Roberto Vittori ospite d’eccezione per Wall-e [0902-ASI]

Ha lasciato per qualche giorno la base spaziale di Houston, in Texas, per seguire Wall-e, il robot-spazzino dal cuore umano che ha incantato il pubblico e la critica. Roberto Vittori, astronauta dell’Agenzia spaziale europea, attualmente in addestramento alla NASA in vista della prossima missioni sulla Stazione spaziale internazionale nel 2010, è stato l’ospite d’onore alla presentazione, tenutasi oggi a Milano, dell’uscita in DVD e Blu-ray Disc in alta definizione del capolavoro della Disney-Pixar del 2008, record di incassi e vincitore del Golden Globe come miglior film d’animazione dell’anno, candidato a 6 Premi Oscar.

Il DVD della storia d’amore spaziale tra Wall-e e la sonda Eve uscirà l’11 febbraio, come ha annunciato Stephen Foulser, vicepresidente di Walt Disney Studios Home Entertainment. Alla presentazione era presente anche Alan Barillaro, Supervising Animator ai Pixar Animation Studios, di origini italiane, che ha lavorato a tutti gli ultimi successi di casa Pixar.

Roberto Vittori, che ha iniziato alcune settimane fa l’addestramento a Houston, ha deciso di partecipare all’evento Wall-e perché è direttamente coinvolto nella realizzazione del film. È suo infatti il doppiaggio italiano del comandante della navicella spaziale Axiom a bordo della quale si è rifugiata l’umanità, in fuga da un pianeta Terra ridotto a una immensa discarica di rifiuti. Il personaggio del Capitano non poteva trovare interprete più adatto di Vittori. L’astronauta italiano è andato già due volte nello spazio: ha raggiunto con la Soyuz la stazione orbitale per la prima volta nel 2002 con la missione dell’ASI Marco Polo, e poi nel 2005 con la missione Eneide. Attualmente, si prepara a volare sullo Shuttle, nella prospettiva della probabile assegnazione di una missione di breve durata prima della fine 2010. Si sta poi delineando uno scenario nel quale Vittori potrebbe essere candidato alla prima missione di lunga durata dell’ASI nell’ambito degli accordi fra ASI e NASA in seguito alla fornitura italiana dei tre moduli logistici pressurizzati MPLM (Multipurpose Logistic Pressurised Modules) in cambio di tre missioni brevi e due lunghe (sei mesi) sulla ISS.