Expedition 60 Mission Log

Nuovo tweet di Luca Parmitano!

1 Mi Piace

ISS Daily Summary Report – 27/08/2019

Sojuz MS-14 Status: Oggi alle 05:08 CEST la Sojuz MS-14 ha attraccato senza problemi al portello a poppa del modulo di servizio Zvezda, dopo l’annullamento del tentativo di attracco al modulo Poisk di sabato mattina e la successiva ricollocazione della MS-13 a Poisk. Al momento si prevede che questo veicolo senza pilota lascerà la Stazione il 6 settembre.

SpaceX Dragon CRS-18 Departure: Oggi intorno alle 16:59 italiane, i responsabili sulla Terra del Canadarm2 hanno rilasciato con successo il veicolo cargo Dragon, mentre l’equipaggio teneva sotto controllo la sua partenza. L’ammarraggio è previsto per le ore 22:20.

Astrobee: L’equipaggio ha monitorato il sistema di Astrobee mentre la squadra di supporto a terra eseguiva le verifiche del software in vista della sessione di localizzazione e mobilità di mercoledì. Gli Astrobee sono un gruppo di tre robot liberi di volare, cubiformi, progettati per aiutare gli scienziati e gli ingegneri a sviluppare e testare delle tecnologie per l’uso in microgravità assistendo gli astronauti con i compiti di routine e dare ai controllori di terra ulteriori occhi ed orecchie sulla Stazione. Questi robot autonomi sono mossi da ventole e una navigazione basata sulla visione, eseguono il monitoraggio dell’equipaggio, campionamento, gestione della logistica e possono ospitare fino a tre esperimenti.

ISS Experience: L’equipaggio ha predisposto il sistema di telecamere di ISS Experience ed ha registrato la preparazione della tuta EMU e dell’Attività Extra-Veicolare. In questa registrazione gli astronauti hanno discusso sull’uso delle tute spaziali, dei loro componenti e la loro evoluzione nel corso degl’anni. Hanno anche parlato degli attrezzi utilizzati durante una spacewalk e degli aspetti delle stesse spacewalk . The ISS Experience crea un film-documentario in realtà virtuale sulla vita quotidiana a bordo della Stazione. I filmati di 8/10 minuti raccolti durante 6 mesi di ricerca scientifica coprono differenti aspetti della vita dell’equipaggio, svolgimento della scienza a bordo della Stazione, e le partnership internazionali coinvolte. ISS Experience usa telecamere Z-CAM V1 Pro Cinematic Virtual Reality (VR) a 360 gradi con 9 lenti fisheye da 190 gradi.

MVP-Cell-02: L’equipaggio ha installato 12 Everroad Modules all’interno del Multipurpose Variable-G Platiform che ha avviato l’esperimento chiamato MVP-Cell-02 . Lo studio intende capire come fanno gli organismi ad adattarsi alle condizioni dello spazio, il che rappresenta un fattore importante delle future esplorazioni spaziali. I microbi potrebbero rivestire dei ruoli essenziali nello sviluppo di supporti vitali rigenerativi a ciclo chiuso a base biologica, utilizzando le risorse sul luogo, e avranno lunghe interazioni con gli ospiti umani e le piante. Più avanti, i microbi potrebbero rappresentare delle sfide grazie alla virulenza ed alla contaminazione, come fattori di disturbo ad esempio nell’approvvigionamento dell’acqua e nei sistemi di ventilazione.

NanoRacks Module 82: L’equipaggio ha esaminato il NanoRacks Module 82 riposto nel NanoRacks Platform-3 , scattato alcune fotografie dei semi di palma nel modulo. The United Arab Emirates (UAE) Palm Tree Growth Experiment valuta la germinazione dei semi di palma allo scopo di determinare le migliori condizioni per generare i campioni di tessuto per la ricerca. Un processo per la crescita di un buon tessuto vegetale potrebbe essere adattato per testare in microgravità altre piante indigene (=autoctone) di interesse scientifico, commerciale o educativo negli Emirati Arabi Uniti. L’indagine osserva e documenta anche la crescita delle radici in microgravità con scopi educativi.

