[WIP] Progetto Dynamic FPIP

#1

Da una proposta di @Fabio_Zarantonello (che a dire il vero era un attimo più limitata, ma vabbè :smiley: ) stiamo dando il via al progetto “Dynamic FPIP”, cioè la creazione dell’equivalente del documento FPIP della NASA.

Cosa è FPIP? E’ un acronimo che sta per Flight Planning Integration Panel ed è un documento mantenuto da NASA che rappresenta il più completo piano di volo esistente per la ISS.
Sono inclusi non solo expedition ed equipaggi (quello ufficiale di NASA ha anche una bella anteprima sulle assegnazioni) ma anche arrivo/partenza delle capsule, quali boccaporti sono usati e quali liberi, EVA, ecc. Non è un documento pubblico, ma viene spesso mostrato in conferenze pubbliche, quindi di tanto in tanto è possibile vederne un esemplare incluso dei PDF dei manager NASA che vengono mostrati in vari incontri ufficiali.

Eccovi una schermata di esempio.

L’idea di @Fabio_Zarantonello era inizialmente quella di tenere aggiornata la lista degli astronauti usando Excel, che sebbene sia di sicuro un’iniziativa meritoria ed utile (lo si faceva nell’antico passato del forum) non è a mio parere il mezzo migliore per diffondere il risultato del lavoro che si dovrebbe intraprendere.

E allora ho rimesso mano alla libreria che già usiamo per la timeline dell’AstronauticAgenda e ho iniziato un lavoro di adattamento con i primissimi elementi, appunto, expeditions ed equipaggi.

Come organizzarsi

Il codice sorgente è in via di scrittura e testing, ma il vero successo di questa iniziativa si poggia sulla disponibilità di “volontari” a mantenere aggiornate le varie informazioni.

Quello che si deve fare da subito, quindi, e che vorrei coordinare qui (dando anche una giustissima priorità a @Fabio_Zarantonello che ha concepito l’idea) è il reclutamento de volontari che si occuperanno di popolare e manutenere i vari elementi dell’FPIP.

Informazioni da inserire

Le informazioni che vanno inserite e aggiornate sono, in ordine di priorità:

Tipo di dato Frequenza Nome file JSON Incaritcato/i
Memebri degli equipaggi e loro permanenza a bordo Mensile crew.json TBD
Dati di base di ogni expedition Mensile expedition.json TBD
EVA programmate Mensile eva.json NA - automatico da AstronauticAgenda
Utilizzo portelli di attracco Ad ogni nuovo lancio ports.json TBD
Lanci per la ISS Mensile launch.json automatico (TBD)

Formato dei file di dati

Le informazioni andranno preparate in formato JSON. I file JSON sono semplici file di testo (per prepararli basta qualcosa come Notepad su Windows, per capirci) che seguono semplicissime regole sintattiche.
Sono anche facilmente leggibili da un occhio umano, il che non guasta :slight_smile:
Giusto per dare due indicazioni rapide:

  • Una lista di elementi è delimitata da parentesi quadre (quindi nel ns caso va una parentesi quadra aperta all’inizio e una chiusa alla fine del file)
  • Ogni elemento è delimitato da parentesi graffe
  • Gli elementi sono separati tra loro da virgole
  • I valori vanno delimitati con doppie virgolette

1. Memebri degli equipaggi e loro permanenza a bordo - crew.json

ecco come i dati di ciascun astronauta vanno inseriti

[
{
    "content": "William M. Shepherd",
    "start": "2000-10-31T07:52:00.000Z",
    "end": "2001-03-21T07:33:00.000Z",
    "flag": "USA"
},
{
    "content": "Sergei Krikalev",
    "start": "2000-10-31T07:52:00.000Z",
    "end": "2001-03-21T07:33:00.000Z",
    "flag": "RUS"
  },
...
]

Le informazioni relative a ciascun membro dell’equipaggio vanno chiuse in una struttura come quella qui sopra. Le date vanno indicate per intero (riempiendo con zeri dove servisse) e in UTC. Il campo “flag” va valorizzato con la sigla a tre lettere standard con la nazionalità dell’astronauta.

La stragrande maggioranza di queste informazioni sono reperibili su Wikipedia.

2. Dati di base di ogni expedition - expedition.json

Sempre in formato JSON

[
  {
    "content": "Expedition 01",
    "start": "2000-11-02T09:21:00.000Z",
    "end": "2001-03-19T04:32:00.000Z",
    "insigna": "https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/4/4e/Expedition_1_insignia.svg/300px-Expedition_1_insignia.svg.png"
  },
  {
    "content": "Expedition 02",
    "start": "2001-03-10T00:00:00.000Z",
    "end": "2001-08-20T00:00:00.000Z",
    "insigna": "https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/a/aa/Expedition_2_insignia.svg/400px-Expedition_2_insignia.svg.png"
  },
  ...
]

Anche in questo caso le informazioni sono reperibili su Wikipedia.

