STS-128: Lanciata la nuova missione del Discovery

Dopo due rinvii e una ripresa del countdown piuttosto tranquilla è avvenuto con successo alle prime ore di oggi il lancio della navetta Discovery verso la ISS con nella stiva un MPLM di costruzione italiana stivato con rifornimenti ed una serie di importanti rack ed esperimenti scientifici che espanderanno ulteriormente le capacità di ricerca della stazione orbitante.
La missione durerà complessivamente, salvo imprevisti, 13 giorni, lunedì mattina aggancerà la ISS e durante la permanenza saranno effettuate 3 passeggiate spaziali e lo spostamento del cargo italiano dalla stiva della navetta alla ISS e viceversa per lo svuotamento e lo riempimento dello stesso.
Fra i sette membri dell’equipaggio a bordo c’è anche l’europeo Christer Fuglesang che in orbita incontrerà il collega Frank De Winne, rispettivamente Svedese e Belga.
Oltre ai rifornimenti verranno consegnati sulla ISS due importanti rack scientifici: il Fluid Integrated Rack (FIR) e il Materials Science Research Rack (MSRR) e quattro importanti rack sistemistici: il Minus Eighty Laboratory Freezer for ISS (MELFI-2) che prodotto dall’ESA sarà installato in Kibo, una nuova cuccetta, il Node 3 Air Revitalization System
Rack (ARS), e il Treadmill 2, un tapis roulant rinominato Combined Operational Load Bearing External Resistance Treadmill (COLBERT).
Fa inoltre parte dell’equipaggio di STS-128 anche Nicole Stott che rimarrà sulla ISS per tre mesi dando il cambio a Tim Kopra.

E vai! Sono in montagna e non ho potuto vedere il lancio, ma sono contento che non ci saranno ulteriori ritardi. Go Discovery!