NutrISS: Utilizzando l’applicazione chiamata EveryWear , l’equipaggio ha condotto la valutazione nutrizionale dell’Agenzia Spaziale Europea. Il volo spaziale prolungato induce dei cambiamenti rilevanti nella composizione del corpo ed una perdita di massa corporea. Nella ricerca NutrISS , un’analisi periodica della composizione corporea (peso del corpo, massa grassa e massa magra) durante un volo spaziale sulla Stazione Spaziale Internazionale viene svolta utilizzando un apposito dispositivo di analisi della bio-impedenza per consentire la misurazione nel tempo della variazione a lungo termine del bilancio energetico. Sulla base di questi dati, si ipotizza che una dieta corretta che mantenga un bilancio energetico quasi neutro e/o aumenti le proteine, l’assunzione possa limitare la perdita ossea e muscolare indotta dalla microgravità dei membri dell’equipaggio.

Mobile Servicing System (MSS) Operations: Ieri, i responsabili sulla Terra del braccio robotico hanno acceso il Canadarm2 in una configurazione di “backup a caldo”. Oggi i responsabili hanno sganciato Dragon CRS-18 dal sistema di aggancio comune attivo del portello di nadir (quello rivolto verso la Terra) del Nodo 2 e lo hanno manovrato con il Canadarm2 verso la posizione di rilascio. Alle 16:59 italiane, i responsabili hanno rilasciato Dragon e allontanato il braccio robotico mentre l’equipaggio teneva sotto controllo la partenza. Una volta partito, il Canadarm2 è stato spostato in una posizione di parcheggio ed ha favorito l’ispezione del sistema di aggancio comune attivo con le sue telecamere. Più tardi e domattina presto il braccio robotico sarà manovrato e portato al Mobile Base System (MBS) Power & Data Grapple Fixture 1 (PDGF 1), il braccio robotico prenderà il manipolatore agile per scopi speciali ed il Mobile Transporter traslerà dal WorkSite 6 al WorkSite 2 . Da lì verrà eseguita un’ispezione del carico utile del Materials International Space Station Experiment (MISSE).

https://blogs.nasa.gov/stationreport/2019/08/27/iss-daily-summary-report-8272019/
#iss-daily-status-report

3 Mi Piace

L’altro giorno ascoltando le comunicazioni interne in attesa di un hint relativo allo scarico della Soyuz MS-14 (a proposito, come sta andando @zzambot?) ho sentito Christina chiamare terra e chiedere info sul suo orologio perché a quanto pare non è #micatanto sincronizzato. Le han detto che ci stanno lavorando. :woman_shrugging:t2:

1 Mi Piace

Katya Pavluschenko ha fatto un giretto ad RSC Energia e ha regalato all’Associazione ISAA queste cosine della Soyuz MS13. :relaxed:

14 Mi Piace

Boh, non abbiamo notizie. Non ci sono foto nostre (non previste eh…) ma neanche di Fedor.
I russi mi hanno detto che sicuramente hanno scaricato il materiale biologico di 3d printer, e che i colleghi di 3d printer che erano a Baikonur gli hanno detto che tutto il materiale biologico e’ da buttare (loro erano late access, ma con il ritardo, poracci…). Il loro esperimento e’ fichissimo, vorrebbero stampare tessuti e cellule (o simile) nello spazio. Da come ho capito il loro primo volo era con la progress che e’ caduta, la loro stampante era comunque in condizioni decenti e l’hanno risistemata per questo volo, ma a quanto pare dovranno rimandare il materiale biologico su. Forse a settembre, ma appunto… poracci.

Sempre a proposito di clock, noi abbiamo un orologio interno del pc della cpu che perde frazioni cospicue di secondo al giorno. Abbiamo una stima, ma alla fine dovremo sincronizzarci con quello che vediamo a terra. Con Alteino dovevamo risincronizzarci con l’ora di accensione scritta dagli astronauti e la disposizione delle fasce di radiazione (ma li- la batteria era morta da tempo). In minieuso ci abbiamo messo una batteria grossa ma c’e’ sempre il drift del clock. Ma appunto la preoccupazione iniziale e- che si accenda e funzioni… ma prima di ottobre non se ne parla proprio

4 Mi Piace

Ma che sfiga poveretti. :sweat_smile:

Il fatto che gli orologi perdano secondi è un evento causato dall’ambiente spaziale in qualche modo, o è solo un problema di batterie e l’ambiente è irrilevante?

