Verso lo slittamento dei primi voli abitati privati alla ISS

#1
#2

Ma se i programmi sono in linea con le milestones previste a cosa è dovuto questo ritardo?
Si accenna ai tagli del governo sui finanziamenti…ma non capisco, dovrebbe essere già tutto finanziato… :help:

#3

Di finanziato ci sono solo il CCiCap e la Certification (1a fase). La prima, anche se le tre aziende rispetteranno tutte le milestones, porterà al massimo ad avere una capsula/navetta parzialmente testata nel 2014. Dopo di che sarà necessario finanziare l’ultima parte, ovvero quella necessaria alla certificazione finale per il volo (e probabilmente qualche altro test in più). Questi soldi non sono ancora stati stanziati da NASA e dovranno, probabilmente, essere trovati nel budget 2014 o 2015. Da qui l’incertezza :slight_smile:

Poi, in realtà non è che sia tutto 'sto ritardo. Già qualche mese fa si parlava del 2017 per l’inizio dei voli operativi, semplicemente si è cominciato a mettere il tutto nero su bianco e magari si cerca di essere realisti dando qualche mese di comporto a tutto il procedimento.

Tutte le compagnie hanno dichiarato di poter essere pronte per il 2016 per il primo volo abitato (tranne SpaceX che dice di farcela per la fine del 2015). Questi primi test abitati saranno probabilmente con astronauti propri, e solo dopo potrà essere data la certificazione finale da parte di NASA. Aggiungici qualche ritardo che si accumulerà qua e là, qualche piccolo taglio ai finanziamenti nei prossimi anni, e si fa presto ad arrivare alla fine del 2017 per i voli operativi. :slight_smile:

#4

Esatto, e aggiungo rispetto a quanto ribadito da Matteo, che con i tagli previsti dal “sequestration act” i tagli al programma CCDev per il 2013 ammontano a oltre 400 milioni di dollari sugli 830 milioni richiesti.
Questo ha già portato al l’impossibilità di finanziare tutte le milestones previste per il quarto quarto di quest’anno, rimandandole al prossimo anno per tutti i contendenti… e chissà cosa succederà il prossimo anno…

In ogni caso, come più volte discusso, tutto questo programma ha sempre visto politiche di divulgazione delle schedule da parte dei contendenti parecchio aggressive… e credo che tutti si ricordino gli annunci, che tanto qui facevano discutere obbligando a infiniti paragoni con i progetti governativi, negli anni passati e stando ai quali i primi voli umani privati sarebbero già dovuti essere in corso con un inizio delle attività intorno al 2011/12…

#5

Se i voli governativi slittano, quelli privati magari no. E’ chiaro che queste capsule non sono realizzate solo per lal NASA. Ovviamente, coni soldi del governo lel aziende hanno più respiro, in termini economici. Vedo uno scenario dove queste capsule volano prima privatamente e poi governativamente.
Basta che volino ed in sicurezza.

#6

Volo privato non significa che non servono test e certificazioni. E NASA resta comunque il cliente principale (l’unico con un contratto firmato forse?) per tutti.
Le certificazioni e i test che si fanno con NASA serviranno a rivendere il sistema a terzi. Ma ovviamente quei test devono essere pagati e realizzati per NASA prima che il resto del mercato si realizzi.