Rogozin e gli americani sulla Luna


#1

A quanto pare, durante un incontro con il presidente moldavo Igor Dodon, il capo di Roscosmos ha affermato di voler verificare se realmente gli americani siano mai stati sulla Luna…
:cold_face:

Qui la fonte:


#2

Mah, non è che Rogozin si sia mai dimostrato una particolare cima…
Non so neanche se vale la pena commentare ste sparate, ammesso che siano vere. Lasciano il tempo che trovano…


#3

Se è fake ok. Se sia un affermazione vera, sparata o meno, per la carica che rappresenta è un affermazione grave.


#4

Vero che sia o meno questa nuova uscita di Rogozin, è veramente grave doversi affidare (per il volo umano, per il rover su Marte ed altre collaborazioni cruciali) a quella che era, una volta, una grande potenza astronautica ma ormai in mano a persone di questa ‘levatura’.


#5

Vere sono vere…
Tant’è che Roscosmos ha dovuto anche ritrattare:
“È uno scherzo, ovviamente”, il rappresentante ufficiale di Roscosmos ha risposto alla richiesta di RIA Novosti di commentare le parole di Rogozin."

РИА Новости https://ria.ru/science/20181124/1533444343.html
:speak_no_evil:


#6

Scusate, non per difendere Rogozin, che spesso straparla, ma, IMHO non c’era nulla da rettificare. Il tono ironico (“controlleremo se ci sono andati”) era evidente già nel primo articolo, anche perché il capo di Roscosmos nello stesso contesto ha parlato di collaborazione con la NASA per l’esplorazione lunare. Attribuirgli intenzioni complottiste mi pare fuori luogo, per quanto l’estrapolazione della battuta fatta da RIA Novosti si presti all’equivoco (L’agenzia russa, però, non lascia spazio a dubbi sulla realtà degli sbarchi lunari, ma conclude l’articolo ricordando: “Il primo americano è atterrato sulla luna nel 1969. Un totale di 12 astronauti americani l’hanno visitata” e non menziona certo Bill Kaysing).

Quindi credo che sia opportuno seguire il consiglio di @marcozambi