SS-520-4 - TRICOM-1


#1

Siamo ancora in attesa di una data e di un orario precisi per il primo lancio giapponese dell’anno, previsto per ieri da Uchinoura, ma poi rinviato causa maltempo a non prima del 14 gennaio, (Forse anche prima, :smiley: se è vero che la finestra di lancio sarà, come ho trovato, tra le 7.48 e le 8 di Tokio, ossia tra le 23.48 e le 24.00 del 13 da noi.)

Se avrà successo, stabilirà un record, perché SS-520-4 diventerà il più piccolo lanciatore della storia in grado di mettere in orbita un oggetto. Si tratta infatti di un “sounding rocket” a propellente solido bistadio, in precedenza usato per esperimenti suborbitali (e come tale denominato SS-520), che, con l’aggiunta di un piccolo terzo stadio sarà in grado di fare raggiungere la velocità orbitale ad un piccolissimo payload.

Il razzo è lungo 9,54 metri ha un diametro di 52 cm e pesa 2,6 tonnellate ed è in grado di portare in LEO un “carico” di poco più di 4 kg. Eccone un’immagine:

Il payload, che sarà immesso in un’orbita piuttosto ellittica e poco duratura (180x1500 km), sarà TRICOM-1, un cubesat di 3 kg realizzato dall’università di Tokio, che permetterà alcuni esperimenti di comunicazione e di ripresa di immagini. Eccolo:

Il tutto vuole dimostrare a possibilità di lanciare piccoli satelliti con una spesa modesta. Il costo completo della missione è infatti di “soli” 400 milioni di Yen pari 3,26 milioni di Euro.

Video del mancato lancio di ieri (forse faranno un altro live sullo stesso canale):

Altre info sul sito di JAXA


#2

Interessante ed innovativa l’idea di collocare autonomamente in orbita cubesat con un lanciatore così piccolo ed a basso costo.
Giusto per avere un riferimento e un confronto di massima dal punto di vista economico, qualcuno conosce il costo approssimativo per la messa in orbita di un cubesat commerciale come payload secondario di “normali” missioni in LEO ?


#3

Mi pare di ricordare che mettere in orbita un cubesat con altri sistemi di lancio abbia un costo dell’ordine del mezzo milione di $.


#4

Quindi il lancio “autonomo” sarebbe allo stato circa sei volte più costoso, a fronte peraltro di una maggiore autonomia nella scelta dei tempi e delle traiettorie di immissione in orbita.
Se il vettore giapponese conseguirà apprezzabili margini di miglioramento, sotto il profilo dei costi e delle prestazioni, potrebbe davvero diventare competitivo nel settore.


#5

Il prezzo più basso al momento sul mercato per il lancio di un cubesat, che peraltro è dalla piattaforma Nanoracks sulla ISS, è di circa 250.000$ a satellite.


#6

Il lancio è stato riprogrammato tra le 0.33 e le 0.50 del 15 gennaio (ora italiana). Qui si potrà seguire live:


#7

Originale mini vettore e originale l’idea!!!


#8

ULA batte tutti in quanto li lancia gratis.

http://www.ulalaunch.com/cubesats.aspx


#9

Sì, basta che tu sia americano, ovviamente. Arianespace una cosa del genere non se la sogna nemmeno lontanamente :frowning:
Come costi puri di lancio io ricordo attorno ai 100.000 per un 1U, con il Dnepr. Ma a questo vanno aggiunti costi di test e qualifica, per cui si arriva ai circa 250.000 .


#10

Partito!


#11

A questo punto dovrebbe essere già in orbita ma il terzo stadio non fornisce telemetria vera e propria. La conferma della separazione del payload avverrà solo dopo la prima orbita.


#12

Purtroppo il lancio non ha avuto successo. 20 secondi dopo lo spegnimento del primo stadio si è interrotta la telemetria. Non avendo più informazioni sullo stato del razzo non si è potuto dare il GO per l’accensione del secondo stadio.

Video del lancio.

https://www.youtube.com/watch?v=MNgqeHRB-Ps

Ed un paio di foto a bassa risoluzione.


#13

Per chi vuole saperne di più c’è il video della conferenza stampa post-lancio. [emoji48]


#14

Altro video del breve lancio.


#15

Video a 360 gradi.


#16

Foto by JAXA.


#17

Finalmente una foto ad alta risoluzione del lancio.

http://www.isas.jaxa.jp/en/topics/000827.html


#18

Pare che il Jaxa ci voglia riprovare. Sono state individuate le cause responsabili dell’interruzione nella trasmissione della telemetria e definite le contromisure del caso. Il nuovo razzo sarà pronto in autunno e lanciato entro il 2017.

Altre info: http://asia.nikkei.com/Tech-Science/Tech/Japan-s-space-agency-to-try-again-with-minirocket-launch-in-2017