Il campo “insigna” contiene il link al logo dell’expedition reperibile sempre sulla specifica pagina wikipedia (ad es. questa la pagina della Expedition 59)

3. EVA programmate

TBD

4. Utilizzo portelli di attracco

TBD

5. Lanci per la ISS

TBD

Come trasmettere i dati aggiornati

Per ora suggerisco di caricarli qui, come allegati, ma serve un sistema migliore e semi automatizzato.
Per ora, che siamo in una fase WIP, possiamo prenderci ancora un pò di tempo per definire i dettagli di questo punto.

Sviluppi futuri

Se questo progetto avrà successo (cioè raccoglierà un numero decente di volontari), si può pensare di aumentare le informazioni caricate in ciascun file. Il formato JSON ci consente di espandere la quantità e la qualità di dati in modo molto flessibile, e anche facilmente automatizzabile.
Se vi fossero proposte o idee in tal senso, siamo tutt’orecchi. :ear:


Come il prototipo di FPIP appare oggi…

9 Likes
#2

I file crew.json e expedition.json ad oggi.
Sono incompleti e sono stati usati solo per i test. Le informazioni caricate, ancorché parziali, sono corrette.

crew.json (6,0 KB)
expedition.json (1,6 KB)

Questi file possono essere usati come base per i prossimi aggiornamenti.

1 Like
#3

Se può servire questo è un editor JSON online:

https://jsoneditoronline.org/

#4

Io non mi offro volontario per inserire le informazioni, ma hai pensato a pescarle in automatico da wikidata? Se si trovano soluzioni migliori nel frattempo, per metà maggio provo a fare un tentativo io.

#5

No, ed e’ un’ ottima idea nel caso licenza e formato lo consentano. Sul secondo poi posso darmi cmq da fare. Hai qualche documentazione in merito da suggerirmi?
Ho trovato la relativa documentazione. Vediamo quando riesco a capirci qualcosa… :wink:

#6

Ottima notizia Marco, grazie!
Ho scaricato i file, assolutamente comprensibili e facili da gestire… nei prossimi giorni, diciamo dalla settimana prossima, non appena rientro da qualche giorno di relax, incomincio a metterci mano, anche per prendere confidenza con la struttura ed il testo da reperire/inserire…
Mi rendo disponibile, per l’aggiornamento dei file…

3 Likes
#7

Grazie! Se hai bisogno di supporto o chiarimenti sono qui o su Telegram.
Una volta che sapremo quanti siamo, ci dividiamo i compiti, non abbiamo fretta.
Intanto io in parallelo porto avanti le indagini su WikiData, e magari il lavoro per i volontari sara’ solo residuale.

Infine, per validare il file JSON basta copiaincollarne il contenuto in uno dei tanti validatori online, come questo: https://jsonlint.com/

2 Likes
#8

Si, giusto un attimino :joy:

Che dire Marco, come WIP promette benissimo. Ovviamente mi offro volontario in particolare per i dati delle Expeditions (che per me comprendevano anche lanci e rientri dei veicoli abitati ma da quanto leggo non ce ne sarà bisogno).
Una sola domanda (per ora :grimacing:): la schermata finale sarà “zoommabile” fino a distinguere i singoli giorni oppure le date precise compariranno come “flags” a parte?

1 Like
#9

Zoomabilissima e interattiva. Sara’ possibile anche farla reagire ai click mostrando informazioni extra, tipo link a risorse NASA o Wikipedia.

Intendi i dati delle expeditions in se’ (punto 2.) o degli astronauti (punto 1.) ?

3 Likes
#10

Entrambi :+1:

Edit: mi spiego meglio, non avrei problemi a tenere aggiornati questi dati perché già mi piace farlo a titolo personale, se poi ci sarà da “spalmare” il lavoro su più volontari, a disposizione!

#11

Pongo subito un altro quesito: io uso come fonti principali il thread dedicato di Nasaspaceflight ed il sito Spacefacts.de, che quasi sempre coincidono e mi pare si siano dimostrati altamente affidabili negli anni. Almeno per non dover aspettare ogni volta un tardivo comunicato ufficiale. In periodi particolarmente “frizzanti” per le rotazioni ISS (come questo e sicuramente i mesi a venire) potremo rifarci a tali informazioni oltre a quelle wiki?

