :?: 8-[

[quote author=Monzi link=topic=5637.msg51326#msg51326 date=1199906878]
Apro questa discussione totalmente OT, ma con qualcuno mi devo sfogare! :wink:

Nella marea di oggetti inutili che ci vogliono propinare, ce ne sono un paio che attualmente mi stupiscono per il loro successo di vendite…

Il primo è l’EasyOff così pubblicizzato anche da Amadeus nel suo programma quotidiano.
E’ un apparecchio che dovrebbe spegnere completamente un televisore (anche la spia dello standby) per mezzo dello stesso telecomando del TV.
Dovrebbe essere ecologico perchè risparmiamo energia.

Se vogliamo risparmiare i 2 euro all’anno, spegnamo il TV dall’interruttore, ma prepariamoci a guasti più frequenti a questi interruttori, non dimensionati per un azionamento quotidiano…

Posso essere d’accordo in tutto , riguardo all’Easyoff, ma in merito allo spegnere la tv utilizzando il suo interruttore , non sono d’accordo.
Io sono un ecologista FISSATO ed ho iniziato a CERCARE di risparmiare , fin prima che i media iniziassero a parlarne a destra e a sinistra.
Ho iniziato a spegnere il led della tv da ormai 5-6 anni, tutti i giorni e tutte le volte che il televisore non viene visto in famiglia e ti posso assicurare che non è mai successo niente.
Mediamente, nell’arco di una giornata tipo, il televisore viene acceso e spento 3-4 volte e ti posso assicurare che funziona in modo incredibilmente perfetto senza alcun problema.
Stessa cosa dicesi x video-dvd; comprato il modello che se non utilizzato è completamente spento ma si attiva nel momento che inizia una programmazione.
Stò a precisare che io, forse a differenza degli altri, non applico questa filosofia ecologica per risparmiare qualche misero euro, ma solo per non sporecare energia e con causare danni all’ambiente.
Non bisogna guardare all’ecologia solo per risparmiare nelle nostre tasche, ma per salvare noi e il nostro ambiente.

la penso come te topopesto…anche io sono di quelli abbastanza fissati con le lucine inutili a partire da quella della televisione a quella del mouse ottico con presa USB…tra l’altro in anni di accendi e spegni non è mai successo niente, se abbiamo cambiato televisore o radio è per altri motivi…piuttosto secondo me quello che deve entrare nella testa delle persone è che non bisogna sprecare…come diceva un grande “è la somma che fa il totale”…magari la corrente che risparmio nel tenere spento il mio televisore non mi darà nessun risparmio, ma se i televisori spenti sono milioni allora le cose possono cambiare.

Insomma si comicia dal piccolo magari anche insignificante per poi arrivare al grande, ovvero al momento in cui bisognerà risparmiare su corrente e gas o perchè sono troppo cari o perchè sono in quantità limitata (il che è la stessa cosa…).

Il senso della mia disquisizione era basato sul fatto che l’oggetto del contendere, oltre ad essere totalmente inutile, porta più danni che profitti all’ambiente e ribadisco il fatto che chiunque abbia la costanza di utilizzare l’interruttore degli apparecchi, è decisamente lodevole!
Ho già avuto 2 esempi di interruttori guasti e quindi ho esperienze diverse dalle vostre… :wink:

Io ho la postazione di lavoro a casa che con 2 computer in funzione e tutto l’ambaradàn di periferiche e alimentatori accesi consuma 229W (ho il misuratore istantaneo collegato sull’alimentazione “master”): mi pare un ottimo risultato.
Anch’io faccio caso a queste cose e tutta la postazione stessa è ottimizzata e collegata su un UPS che viene spento quando non in uso per arrivare ad un consumo “zero”.

X Paolo137
Il led in sè consuma quasi nulla, diciamo 20mA x 5V (considerando anche la resistenza sull’alimentazione) quindi 0,1W: il circuito è già compreso nel Watt!
Ma soprattutto considera che lo stesso circuito deve esserci nello scatolotto e quindi la differenza è solo fra led sì o led no!!

Giusto! Ho capito. :wink:

Si pero’ c’e’ sempre sotto carico un trasformatore che consuma molto di piu’ trasformando il di piu’ in calore. E se siamo pignoli, emette campi elettrici che alla fine fanno male per chi ci sta vicino per ore.
Ergo, e’ meglio spegnere l’interruttore della multipresa…

Infatti: metti una multipresa con l’interruttore e eviti l’EasyOff, completamente inutile… :wink:

GRAZIE!
Non ho la televisione, quindi normalmente mi perdo queste chicche, ma qualche giorno fa ero a mangiare dai miei e ho avuto l’ennesima discussione con mio padre sull’utilità di questo coso.

Sono felice di non essere l’unico ad essere indignato :slight_smile:

Continuo questo mio excursus sui prodotti inutili.

I cellulari emettono onde elettromagnetiche.
Queste onde sono il veicolo attraverso cui viaggiano le informazioni.
Moltissime persone acquistano degli amennicoli da incollare o appendere al cellulare per assorbire le “radiazioni”…

Faccio un ragionamento semplice: se assorbissero veramente le onde, il telefonino non dovrebbe più funzionare!
Se invece questi assorbitori funzionano parzialmente, obbligano l’apparecchio a utilizzare potenze superiori in antenna.
Sì, perchè il sistema di trasmissione adegua la potenza in base alla distanza dalla cellula radiobase a cui è connesso e se il segnale è “smorzato” da qualcuno, allora per ottenere lo stesso risultato devono faticare di più.
Ergo le varie farfalline, coccinelle, ciondolini servono a poco, ma quel poco che fanno è dannoso.
Soprattutto perchè il telefono lavora a potenze maggiori, ma anche perchè la batteria si consuma prima.
Così doppio danno anche per l’ambiente: perchè hanno un costo per produzione e smaltimento e per la parte di energia sprecata durante l’uso.

Eppure di questi aggeggini se ne vendono a milioni…

No, non sono dannosi, sono perfettamente inutili!

D’altronde, discorso fatto mille volte, se uno e’ disposto a spendere dei soldi per un giornale in cui “le stelle ti dicono il futuro”…cosa vuoi che sia una farfallina mangia radiazioni?

Giusta l’osservazione su quei prodotti molto pubblicizzati che non solo sono inutili ma sono anche dannosi . I vari vibratori che dovrebbero eliminare il grasso superfluo e rinforzare i muscoli senza bisogno di andare in palestra e quindi facendo risparmiare evitando le spese per la palestra , sono dannosi pe due motivi . Primo : ti isolano in casa impedendoti la socializzazione della palestra . Secondo : le vibrazioni rompono i capillari provocando emorragie interne che non sono proprio salutari . E sul fatto che smaltiscono il grasso supefluo ho i miei dubbi .