Shenzhou-11

shenzhou
shenzhou-11

#1

Dal momento che pare esserci una data di lancio (il prossimo 17 ottobre) apro questo thread per seguire la missione manned cinese che vedrà due astronauti passare circa 30 giorni sulla nuova stazione spaziale (talmente nuova che non è ancora stata lanciata) Tiangong-2.


#2

No, no, no…questo da te è inaccettabile; hai perso punti!

Per i cinesi si dice Taikhonauti, non astronauti!

Cinesi= taikhonauti;
Americani= astronauti;
Russi= cosmonauti;
Francesi= spazionauti.
Indiani=???


#3

Al giorno d’oggi i punti si guadagnano e si perdono velocissimi! :star_struck:

P.S.
Topopesto “taikonauta” si scrive senza “h” comunque…


#4

Per me gli astronauti sono tutti astronauti, a prescindere dal paese d’origine. Ho sempre trovato sciocca questa classificazione per nazionalità e di fatto pure insulsa. Le nazioni che hanno avuto in orbita dei loro cittadini sono 38. Vogliamo trovare 38 diversi modi per dire astronauta? Buon lavoro. :flushed:


#5

Ma taikonauta non significa astronauta, dovuto alla traslitterazione del cinese?


#6

Giusto, infatti il termine sarebbe in uso in occidente, mentre in patria vengono indistintamente tutti definiti yuhangyuan.
Concordo peraltro con Lupin sull’inutile ridondanza di termini con il medesimo significato


#7

sono d’accordo con te. forse non tutti sanno che l’inventore del termine “astronauta” (Ary Sternfeld https://en.wikipedia.org/wiki/Ary_Abramovich_Sternfeld ) era russo naturalizzato. quando pero’ gli americani adottarono il termine per i passeggeri delle Mercury, i Sovietici per distinguersi inventarono il loro “cosmonauta” e cosi’ via…


#8

Premettendo che fosse una battuta e non un rimprovero, me ne guarderei bene dal farla al nostro Lem, sta di fatto che non sono stato io ad inventare ed utilizzare questi nomi, ma le nazioni stesse che hanno voluto distinguere i loro astronauti da quelli delle altre nazioni.

Per quanto espresso invece dal vostro Albyz, c’è un detto:" Ipsa scientia potestas est!". Io preferisco essere corretto e rimediare ai miei errori, piuttosto che perseverare nello sbagliare; poi ognuno faccia quel che vuole! Per quel che riguarda perdere o guadagno punti agli occhi degli altri…non me ne cale niente. Io sono così, se mi volete bene altrimenti…amici come prima!


#9

Piu’ che giusto quel che dici, comunque era Lupin.


#10

Nel frattempo procedono le operazioni di preparazione della Tiangong-2 il cui lancio è previsto il prossimo settembre.


#11

Vista in rapporto agli uomini attorno è veramente piccolina, sembra poco più grande di una capsula. :astonished:


#12

non è che la saljut fosse poi tanto più grande…


#13

D’accordo, non dico uno Skylab, ma una cosa grande almeno il doppio ci poteva stare visto quanto l’astronautica è progredita.


#14

Però serve un vettore per portare su un coso grande almeno il doppio.


#15

Per me che ho potuto stare dentro e fuori al modello scala 1:1 del modulo base del Mir, non mi pare troppo piccolo. In assenza di gravità lo spazio interno si sfrutta al 100 per 100. Poi c’è molto più spazio che nella capsula con annesso modulo orbitale.
Quanto alla definizione di astronauti, se dico cosmonauti lo faccio come forma di rispetto per i russi,fino a quando non avremo linee spaziali interstellari, allora chiamerò astronauti chi vola tra i pianeti, spazionauti quelli tra le stelle e cosmonauti quelli tra le galassie


#16

Boh, forse ho capito male, ma mi sembrava che uno dei Lunga Marcia non dico fosse paragonabile ad un Saturn V ma almeno ad un Saturn IB almeno sì. :flushed:


#17

Il Lunga Marcia 5 porterà su poco più di un Ariane 5.

Ci sono i piani per il Lunga Marcia 9, che dovrebbe essere comparabile col Saturn V, ma per ora solo sulla carta…


#18

E quindi porta su più di un Saturn IB:
Saturn IB 15.300 kg
Ariane 5 16.000 kg
Ma se non sbaglio il Lunga Marcia 5 non ha ancora volato? O sì?


#19

No, è ancora in preparazione. Come risulta anche dal nostro Calendario Astronautico, il debutto è attualmente programmato per il 1° ottobre :smile:


#20

Oggi il razzo che lancerà la capsula ha lasciato Pechino per essere trasportato (via treno) al sito di lancio.