ExoMars, a bordo nuovo strumento italiano

#1
#2

Dopo i Lageos siamo bravi a fare specchietti :slight_smile: peccato sia davvero troppo piccolo per essere visto da Terra.
Quel che non so è quali sonde abbiano a bordo un laser in grado di fare ranging. Non ho tempo di fare una ricerca ora, quacuno ne sa di più?

#3

E’ senza alcun dubbio una bella notizia però, differentemente da quelli portati sulla Luna nelle missioni Apollo, mi chiedo se anche questo avrà una vita operativa abbastanza lunga da avere un tornaconto scientifico davvero esaustivo.
Mi chiedo questo poichè su Marte, a differenza della Luna, ci sono venti e tempeste di sabbia che ben presto potrebbero coprire gli specchi e rendere poco funzionale lo strumento.

Ne abbiamo avuto una chiara dimostrazione con i pannelli solari che forniscono energia ai due rover Spirit ed Opportuniti, di cui uno oramai fuori uso, i quali, a causa della polvere accumulatasi sopra, hanno avuto un notevole calo di energia. Sarà lo stesso anche con gli specchi di questo strumento?

#4

l’unica che mi venga in mente e’ il Global Surveyor, che pero’ e’ defunta da anni.
per il resto, la polvere dovrebbe essere un problema molto meno grave di quanto non sembri (e di quanto “the Martian” non faccia pensare, la scena col Pathfinder sepolto nella sabbia era ridicola…). in oltre 10 anni Opportunity ha perso un 30% dell’energia prodotta dai pannelli.