[2018-02-22] Falcon 9 Full Thrust | PAZ & Microsat-2a, Microsat-2b

Dati principali del lancio

Data di lancio 2018-02-22 14:17:00
Esito lancio SUCCESSO

Dettagli della missione

Nome PAZ & Microsat-2a, Microsat-2b
Tipo Governativo/Top Secret
Orbita Orbita eliosincrona (SSO)
Costellazione Starlink
Lancio precedente -
Lancio successivo Falcon 9 Block 5 | Starlink Demo (0.9)

Centro e rampa di lancio

Nome Space Launch Complex 4E - Vandenberg SFB, CA, USA1 2 :us:
Lanci dalla rampa 101
Lanci dal Centro 710
Atterraggi al Centro 8

Lanciatore

Vettore Falcon 9 Full Thrust 1 2
Costruttore SpaceX :us: 1 2
Fornitore servizi di lancio SpaceX :us:1 2
Primo volo 2015-12-22
Numero stadi 2
Altezza 71,00 m
Diametro 3,65 m
Peso al lancio 546 t
Spinta al decollo 6.804 kN
CapacitĂ  di carico LEO: 22.800 kg
GTO: 8.305 kg
Successi/Lanci totali 24/25 (16 consecutivi)

Stadi e booster

Seriale Tipo Recupero Precedente Turnaround Successivo
-
Non tentato Formosat 5 181 g. -

Video

Patch di missione


Space X Paz Mission Patch

Ultimo aggiornamento: 2023-01-23T19:05:52 con AstronautiBOT 10 beta 15D - Fonte: LaunchLibrary2 API

(Traduzione automatica) PAZ è un satellite militare di osservazione radar terrestre, progettato e costruito da Airbus Defence and Space per la Spagna. Il satellite è di proprietà e gestito da Hisdesat. Il satellite PAZ è dotato di uno strumento radar avanzato progettato per un’elevata flessibilità e la capacità di operare in numerose modalità consentendo la scelta di diverse configurazioni di immagine. Sarà in grado di generare immagini con una risoluzione fino a 25 cm. Progettato per una missione di cinque anni e mezzo, PAZ orbiterà intorno alla Terra 15 volte al giorno, coprendo un’area di oltre 300.000 chilometri quadrati. Sulla sua orbita quasi polare leggermente inclinata, PAZ coprirà l’intero globo in 24 ore, servendo sia il governo che le esigenze commerciali. Satellite condivide il viaggio con due piccoli satelliti SpaceX. Questi testeranno le tecnologie per la prevista rete satellitare chiamata Starlink, che sarà composta da circa 4000 satelliti che forniranno Internet spaziale in tutto il mondo.