Elon Musk avanti tutta: BFR su Marte, Luna e Terra


#161

immagine ufficiale di spacex

so che molto probabilmente sto per dire una fesseria … ma l’attacco dell’ala destra non sembra strano? sembra che possa cambiare angolo (cosa che non so se sia mai stata fatta) … all’incirca come questa tavola (fatta per spiegare qualcos’altro)


#162

Anche a me pare così, in tal caso sarebbe simile a quella sperimentata dai russi con il bor-4 nell’ambito del programma Spiral OS tra gli anni 70 e gli 80 dello scorso secolo.


#163

In questa nuova configurazione ricorda molto certe versioni dello Space Shuttle…
Ma quelle “pinne” non sono piccole per atterrarci,ed in modo stabile,sopra?


#164

Dall’immagine a maggior risoluzione è chiaro come le zampe di atterraggio escano dalle estremità inferiori delle “ali”, che quindi avrebbero un doppio scopo.

Siamo sempre più vicini a questo

E’ evidente come vi siano state delle modifiche all’architettura del BFS rispetto alle “bozze” di 2-3 anni fà.


#165

Grazie

Ho controllato su internet ma ho trovato che lo scopo era far entrare il bor nella carenatura del razzo, anche se lascia intendere che l’angolo poteva variare durante il volo. per cui non mi è chiaro se l’angolo variava durante il volo o solo per fare diversi test?

“Il veicolo sarebbe stato lanciato con le sue due ali completamente piegate in modo che si adattasse sotto la carenatura del razzo. Dopo il rilascio dal veicolo di lancio, le ali sono state spostate in una posizione che avrebbe mantenuto il veicolo stabile durante il rientro ad un angolo di attacco compreso tra 52 ° e 57 ° tra altitudini di 70 e 60 km.”
http://weebau.com/satcosmos/bor.htm


una spiegazione della variazione dell’angolo di attacco longitudinale (se cosi si chiama) delle ali (la deriva pare fissa) potrebbe essere che con un angolo positivo (alzati verso i motori) serva per planare ed, invece, con un angolo negativo serva per atterrare verticalmente


come ha detto Matteo, anche a me, sembra che le gambe si possano estendere dal rigonfiamento cilindrico posto nella parte terminale delle ali


modifica
lo sportello tra l’ala e la deriva potrebbe servire a trasferire i propellenti ed invece quello piu grosso al centro per movimentare la stiva con la gru o per la discesa dei passeggeri

Anche la configurazione dei motori è variata

che ne pensate?


#166

Che speculare ora e’ prematuro, ma magari all’IAF di quest’anno usciranno cosa piu’ concreto da fonte certa, cioè un aggiornamento su BFR direttamente da SpaceX.


#167

Ma davvero stiamo oggi a fare le pulci su queste immagini in computer grafica su un progetto che probabilmente non vedremo mai volare?
Certo è bello e interessante ipotizzare cosa sia passato per la mente del grafico cui è stato commissionato questo lavoro… ma pensare che dietro a queste immagini ci sia un qualche cosa di ingegneristico mi sembra un attimo sovrastimare la realtà… è come analizzare la USS Enterprise di Star Trek, bellissimo e appassionante, ma è fantascienza e computer grafica…
Ricordo che deve ancora volare una capsula che è in ritardo di almeno 5 anni, con contratti validi, finanziati e che a complessità è infinitamente minore di quanto sarebbe il BFR se mai venisse realizzato…


#168

Eh si sembrerebbe proprio. Speriamo di avere presto più di un’illustrazione


#169

Più che altro sembra che il design si sia stia, lentamente, stabilizzando convergendo verso soluzioni più ragionevoli.

Il trasferimento del carburante, a quanto si è saputo via soliti aggiornamentini via twitter dei mesi scorsi (ma anche dal precedente IAC), sarà fatto accoppiando 2 BFS posteriormente.

Ad ogni modo non prenderei un rendering per oro colato, soprattutto i motori.

Alla IAF non risulta nessuna presentazione particolare su BFR di SpaceX, ci dovrebbe essere un talk di Hans Koenigsmann che probabilmente sarà incentrato sullo stato dell’arte del riutilizzo del Falcon9/Heavy.