#12

Un giusto punto. A lavoro finito ovviamente dovremo dare giusta citazione alle fonti, secondo le rispettive licenze.

  • la nostra fonte primaria dovrebbe essere NASA, i cui contenuti sono tutti public domain e quindi i migliori per affidabilità e libertà di utilizzo. Bisognerebbe drizzare le orecchie su Roscosmos, altra possibile fonte primaria, e su eventuali comunicati stampa ufficiali.
  • la nostra fonte secondaria dovrebbe essere Wikipedia (nella pagina che ti ho linkato sopra), i cui contenuti sono con licenze libere.
  • un’altra fonte secondaria estremamente affidabile è l’AstronauticAgenda curata da @PherosNike
  • per quanto spacefacts.de (immagino ti riferisca a questa pagina) la loro licenza pare un secco © quindi in teoria non sono utilizzabili i loro dati senza permesso (e non ci e’ dato sapere le loro fonti). Per questo non userei i loro senza prima sentirli e senza valutare quanto siano
  • Se il topic di NSF cui ti riferisci e’ quello in L2 (cui sono abbonato anche io eh) allora non possiamo usarlo, in quanto il loro embargo/licenza sui contenuti di L2 e’ pressoche’ totale, almeno fino a quando non pubblicano un articolo in merito loro per primi, e si entra in un ginepraio. Lascerei perdere NSF come fonte di questo specifico servizio.

Sicuramente con questa policy saremo sempre un po’ indietro rispetto ai “beneinformati”, ma saremo dal lato giusto della barricata nel rispetto del diritto d’autore. :wink:
Va anche detto che però in questo modo i nostri dati sarano corretti e referenziati, che non è cosa da poco.

1 Like
#13

Chiarissimo.
Si, per Spacefacts mi riferivo in generale agli schedule.
Per NSF no, non sono in L2 e mi rifersco a:

https://forum.nasaspaceflight.com/index.php?topic=32006.1060

#14

Capito. Ok, allora dammi un attimo di tempo per verificare bene la licenza, perché in generale NSF è molto gelosa dei suoi contneuti.

Dimenticavo :blush: una fonte importante… L’AstronauticAgenda curata e sempre aggiornata dalla nostra @PherosNike, dove trovi un sacco degli eventi che vedo nel topic di NSF. Correggo il mio post sopra per includerla tra le fonti.

2 Likes
#15

In realtà ho procato a cercare le loro regole per la parte libera del forum ma non le ho ancora trovate (sono anche un po’ impedito perché ancora per qualche giorno accederò solo da smartphone). A pensarci bene però, in quel thread aggiornano quasi sempre lo schedule con notizie ufficiali o da agenzie attendibili, quindi forse il problema neanche si pone.

#16

E’ una precisa scelta editoriale, legittima. In sostanza senza diverse indicazioni, si applica in pieno il diritto d’autore (per cui valgono le indicazioni date nel Codice di autoregolamentazione per la pubblicazione di testi di terze parti). Come dicevo, un ginepraio…
Concordo che sia meglio fare da soli…

1 Like
#17

Momento però. A parte L2, che contiene informazioni non pubbliche ed è dietro paywall, i “fatti” non sono protetti da copyright. Se su un sito (spacefacts.de?) c’è scritto “la soyuz parte il 31 brumaio duemilacredici” non è un’opera di ingegno. È una informazione. Gli darei il credit come grazie, ma non è che quella informazione è segreta.
Altrimenti davvero chiudiamo baracca perchè non ci si muove più a fare gli zeloti del copyright. Sono date, cribbio.

3 Likes
#18

Capisco e condivido il tuo punto di vista però ragionandoci: Spacefacts non cita direttamente le fonti dei suoi dati, se ricordo bene ha solamente una generica pagina di links utili. Nel thread di NSF invece, vengono regolarmente linkati comunicati stampa di NASA, Roscosmos, altre testate US, russe e non solo. Andando a pescare anche noi direttamente alla fonte come giustamente ribadisce Marco, non dovremo neppure porci il problema, giusto?

ha separato questo argomento #19

7 posts were split to a new topic: Discussione copyright FPIP

#20

Mentre ci chiariamo le idee sull’uso più corretto delle fonti e su come interpretare correttamente le norme sul copyright, direi di partire con i dati che abbiamo fino ad oggi da NASA e Wikipedia, che sono il 99% del totale.

(La discussione scorporata è stata spostata in una categoria non pubblica per evitare di inquinare il Topic)

Appena raggiungeremo una quadra, integreremo di conseguenza i dati post Expedition 60 :slight_smile:

2 Likes