Se non vado errato dovrebbe essere sia un problema di tipologia di clock (clock ad alta o a bassa precisione) sia, per quelli piu’ precisi, un problema di relativita’ generale, come per i sistemi GPS.

1 Mi Piace

nel caso nostro e’ solo un problema di pulciarosita’ del clock, ossia che abbiamo usato il clock del pc e non abbiamo messo cose piu’ raffinate. Effetti di RS/RG credo siano trascurabili per le nostre esigenze, avevo fatto il conto per questo post e per i GPS venivano meno di 40 micros al giorno, quindi misurabile ma piccolo

poi se si scarica la batteria ogni volta riparte dal 2002 o qualcosa del genere.
L’altro nostro esperimento Altea/Lidal (ma li’ e’ Luca di FIno che e’ coinvolto maggiormente), che volera’ a ottobre, e’ attaccato alla rete della stazione e si sincronizza da li’

3 Mi Piace

Aggiornamento da Luca Parmitano via Twitter!

1 Mi Piace

Altro Tweet di Luca Parmitano!

1 Mi Piace

29 Agosto 2019

Oggi l’equipaggio di Expedition 60 sulla Stazione Spaziale Internazionale si è dedicato a diverse ricerche biomediche e attività sulla scienza della vita. Gli astronauti stanno ancora facendo le pulizie dopo la spacewalk della scorsa settimana mentre si preparano ad una missione di rifornimento giapponese.

Gli ingegneri di volo Andrew Morgan e Nick Hague hanno trascorso il giovedì mattina a raccogliere dei campioni del loro sangue, urina e saliva. I campioni saranno processati e analizzati per uno studio chiamato Fluid Shift . Questa lunghissima ricerca approfondisce i cambiamenti vascolari tra cui la pressione nella testa e negli occhi causata dal vivere in una condizione di microgravità.

Andrew Morgan è andato oltre ed ha continuato ad organizzare i molteplici utensili utilizzati durante la spacewalk della settimana scorsa per installare una nuova porta di attracco per gli equipaggi commerciali. Nel pomeriggio si è unito con l’astronauta Luca Parmitano per la misurazione della pressione oculare che viene “presa” con uno strumento chiamato tonometro.

Nick Hague ha predisposto una telecamera 3D nel modulo Harmony ed ha registrato un’esperienza cinematografica in realtà virtuale di sé stesso al lavoro per il pubblico sulla Terra. Per concludere ha testato una console di comunicazione che invierà i comandi al veicolo cargo giapponese HTV-8, il cui arrivo sulla Stazione è previsto per la metà di settembre. HTV-8 consegnerà le nuove batterie per i canali di potenza del segmento P6 del traliccio (Integrated Truss Structure) della Stazione.

Christina Koch, astronauta della NASA, ha controllato i topi per uno studio nello spazio riguardo alla loro somiglianza genetica con gli esseri umani e le potenziali intuizioni terapeutiche. Lei ha anche discusso con un nutrizionista sulla Terra su come il cibo sulla Stazione influenza il suo appetito.

I cosmonauti Aleksej Ovčinin e Aleksandr Skvorcov hanno studiato i microbi presenti nel segmento russo della Stazione per imparare a combattere la virulenza dei virus e la contaminazione delle navicelle spaziali. I due hanno poi continuato a scaricare le merci dalla Sojuz MS-14, arrivata sulla Stazione lo scorso martedì mattina.

Un altro veicolo per equipaggio, la Sojuz MS-15, è in allestimento in vista del suo lancio verso la Stazione il 25 settembre. Il comandante Oleg Skripočka guiderà l’ingegnere di volo Jessica Meir e lo Spaceflight Participant Hazzaa AlMansoori in un viaggio di 6 ore verso la loro nuova casa nello spazio. Oggi per il nuovo trio così come per i loro backup sono iniziate le due giornate degli esami di idoneità che li certifica a volare nello spazio.

https://blogs.nasa.gov/spacestation/2019/08/29/space-biology-research-as-preps-begin-for-japan-cargo-mission/

6 Mi Piace

Pare ci sia stato un allarme nel modulo Zvezda dovuto ad alti livelli di ossigeno.

Edit: non trovo ulteriori conferme, a meno di non ascoltare il solito canale SD con le comunicazioni.
Edit2: ok, ecco qui l’articolo:

2 Mi Piace

Nuovo tweet di Luca Parmitano!