Verosimilmente l’aggiornamento su BFR sarà tra 4 giorni via streaming durante la presentazione del contratto turistico annunciato ieri.

Secondo me sono delle “normali” gridfin che, in qualche maniera, vengono estratte in maniera progressiva per aiutare la manovra di transizione all’atterraggio verticale spostando lentamente il centro di pressione all’estremità giusta.
Comunque vedremo tra pochi giorni, forse.

Per questo progetto stanno spendendo un sacco di soldi, sviluppando motori, producendo prototipi di “fusoliera” in CFRP, “comprando” e ristrutturando insediamenti industriali a Long Beach e assumendo centinaia di nuovi dipendenti.
Quindi che piaccia o meno stanno andando avanti, poi magari non volerà lo stesso…
Questi rendering sono generamente fatti prendendo uno snapshot dei modelli cad e pasticciandoli un po’, il “divertente” è capire cosa è più o meno affidabile.


#170

Sono d’accordo che si tratta di mere speculazioni, ma a ragionarci sopra non c’è nulla di male specie se può essere di aiuto al neofita per approfondire tali e tematiche tecniche, che è poi tra gli scopi di questo forum.
A questo punto così come quando apparvero i primi rendering della capsula Dragon o del Falcon Heavy non resta che aspettare e vedere l’hardware di volo per analisi e ragionamenti più approfonditi.


#171

Oppure volerà,ma strada facendo diventerà qualcosa di completamente diverso e meno visionario.
Magari saranno partiti con l’astronave di Flash Gordon e si ritroveranno tra diversi anni con uno SSTO per le orbite terrestri…il che sarebbe in ogni caso un ottimo risultato.


#172

Siamo d’accordo, Peppe, e colgo l’occasione per ricordare che la mia mancanza di entusiasmo per una discussione piuttosto che un’altra non e’ mai da intendersi come una sorta di moderazione, ma solo la mia personale opinione. :beer: La moredazione arriva sempre e solo da AdminBot che per ora dorme tranquillo. :stuck_out_tongue_winking_eye:


#173

Accontentato? Qualcuno si è preso la briga di riprogettare il progetto :slight_smile:

Musk ha confermato che è una nuova versione del bfr non un disegno artistico


#174
Accontentato? Qualcuno si è preso la briga di riprogettare il progetto

eheh certo che no! è un disegno preso da quell’imagine, la mia fantasia aveva gia fatto tutto ciò! più che di incontrare altri che sognano, aspetto di poter capire quanto di tutto ciò possa diventare realtà! ; )


#175

Tranquillo Marco, ti conosco da tanto e davo per scontato fosse così. Avevo scritto quella frase a beneficio di tutti. :ok_hand:


#176

Carino, ma si tratta di un tre viste ricavato da quella singola immagine, non particolarmente buona, da parte di un appassionato (cosa che avrei potuto fare benissimo anch’io) quello a cui mi riferivo era un diagramma ufficiale della SpaceX e non una semplice “speculazione”.

Contesto però l’idea che un’anticipazione artistica non possa avere un contenuto tecnico e configurativo corretto tanto e solo “perché si tratta di un disegno”, nella mia carriera professionale (ventennale per quel che riguarda il settore spaziale) ho riscontrato spesso questa diffidenza becera nei confronti del valore grafico di un contenuto progettuale rispetto a quello scritto oppure a quello meramente matematico.
Un esempio per tutti?
La prima immagine (un dipinto ad olio) rilasciata ufficialmente dall’USAF nel 1988 relativo al programma ATB Northrop B-2 “Spirit”, inutile dire che il quadro, che era sostanzialmente corretto a parte la zona degli scarichi dei reattori volutamente omessa, fu accolto con scherno e sufficienza da parte degli “esperti”, salvo poi essere clamorosamente smentiti qualche mese dopo in occasione del rollout del primo prototipo.

L’immagine proviene, purtroppo scattata dal mio smartphone, dal libro di Steve Pace "The big book of X-Bombers and X- Fighters.



#177

Posso farti / farvi delle domande?

