Beresheet, un fallimento che è piaciuto a tutti

Nuovo articolo di Raffaele di Palma pubblicato su AstronautiNEWS

3 Mi Piace

Gli scatti di LRO prima e dopo l’impatto.

2 Mi Piace

Immagine elaborata per evidenziare meglio il punto di impatto.

Credit: NASA/GSFC/Arizona State University

4 Mi Piace

Per contestualizzare maggiormente.

3 Mi Piace

Poco dopo il fallimento di Beresheet, SpaceIL aveva annunciato l’intenzione di riprovarci con un secondo lander, Beresheet 2.

Questa sera hanno annunciato un cambiamento nell’obiettivo della prossima missione, senza però fornire dettagli.

2 Mi Piace

Su Beresheet erano ospitati anche dei tardigradi disidratati, DNA umano e una biblioteca miniaturizzata. Un bell’articolo di Wired pubblicato ieri descrive questo carico particolare.

The lunar library on the Beresheet lander consisted of 25 layers of nickel, each only a few microns thick. The first four layers contain roughly 30,000 high-resolution images of book pages, which include language primers, textbooks, and keys to decoding the other 21 layers. Those layers hold nearly all of the English Wikipedia, thousands of classic books, and even the secrets to David Copperfield’s magic tricks. […]

[…] Ha and an engineer on Spivack’s team added a thin layer of epoxy resin between each layer of nickel, a synthetic equivalent of the fossilized tree resin that preserves ancient insects. Into the resin they tucked hair follicles and blood samples from Spivack and 24 others that he says represent a diverse genetic cross-section of human ancestry, in addition to some dehydrated tardigrades and samples from major holy sites, like the Bodhi tree in India. A few thousand extra dehydrated tardigrades were sprinkled onto the tape used to secure the lunar library to the Beresheet lander.

4 Mi Piace

Ci pensate se davvero i tardigradi venissero recuperati “vivi”?Sarebbe pazzesco.

2 Mi Piace

Ma ovviamente sono in criptobiosi :wink:

Però se riuscissero a riprendersi una volta recuperati dopo, per forza di cose, molto tempo sarebbe pazzesco

3 Mi Piace

Ma quindi la possibilità che sono effettivamente vivi è concreta? https://www.dday.it/redazione/31864/beresheet-lander-lunare-precipitato-dna-tardigradi.amp

1 Mi Piace

Qualcuno ha provato a calcolare o sperimentare in laboratorio se il corpo e la struttura interna dei tardigradi, non del contenitore in cui si trovavano, è in grado di sopravvivere alle decelerazioni e sollecitazioni causate dall’impatto del lander?

1 Mi Piace

Ma soprattutto: perchè hanno mandato dei tardigradi sulla Luna?:slight_smile:

Alcune specie hanno dimostrato di poter sopportare fino a 16000 g per 1 minuto (e non ho sbagliato a scrivere).
Non so se sia la stessa specie che ha dimostrato di essere in grado di resistere al vuoto dello spazio in LEO per alcuni giorni.

1 Mi Piace

Perché mandarci esseri umani sapeva di minestra riscaldata. :smile:

2 Mi Piace

Si, poi il pubblico si annoia :slight_smile:

I progettisti spaziali dovrebbero prendere spunto dalla struttura di quelle creature.

Su FA.it non si smette mai di imparare.

La nuova frontiera dei viaggi interstellari: gli astronauti disidratati…:confused: che brutta roba…

Risvolto interessante della questione tardigradi: erano tardigradi “di contrabbando”.

Spivack is an early internet entrepreneur (he worked on Siri before it was sold to Apple) and co-founder of the Arch Mission Foundation. […]

But here’s what we didn’t know: Spivack hadn’t informed the Israeli company about the creatures that he had added to the payload.

“We didn’t tell them we were putting life in this thing,” he says. “Space agencies don’t like last-minute changes. So we just decided to take the risk … we did it in a way where there would be absolutely no risk of any contamination outside of our payload, which was sealed and in a vacuum.” When I suggested that this made him the first smuggler in space, Spivack responded: “Technically, I’m the first space pirate.”

Fossi in SpaceIL non so quanto sarei divertito.

1 Mi Piace

Aspettate. Tecnicamente i primi pirati spaziali sono l’equipaggio di Skylab 4 che si è ammutinato per un giorno…

1 Mi Piace

E ci sono pure stati astronauti che hanno portato a bordo oggetti non previsti (vedi uno sbricioloso sandwich) :smiley: