EVA russa 45A - 11 dicembre 2018

expedition-57-58

#21

Terrificante. Neanche nel peggior B-Movie di fantascienza se lo sarebbero inventato :grin:


#22

Secondo me alla NASA qualcuno sta diventando “blu” come durante l’atterraggio di Eagle…


#23

Sollevando la copertura con la lama del coltello pare che finalmente il foro sia stato individuato.
E’ leggermente in basso rispetto alla zona tagliata fino ad ora, e probabilmente il taglio sarà allargato.


#24

È tutto molto ansiogeno, quelle lame che svolazzano vicino alle tute dei cosmonauti😱


#25

Ma la posizione del foro è nota con precisione?Dalle indicazioni (tagliate più in là) sembra che stiano cercando il foro senza trovarlo


#26

E’ nota con precisione dall’interno, “proiettarla” all’esterno non sembra così facile.


#27

Da dentro la posizione è ben nota, da fuori le cose sono più complicate…
Il foro dovrebbe comunque essere la zona scura e rotonda che si vede in questa immagine, poco sopra la mano destra di Kononenko, che sta facendo leva col coltello.


#28

Adesso fa leva col coltellaccio con la punta contro la Soyuz :persevere:


#29

Ora gli astronauti raccoglieranno vari campioni di materiali nella zona del foro, su invito di Mosca…


#30

A me pare di aver capito che devono tagliare ancora verso la patch di roscosmos…


#31

Quello che ho capito io a questo punto è che:

  • hanno trovato la zona del foro, e quella macchia scusa che vediamo non è il foro in sé ma il foro più il sigillante che si è espanso all’esterno formando una struttura simile alle zampe di un ragno (parole del cosmonauta)
  • raccoglieranno campioni di materiale in tutta la zona per trasporto a terra
  • verranno fatte molte foto della zona anche usando le GoPro
  • procederanno con qualche taglio ma molto attentamente perché nelle vicinanze dovrebbe passare un cavo di qualche tipo.

#32

Tutti quei detriti che, presumibilmente, continueranno a staccarsi dalla zona di ispezione, non potranno disturbare la Soyuz in fase di orientamento per il rientro?


#33

Penso che si allontaneranno abbastanza nel giro delle prossime ore…
Sono anche curioso di vedere se e come tenteranno di “suturare” lo squarcio che hanno creato.
Ricordo che in ogni caso il modulo orbitale viene abbandonato prima del rientro :grin:


#34

Ok il piano sembra essere di non tagliare ulteriormente, ma di fare leva con il coltello e allargare l’apertura nei pressi del foro, per poter documentare meglio la zona.


#35

Si, si, ma il corretto assetto per l’accensione di de-orbit non viene raggiunto con l’OM ancora attaccato?


#36

Sì certo, ma a parte una parete più fredda e peggio protetta a urti di micrometeoriti, non credo che le proprietà di massa della capsula siano cambiate in modo significativo.
Credo che tutti i detriti riflettenti si allontaneranno dalla stazione nel giro di poche ore, e non creeranno “stelle artificiali” attorno alla Soyuz.
Intanto i due cosmonauti continuano a lavorare.


#37

Si sa se abbiano preso precauzioni all’interno tipo sigillare il boccaporto della Soyuz per evitare ulteriori fughe d’aria?


#38

Non ho sentito commenti in questo senso…
Intanto ora la zona del foro è chiaramente visibile.


#39

:thinking:
Uhmmm… andare a toccare la resina indurita per prenderne un campione…
:thinking:


#40

Se ho capito bene hanno deciso di farlo per:
1 - capire cosa abbia “tappato” il foro fino al momento in cui è stata notata la perdita.
2 - verificare se il sigillante campionato dall’esterno è lo stesso utilizzato per riparare il foro dall’interno. Se così non fosse potrebbe essere la conferma che qualcuno (il responsabile del danno?) ha tentato di “metterci una pezza” in fase di costruzione/assemblaggio della Soyuz.
Personalmente l’ipotesi complottista mi sembra piuttosto inverosimile, ma tant’è…