PREMESSA
Le ali e la deriva devono reggere alti carichi strutturali sia in fase di rientro sia una volta atterrato. (Con il carburante il peso è superiore alle 1000 t, oltre 350 t a zampa, per cui ogni zampa è probabile abbia più punti di appoggio.) inoltre, le forze esercitate hanno direzione opposta. La velocità di rientro prevista è più alta rispetto al LEO (dalla luna 11,2 km/s)

DOMANDE
1 È possibile che venga variato l’angolo in considerazione della velocità e della densità dell’aria? Per esempio avere una configurazione iniziale a zero gradi ed aumentare l’angolo con la discesa.
2 Vista la presenza di molti motori (non solo i raptor) e la presenza di superfici aerodinamiche rilevanti (forse ben 5 appendici ed un corpo veicolo enorme) si potrebbe ipotizzare un rientro lungo. Per la presenza di salti (stile sonde cinesi e russe) e/o l’utilizzo di un angolo di rientro molto basso con l’utilizzo dei motori e delle appendici aerodinamiche per rimanere in traiettoria? Il vantaggio sarebbe di dissipare la velocità in tempi più lunghi e quindi rientrare con forze g e temperature più basse. I materiali e l’equipaggio sarebbero meno stressati favorendo sicurezza, riusabilità ed il trasporto passeggeri non professionali. (Per non aver poggiato la testa all’inizio della simulazione di volo della NASA ho avuto dolori al collo per alcuni giorni, le istruzioni erano in spagnolo.) torno alla domanda: è fattibile un tale tipo di rientro lungo?

GRAZIE

PS
So per primo, avendolo già scritto tempo fa, che il disegno del BFR potrebbe ancora variare ed il mezzo non volare mai. Io comunque in base alla storia della SpaceX vedo il bicchiere mezzo pieno, ma considerando tempi di realizzazione più lunghi. D’altronde, a meno che non si faccia il controllore di volo, è inutile seguire le esplorazioni spaziali se non si crede nella realizzazione, con tempi adeguati, dell’“impossibile fattibile” (scusate il termine)


#178

Quanto è grande il BFR rispetto allo Space Shuttle?
Dal rapporto in scala con l’omino non mi pare poi così “big”…anzi ho la sensazione che l’Orbiter fosse leggermente più grande.


#179

Shuttle Orbiter Specifications (OV-105)
Diagramma a 4 viste di orbiter STS (EG-0076-07) .png
Caratteristiche generali

Equipaggio: 6-8
Lunghezza: 122 ft 2 in (37,24 m)
Apertura alare : 78 ft 6 in (23.79 m)
Altezza: 58.58 piedi (17,25 m)
Superficie alare: 2690 ft² (249,9 m² [15] )
Peso a vuoto : 151.205 libbre (68.585 kg)
Carico utile: 55.250 lb (25.060 kg)
Max. peso al decollo : 240.000 libbre (109.000 kg)

BFR
Secondo stadio - Spaceship (BFS)
Lunghezza 48 m (157 piedi) [1]
Diametro 9 m (30 piedi)
Massa vuota 85.000 kg (187.000 lb)
Massa lorda 1.335.000 kg (2.943.000 libbre)
Massa del propellente
240.000 kg (530.000 libbre) CH4
LOX di 860.000 kg (1.900.000 libbre)

Dati Wikipedia


#180

Posso essere parzialmente d’accordo con la tua prima considerazione sul “fare troppo le pulci” ad un rendering … ma è chiaro che comunque un minimo di aderenza alla realtà (e dunque agli ultimi sviluppi del progetto) queste immagini ufficiali di SpaceX devono averla … non credo dicano ad un grafico “bom, disegna quel che vuoi e mandalo alla stampa” …

Sul resto del tuo messaggio, diciamo che come sempre sprizzi la tua “passione” per Musk da tutti i tasti :stuck_out_tongue_winking_eye:

Ma come detto da altri, di passi concreti su questo progetto ne stanno facendo, non è una mera elucubrazione mentale del buon Elon e della sua combriccola di pazzi :grin: :wink:

Quanto alla capsula manned, mi pare che il pachiderma Boeing sia pure più in ritardo della “piccola” SpaceX, quindi …