ISS Daily Summary Report – 28/08/2019

Astrobee: L’equipaggio ha preso parte ad una conferenza riguardo Astrobee e poi lo ha assistito con la raccolta dati per la localizzazione che si è svolta nel laboratorio giapponese Kibo. Le prove odierne erano piuttosto sofisticate rispetto ai test precedenti. Hanno incluso attracco/sgancio, nonché diverse sequenze di manovre tra cui numerose rotazioni a 360°. Gli Astrobee sono un gruppo di tre robot liberi di volare, cubiformi, progettati per aiutare gli scienziati e gli ingegneri a sviluppare e testare delle tecnologie per l’uso in microgravità assistendo gli astronauti con i compiti di routine e dare ai controllori di terra ulteriori occhi ed orecchie sulla Stazione. Questi robot autonomi sono mossi da ventole e una navigazione basata sulla visione, eseguono il monitoraggio dell’equipaggio, campionamento, gestione della logistica e possono ospitare fino a tre esperimenti.

EXPRESS Rack 1 (ER1) Acoustic Check: In seguito al rumore segnalato in precedenza nella zona del ER1, l’equipaggio ha controllato il livello acustico di ER1 mentre spegneva la ventola del ER1 Avionics Air Assembly (AAA). Durante la risoluzione del problema, il riscontro fornito dall’equipaggio ha evidenziato che il rumore persisteva e proveniva dal ER2 anziché dal ER1 come si pensava in precedenza. La ventola ad alta velocità del l’Avionics Air Assembly fornisce l’aria di raffreddamento alla parte posteriore delle locker location nel Rack . Gli EXPRESS Rack supportano gli esperimenti scientifici in ogni disciplina fornendo interfacce strutturali, corrente elettrica, dati, raffreddamento, acqua e altri elementi necessari per condurre esperimenti scientifici nello spazio.

Human Research Facility (HRF) Rack Handle Replacement: L’equipaggio svolto le attività per la sostituzione delle maniglie dei cassetti dello Human Research Facility (HRF) Rack #1 e #2. C’è stata qualche difficoltà con una delle due maniglie e le squadre di supporto sulla Terra stanno valutando il da farsi. Lo HRF Rack sostiene la ricerca scientifica sulla vita umana che valutare i cambiamenti fisiologici, comportamentali e chimici indotti dal volo spaziale. Gli esperimenti che utilizzano le risorse fornite dai Rack generano delle informazioni che aiutano gli scienziati a capire come il corpo umano si adatta ad un volo spaziale di lunga durata.

JAXA Educational Payload Operations (EPO) Dry Run: Con l’uso della telecamera robot fluttuante di Kibo, l’equipaggio ha svolto una prova per un evento didattico in diretta del membro dell’equipaggio degli Emirati Arabi Uniti. Questa attività è al momento fissata per la fine dell’Expedition 60. Le attività JAXA EPO mostrano le attività artistiche a bordo della Stazione/kibo per illustrare al pubblico la ricerca in microgravità ed il volo umano nello spazio.

MVP-Cell-02 Install: In seguito alle difficoltà nel recuperare i dati provenienti alcuni moduli, oggi l’equipaggio ne ha sostituito una parte come previsto dalla procedura per la risoluzione del problema. Lo studio MVP-Cell-02 [1] intende capire come fanno gli organismi ad adattarsi alle condizioni dello spazio, il che rappresenta un fattore importante delle future esplorazioni spaziali. I microbi potrebbero rivestire dei ruoli essenziali nello sviluppo di supporti vitali rigenerativi a ciclo chiuso a base biologica, utilizzando le risorse sul luogo, e avranno lunghe interazioni con gli ospiti umani e le piante. Più avanti, i microbi potrebbero rappresentare delle sfide grazie alla virulenza ed alla contaminazione, come fattori di disturbo ad esempio nell’approvvigionamento dell’acqua e nei sistemi di ventilazione.

