Tra un mese la decisione riguardante la Soyuz per Turisti Spaziali

Ieri, la societa’ costruttrice delle Soyuz, RKK Energhia e l’Agenzia Spaziale Russa (Roskosmos), hanno annunciato che entro un mese, esse decideranno se procedere alla costruzione di una navicella Soyuz, aggiuntiva a quelle gia programmate.
Sono in corso trattative tra queste due entita’ e la societa’ Americana Space Adventures, per l’utilizzo della eventuale Soyuz supplementare, probabilmente nel 2011, per un volo verso la ISS, con a bordo un comandante Russo e due turisti spaziali.
La Space Adventures, ha gia’ inviato in orbita sei turisti, di cui l’ultimo proprio oggi, cioè Richard Garriott (USA) con la Soyuz TMA-13.
Prima di lui, avevano usufruito dei servizi Space Adventures:
Dennis Tito (USA) nel 2001, Mark Shuttleworth (Sudafrica) nel 2002, Gregory Olsen (USA) nel 2005, Anousheh Ansari (USA) nel 2006 e Charles Simonyi (USA) nel 2007.
Da notare che quest’ultimo, molto probabilmente ritornera’ sulla ISS nel 2009, nell’ultimo slot sicuramente disponibile per i turisti spaziali.

A cui si aggiungono Sheikh Muzaphar Shukor nel 2007 e So-Yeon Yi nel 2008. Questi con che tipo di accordo/contratto sono andati su?

Questi erano accordi fra Agenzie, hanno pagato lo stesso biglietto (come lo pagò ai tempi Vittori mi pare), ma non era coinvolta Space Adventures.