Formato ed elaborazione delle immagini di Mars 2020

Non mi pare che se ne sia parlato nel dettaglio. Queste immagini puntinate (presenti tra anche tra le raw dei precedenti rover) sembra che abbiano dei raggruppamenti di 4 pixel ognuno dei quali porti un informazione diversa sul colore. Qualcuno sa se sia una cosa standard?

Screen Shot 2021-02-22 at 11.10.53

Ne abbiamo già parlato elucubrando su wikipedia

Me lo sono chiesto anche io.
A differenza delle altre immagini che sono marcate con R G B, queste sono marcate con E, quindi l’unica spiegazione che mi do è questa

Cosa ne pensi?

edit magari @elisabettaB lo sa

È possibile che si tratti di binning? Mi sembra di ricordare che qualcuno del team di Perseverance abbia parlato delle opzioni di binning.

Questa è una matrice di Bayer non debayerizzata. Ogni quadrato comprende 4 pixel corrispondenti ai colori R-G-G-B. Notate che il secondo e terzo pixel hanno la stessa intensità. Si usano due pixel verdi perché l’occhio umano è più sensibile al verde. L’algortimo di debayerizzazione poi deve convertire i 4 pixel monocromatici in altri 4 a colori, cosa che si fa normalmente interpolando con quelli adiacenti.
Non so perché mandino immagini non debayerizzate… dovrebbe farlo di routine il software di conversione delle immagini. Magari stasera provo a farlo con i miei programmi, in astrofotografia è cosa normale e automatica usando camere ‘OSC’ (One Shot Color)

7 Mi Piace

Da quel che capisco il pixel binning consiste nel prendere per esempio aggregati di 2x2 pixel e registrarli in uno solo, avendo come effetto l’aumento del rapporto segnale/rumore e la diminuzione della risoluzione; qui invece abbiamo aggregati di pixel in una sola immagine.

Anche io ci avevo pensato ma guardando bene non è così. In alcuni aggregati (nelle zone molto illuminate) i 4 pixel hanno evidentemente 4 colori diversi.
Anzi, nell’immagine che ho postato sembra proprio che il quarto pixel (quello in basso a destra) sembra più molto scuro nelle parti buie e molto più chiaro in quelle illuminate, come dovrebbe essere nell’ RGBE come dice Riky

Però più che RGBE per HDR (Exposure), forse è più questo:

Una debayerizzazione con “l’Emerald”

3 Mi Piace

Vedi riquadro rosso:

aggregati (1)

1 Mi Piace

Sì, vero, dove c’è più gradiente vedi la differenza. Sarà RGBE.

1 Mi Piace

Un trick per avere immagini a colori in velocità

7 Mi Piace

Se vi sono rimasti degli occhialini cianomagenta

5 Mi Piace

Ho fatto alcuni altri test.

Questa immagine non debayrizzata proviene da una navcam.
Facendo una ricerca sul solito J.N. Maki, ho trovato che queste camere montano un sensore CMV20000. Dal datasheet sì evince che montino un filtro colore con pattern di Bayer standard, ed in effetti applicando un algoritmo di debayrizzazione standard RGGB si ottiene questo:

Quindi tutto come ci si aspetta.
E in effetti, pensandoci un attimo, perché mai in con un pattern RGGB i due toni di grigio G devono essere uguali? È vero che lo stesso filtro verde è applicato, ma comunque i due pixel “campionati” sono sì vicini vicini, ma diversi.

In conclusione escluderei cose esotiche come RGBE.

5 Mi Piace

A me sembra proprio che ci sia troppo verde in questa immagine che hai prodotto

È sicuramente da calibrare ulteriormente, ma da quel che vedo cambiando il tipo di pattern applicato, i colori sballano di brutto.
Nei 4 campi del debayrizzatore posso giocare con R G B e C M Y.
E ognuno dei 4 campi lo posso regolare in intensità.

Tipo adesso ho messo il verde da 1 a 0.8

Quindi ci si può ampliamente lavorare, ma quello su cui volevo mettere l’accento è che secondo me è un pattern RGGB standard.

1 Mi Piace

Quindi tu dici che i 4 pixel degli aggregati non derivino dallo stesso pixel ma da 4 diversi. Non me lo sarei aspettato, ma potrebbe avere i suoi vantaggi

Ma per curiosità, se al posto del verde ci metti l’emerald sull’ultimo pixel (o ciano according to Sony) cosa viene fuori (con rapporti 1:1:1:1)?

RGBE

ERBG

GBRE

4 Mi Piace

Grazie, ok, allora se ho capito bene si può escludere RGB Exp e potrebbe essere un RGGB come dici tu a “selected pixel” oppure un RGXB con X corrispondente ad un colore non standard vicino al verde ma differente dal primo G…

EDIT:
Ho visto che sia cyan che emerald non sono considerati colori precisi. Il primo va dai 490 ai 520 nm e il secondo e considerato una sfumatura del verde (che va dai 520 ai 570 nm).

Quindi potrebbe essere un RGEB di qualche tipo (according to RikyUnreal) :wink:

Per debayerizzare ci sono due modi. Il più semplice è il superpixel, in cui dai 4 originali si sintetizza un singolo pixel tricromatico. Va bene quando l’immagine è sovracampionata, per cui i gradienti tra un pixel e l’altro sono piccoli. Si ottiene un’immagine che ovviamente ha dimensione 1/4 dell’originale.
Se invece ci sono gradienti elevati conviene usare una funziona bicubica in cui da 4 pixel monocromatici se ne ottengono 4 tricromatici, e per ognuno il valore deriva anche dai circostanti, per tener conto dei gradienti.

4 Mi Piace