Spacecraft Atmosphere Monitor (SCRAM) Grab Sample Collection-LAB: A sostegno dell’esperimento SCRAM , l’equipaggio ha preso dei campioni dell’atmosfera della Stazione utilizzando un Grab Sample Container entro i due metri dallo Spacecraft Atmosphere Monitor . Questo Grab Sample può essere successivamente analizzato sulla Terra al fine di comparare i dati. La ricerca dimostra la capacità di un piccolo e affidabile, spettrometro di massa portatile per la gascromatografia sulla Stazione per condurre (un esperimento) sui componenti dell’aria presenti sia in quantità maggiore che minore; per esempio Azoto, Ossigeno, Anidride Carbonica, Metano, Acqua, etc. Lo strumento trasmette i dati alla squadra di ricerca sulla Terra ogni 2 secondi, fornendogli un’analisi costante.

Post International Docking Adapter (IDA)3 Extravehicular Activity (EVA) Activities: L’equipaggio ha svolto sia la filtrazione ionica e del particolato sia la manutenzione biocida dei circuiti di raffreddamento delle tute EMU 3006 e 3008. Questo è necessario per il monitoraggio della salute a lungo termine e la manutenzione delle EMU. Hanno anche rimesso al loro posto gli strumenti utilizzati durante la spacewalk.

Columbus (COL) Condensate Water Separator Assembly Desiccant Module Replacement: L’equipaggio ha completato l’attività di manutenzione correttiva per la sostituzione del Condensate Water Separator Desiccant Module . Le analisi svolte dopo le ispezioni del 2016 e 2018 hanno mostrato tracce di condensa all’interno della copertura del Condensate Water Separator Assembly . Basandosi su queste scoperte, è stata attuata una modifica al requisito di manutenzione con una manutenzione ordinaria ogni 12 ± 3 mesi.

Systems Operations Data File (SODF) Updates: A sostegno delle Sojuz MS-13 e MS-14 attraccate rispettivamente a Poisk e Zvezda, l’equipaggio ha introdotto le nuove procedure d’emergenza in caso di depressurizzazione, incendio, recupero dell’attrezzatura e rilascio di ammonica. Ciò è stato necessario dopo la ricollocazione della Sojuz MS-13 da Zvezda a Poisk e l’attracco Sojuz MS-14 al modulo Zvezda anziché a Poisk come originariamente in programma.

Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) Operations: Dopo il corretto rilascio di Dragon CRS-18, il braccio robotico Canadarm2 è stato manovrato, come stabilito, verso il Mobile Base System (MBS) Power & Data Grapple Fixture 1 (PDGF 1). Poi il Mobile Transporter è stato traslato verso il WorkSite 2 ed ha eseguito un’ispezione del carico utile del Materials International Space Station Experiment (MISSE).

Robotic Work Station (RWS) Monitor Reconfiguration: Durante il briefing sulla cattura di Dragon CRS-18, l’equipaggio ha notato dei graffi e del degradamento della copertura protettiva del Cupola RWS Monitor che ne alteravano la visibilità. L’equipaggio ha suggerito si scambiare i monitor nella Cupola con quelli presenti nel Robotic Work Station del laboratorio statunitense Destiny perché sono in migliori condizioni. Oggi l’equipaggio ha lavorato alla sostituzione di due dei monitor tra Destiny e la Cupola. In aggiunta, uno dei Cupola RWS Monitor è stato rimpiazzato con un ricambio nuovo.

https://blogs.nasa.gov/stationreport/2019/08/28/iss-daily-summary-report-8282019/
#iss-daily-status-report


  1. Evoluzione sperimentale della popolazione di Bacilllus subtilis nello spazio: mutazione, selezione e dinamiche demografiche. Questo è il nome completo della ricerca. ↩︎

7 Mi Piace

@RikyUnreal sempre sul pezzo

1 Mi Piace

ma… di Fedor non si sa più nulla? non l’hanno ancora fatto entrare?!! :thinking:

Eccolo qua che passa il tempo a farsi i selfie anziché a lavorare:
https://twitter.com/FEDOR37516789/status/1167178568134221838

7 Mi Piace

:astonished: :joy: :joy: :joy::+1:
eh… furbacchione!!

Alexandr l’ha attivato e testato ieri. Aveva un problema alla mano sinistra che poi han risolto.

3 Mi Piace

Per evitare doppioni. Credo che ora di Fedor si dovrebbe parlare nel thread dell’Expedition 60, come facciamo per gli astronauti una volta che sbarcano… :wink:

5 Mi Piace