ESA sceglie ARIEL come prossima missione per lo studio degli esopianeti

Ottimo, Simone. Vedendo il cospicuo ruolo dell’Italia nel progetto e nella realizzazione e nella gestione successiva, sono davvero contento.

Anche NASA parteciperĂ  a questa missione

Il contributo Nasa, denominato Case (Contribution to Ariel Spectroscopy of Exoplanets), sarà gestito dal Jet Propulsion Laboratory di Pasadena (California) […] Lo strumento Case sarà sensibile alla luce alle lunghezze d’onda a cavallo tra la banda ottica e il vicino infrarosso, che è invisibile agli occhi umani. Ciò integra l’altro strumento di Ariel, chiamato spettrometro a infrarossi, che opera a lunghezze d’onda più lunghe. Gli studi che Ariel con Case potrà effettuare saranno così profondi da consentire addirittura lo studio delle nubi e dei moti nuvolosi nelle atmosfere degli esopianeti.

Grazie per l’articolo!
Però non credo che stia nell’ombra della Terra. Leggendo qui (https://sci.esa.int/web/ariel/-/59800-spacecraft) dovrebbe avere dei pannelli solari nella parte inferiore ed inoltre sarebbe costruito secondo il modello di Plack il quale era alimentato dall’energia solare.
Anche perché, se fosse come hai scritto, dovrebbe avere un RTG.

Segnalo anche questa frase:

La missione sarĂ  preceduta nei primi mesi del 2019 dal satellite CHEOPS

Se ti riferisci al lancio, si parla degli ultimi mesi del 2019!

Come Planck, Ariel verra’ lanciato in orbita attorno al punto L2, che si trova a 1,5 milioni di km dalla Terra, in direzione opposta al Sole. Per questo nell’illustrazione sembra in ombra.
Come tutte le missioni europee, viene alimentata tramite pannelli solari: per scelta politica, le missioni ESA non usano RTG.

Paky, non mi riferivo all’immagine ma a questa frase nell’articolo pubblicato su AstronautiNEWS:

Questa temperatura verrà garantita dalla posizione costantemente nell’ombra della Terra rispetto al sole, a circa 1,5 milioni di km dal nostro pianeta orbitando intorno al punto lagrangiano L2 del sistema Sole-Terra.

Poi ho visto che si tratta di un articolo vecchio (questo spiega il perché della previsione retrodatata del lancio di CHEOPS).

:scream: questo e’ uno strafalcione… :sweat_smile::sweat_smile:

1 Mi Piace