Curiosity arriva a Mount Sharp


#1

Curiosity arriva a Mount Sharp

[html]

14-245_1
Curiosity si appresta ad esplorare le pendici del Mount Sharp.[/html]

Articolo completo: Curiosity arriva a Mount Sharp


#2

Luca vabbé tradurre preciso, il Mount Rainier chi sa dov’é e com’é? Noi siamo italioti, mica americanidi. Diciamo che il Mount Sharph é uguale al cervino dai… :grin:


#3

e a dirla tutta il nome ufficiale, e quello usato nelle pubblicazioni, e’ Aeolis Mons. Mount Sharp e’ una definizione non ufficiale, che usano solo al JPL.


#4

Vallo a spiegare ad Alan Stern, che è nel board di Uwingu e forse ha un leggerissimo risentimento verso l’IAU :slight_smile:


#5

Hai ragione!


#6

Grazie Luca per la foto del mont Rainier!! Ora sono contento :grin:

Una domanda banale… poiché su Marte non c’é il mare, a partire da quale livello misurano l’altezza delle montagne? Lo hanno stabilito per convenzione, immagino, secondo il criterio…?

Forse stiamo parlando di “prominenza topografica” che é una cosa diversa dall’altezza delle montagne terrestri


#7

Livio, la misura delle quote è una cosa piuttosto complessa, anche sulla Terra… I dati vengono forniti in due modi: (1) L’altezza rispetto alla pianura o valle circostante e (2) rispetto ad una quota di riferimento.

Quello che sulla Terra si chiama “livello del mare” non è che sia così banale da trovare, visto che cambia da luogo a luogo e anche nel tempo (per via delle maree). Quello che si usa è il cosiddetto “geoide”, cioè un valore relativo al campo gravitazionale della terra - si definisce una pressione atmosferica ed una certa temperatura standard e si dice che il livello 0 è la quota a cui la pressione atmosferica è quel valore a quella temperatura sndard. Ovviamente per la scelta dei valori di riferimento di pressione e temperatura per la Terra si sono scelti dei valori che corrispondono grosso modo al livello degli oceani.

Per Marte si fa lo stesso. Il livello zero di Marte è la quota alla quale si ha una pressione atmosferica di 610.5 Pa alla temperatura di 273.16 K.

Non so i dati riportati a che sistema di riferimento si riferiscano. Su vari siti si riporta che il picco del monte Sharp (Aeolius Mons) è di 5500 metri rispetto al fondo del cratere Gale, cioé il livello di riferimento locale. Essendo probabile che il cratere sia sotto il livello zero, può anche darsi che la quota sul livello zero del monte Sharp sia proprio simile a quella del monte Rainier ~4400.


#8

Grazie Matteo!


#9

Effettivamente è un bel problema perché temperatura e pressione possono cambiare sia a breve che a lungo termine, senza contare che corpi molto piccoli non hanno un atmosfera misurabile (mi viene da pensare a Churyumov Gerasimenko).

Ma non si usa una superficie equipotenziale gravitazionale come livello di riferimento?


#10

Si, ma per scegliere quale superficie equipotenziale (ce ne sono infinite), si deve prendere un punto di riferimento.

Sulla Terra è il livello medio del mare in assenza di altre forze (vento o maree). Su Marte è il punto in cui la pressione atmosferica a 0°C è 610.5 Pa. L’insieme di tutti quei punti forma, appunto, una superficie equipotenziale gravitazionale. :slight_smile:


#11

Ottimo Matteo, encinclopedico! Grazie!


#12

Adesso mi è chiaro. E’ un po’ come dire la superficie di un ipotetico oceano con un determinato volume. Fissando temperatura e pressione è effettivamente più pratico.

Pero’ 10 milioni di anni fa la densità atmosferica di marte era superiore quindi il livello di riferimento di 610.5 Pa era molto più in alto. Oltre che a pressione e temperatura bisogna fissare anche una densità atmosferica (ho visto che per la terra c’è l’Atmosfera standard internazionale ICAO)

Grazie Matteo!