Testato un sistema di accensione laser del carburante


#1

La Russia ha testato con successo un sistema di accensione laser di ossigeno e idrogeno liquidi direttamente dentro la camera di combustione.
Nel comunicato si parla di vantaggi quali una semplificazione del processo di accensione, una diminuzione della massa del motore rispetto ad ora e la possibilità di usarlo su razzi riutilizzabili.

https://www.roscosmos.ru/25227/


#2

That moment quando pensi a un RS-25 capace di più accensioni :heart_eyes:


#3

Beh, non è quello che sta facendo la NASA per STS? O almeno così avevo capito, che i RS-25 recuperati dallo Shuttle sono stati convertiti per fare più accensioni.


#4

corretto. Gli RS-25D sono progettati per essere usati per parecchi voli.
Io intendevo la capacità di riaccensione in volo, che manca all’RS-25. Una volta spento non può essere riacceso.


#5

Che una volta fossero riutilizzabili per più voli lo sapevo (conosco la storia degli Space Shuttle), ma avevo capito che ora erano in fase di trasformazione per equipararli ai J-2 del terzo stadio dei Saturn V (ovverosia con capacità di riaccensione).


#6

Al momento non mi risulta un lavoro del genere in corso sull RS-25. link?
Anche perché al momento l upper stage di SLSA usa un cluster di RL-10C-3, e il primo stadio non ha bisogno di capacità di riaccensione.


#7

Ho specificato “avevo capito”, non c’è nessun link, ho sbagliato io stracapendo, tutto qui. Non occorre agitarsi tanto! :flushed:


#8

Affatto non mi agitavo per nulla. Chiedevo solo informazioni extra! (Sempre affamato di conoscenza :grin: )