The ever-receding Space Launch System


#1

Un’interessante riflessione, sullo sviluppo del sistema SLS/Orion (ed i suoi costi), di Robert Zimmerman apparsa qualche giorno fa sul suo blog:

http://behindtheblack.com/behind-the-black/essays-and-commentaries/the-ever-receding-space-launch-system/


#2

E xe robe che cossa vuto.
(traduzione: “sono cose che… cosa ci vuoi fare”)


#3

Esprime perfettamente il mio pensiero.


#4

Bella grana. Così su due piedi non vedo però perchè il “tappo” di chiusura degli SRB non possa essere un semplice foglio di plastica, che vaporizzerebbe o comunque non avrebbe la forza di imaptto di un blocco di resina.


#5

Sul VEGA come l’abbiamo risolto? Forse noi non abbiamo il sistema di soppressione del rumore a getto d’acqua?


#6

La situazione sta diventando sempre più paradossale.
Ma non speriamo che il Presidente Trump prenda una decisione,nè in un senso nè nell’altro.
Questa costosissima autostrada verso il nulla continuerà ancora per anni ed anni.


#7

Un altro articolo di Behind the black che mette in luce le GRAVISSIME responsabilità di Obama in tutto questo deprecabile pasticcio:

In other words, when Obama unilaterally cancelled Constellation (something he really didn’t have the power to do) and Congress micromanaged its reinstatement (creating SLS/Orion), the Obama administration and NASA abandoned a sensible management structure and allowed SLS/Orion to be a three-headed monster, difficult to coordinate and certain to go over-budget and fall behind schedule”.

http://behindtheblack.com/behind-the-black/points-of-information/nasas-horrible-management-of-sls/


#8

Non lo so, ma basta che la geometria del sistema non permetta ai pezzi del “tappo” di rimbalzare indietro. Ci sono sicuramente tanti modi, e comunque mi sembra un problema vero.


#9

E, senza voler entrare in una discussione politica che neppure mi appartiene, Trump o l’attuale congresso non andrà mai a fermare il programma SLS dato che gli stati interessati sono molto schierati.


#10

https://www.nasaspaceflight.com/2018/04/nasa-request-alternative-rs-25s-sls-core-stage-uncontested/

Non mi pare un bel segnale …


#11

La fonte principale di NSF sono gole profonde e insiders nelle agenzie spaziali. Grazie alla lingua inglese, cadono molte barriere comunicative e alcuni membri storici del forum condividono nella sezione a pagamento vari documenti interni (presentazioni, report, manuali) non destinati alla diffusione pubblica. Da questi documenti gli articolisti di NSF creano questi pezzi, che spesso anticipano le press release ufficiali, ma ogni tanto sforano completamente in quanto non sempre le indiscrezioni arrivano da top managers e le cose cambiano.

Da una parte e’ un sito “manna” per chi e’ alla ricerca di materiale e buone discussioni sullo spazio con la partecipazione di professionisti, ma la vera ciccia sta dietro un paywall, ed in un certo senso e’ un peccato.

Attenzione ad usare interi stralci dei loro articoli: il gestore e’ persona particolarmente sensibile e, visto che ci campa, particolarmente lesto a protestare e minacciare azioni legali.


#12
Block 1B delayed to mid-2020s

Se Musk mantiene anche solo la metà delle promesse fatte col BFR,voglio vedere propio come lo giustificheranno un Block1B a metà degli anni 2020.