Test P80 del VEGA

Verrà testato Giovedì il propulsore solido destinato al Vega, la prova avverrà a Kourou nello stesso “banco” che ha visto nascere i booster dell’Ariane 5.
Il P80 si annuncia come il più grande booster solido monosegmento mai realizzato, saranno bruciate 88 tonnellate di propellente.

Qui l’articolo completo sul sito ESA:
http://www.esa.int/esaCP/SEMFVWC4VUE_index_0.html

Auguriamo buona fortuna a questo nuovo “nato” in casa ESA. In fondo VEGA è costruito in buona parte in Italia!

Sembra ci sia particolare interesse anche oltre-oceano per il test statico del nuovo vettore europeo, prima pagina sia per spacedaily.com che per nasaspaceflight.com:

http://www.space-travel.com/reports/Kourou_Prepares_For_P80_Motor_Test_999.html
http://www.nasaspaceflight.com/content/?cid=4919

Qualche foto “pre test”, e il link al comunicato stampa:
http://www.esa.int/esaCP/SEMFVWC4VUE_index_0.html

E ora il test vero e proprio, andato a buon fine!
Comunicato stampa ESA: http://www.esa.int/esaCP/SEMG919L6VE_Italy_1.html
Video del test firing: http://mfile.akamai.com/14448/wmv/esa.download.akamai.com/13452/wmv/P80_wmp_high.asx

Questa è senz’altro una splendida notizia!!

Vorrei ricordare che, quantunque sia un programma ESA, il VEGA è stato concepito in Italia grazie alla collaborazione fra l’ASI, nella persona di Flaminia Rossi che portato avanti l’idea negli anni (con una tenacia ed una determinazione senza confronti) e l’allora SNIA-BPD (ora AVIO), dato che il VEGA nacque come evoluzione dell’allora progetto San Marco-Scout.