Stazione in orbita lunare tutta russa nel 2025?


#1

So bene che Sputnik non è una fonte affidabilissima (diciamo che si tratta di un distributore di notizie più o meno false e schierato pro-Putin) ma sembrerebbe che i colloqui fra Roscosmos e NASA per la stazione orbitale lunare internazionale Gateway LOP-G non stiano andando troppo bene, secondo il solito Rogozin, e ritorna la ‘vecchia’ idea (cercando su FA ho trovato citazioni già nel 2006…) di una stazione lunare tutta russa a partire dal 2025…


#2

Inutile dire che servirebbe un budget molto superiore a quello attuale. Un nuovo vettore super pesante (che i russi vedono tramite Hubble), il completamento della Federation che poco fa è stata rinviata a una data intorno al supposto 2025 e ovviamente moduli per la stazione.
Il musk time mi dicono sia contagioso.


#3

A parte il ‘musktime’ (in questo caso direi che in confronto a Rogozin, Musk è un dilettante…) direi che potrebbe trattarsi di una ‘forzatura’ dei russi per avere un peso maggiore nel LOP-G.
Ma, quello che non ho ancora capito, i nuovi moduli russi destinati alla ISS (MLM et altri) se veramente la stazione internazionale verrà dismessa nel 2028, che fine fanno?
Staccarli per fare una stazione orbitale tutta russa in LEO era un’ipotesi ma, a questo punto, per farne cosa se i piani sono tutti rivolti alla Luna?


#4

Tutto è possibile con sufficiente tempo, skill ingegneristiche e denaro.
I primi due don mancano in Russia, il terzo basta a malapena per pagare quello che è oggi il programma spaziale russo. Che potenzialmente tra un annetto perderà i suoi clienti più remunerativi (gli astronauti NASA).
Personalmente considero qualsiasi annuncio di Rogozin (o presunto tale, che con i media russi davvero non si sa mai) pura propaganda.